Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Il progetto di Double Fine sarà in 2D

Tim Schafer e Ron Gilbert parlano del gioco.

Secondo quanto detto da Double Fine, il prossimo gioco di avventura dello studio sarà realizzato interamente in 2D.

Tim Schafer, capo dello studio, ha chiacchierato assieme a Ron Gilbert, veterano dei giochi d'avventura, di alcuni punti del nuovo progetto.

"Uno dei motivi per cui sono così entusiasta di realizzare un gioco d'avventura è che in questo modo posso lavorare con Nathan Stapley, che per me è un grande artista con una fantastica forma di pittura", ha spiegato Schafer.

"Una delle cose belle delle avventure grafiche 2D è che con esse è possibile assumere un grande artista per farlo esprimere direttamente su schermo, senza stare a preoccuparsi di tecnologia 3D o di qualsiasi altro tipo di dettaglio che potrebbe alterarne lo stile".

"Per questo mi piace l'idea degli scenari dipinti a mano. Poi si tratterà solo di capire se anche i nostri personaggi verranno dipinti e animati a mano".

Gilbert sembra essere d'accordo con le idee di Schafer.

"Credo che dovrebbe essere tutto in 2D. Vecchia scuola" ha risposto. "Credo che sia molto più interessante del 3D. Il 3D offre molto di più, ma per un progetto come questo dobbiamo enfatizzare al massimo il lavoro dell'artista.Credo che il 2D ci permetta di lavorare meglio in questa direzione".

Taggato come
A proposito dell'autore
Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti