Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

I creatori di Braid e Retro City Rampage criticano Microsoft

La compagnia di Redmond tratta "molto male" gli indie.

Jonathan Blow e Brian Provinciano, due degli sviluppatori indipendenti più noti e talentuosi del momento, hanno criticato l'atteggiamento di Microsoft nei confronti degli indie.

"Microsoft tratta gli sviluppatori indipendenti molto male", ha spiegato il creatore di Braid e The Witness, ora al lavoro su PlayStation 4, in un'intervista concessa a Wired.

Dal canto suo, il responsabile dell'open world Retro City Rampage ha spiegato che, dopo sei mesi di trattative estenuanti e con il gioco effettivamente lanciato su Xbox Live, "qualcuno ha fatto un errore e ha pubblicato il gioco a $10 anziché $15, quindi gran parte delle copie vendute hanno guadagnato un terzo in meno rispetto al previsto".

Al contrario, "Sony ha dato un supporto incredibile e promosso molto bene il gioco".

A proposito dell'autore

Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti