Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

LBP Vita: un italiano vince lo stage formativo presso Tarsier

Ben quattro settimane in Svezia per perfezionare un DLC.

Simone Di Giorgi, grazie al minigioco Flint, si è aggiudicato uno stage formativo di un mese in Svezia presso gli studi Tarsier, la software house che si è occupata di sviluppare Little Big Planet PS Vita in esclusiva per la console portatile di casa Sony.

Nel corso di 4 settimane, Simone lavorerà a stretto contatto con gli sviluppatori del gioco per migliorare il suo livello e renderlo a tutti gli effetti un contenuto scaricabile ufficiale da condividere con la community LBP.

Alla scoperta della notizia, il ventottenne Di Giorgi ha così commentato:

"Non mi aspettavo di poter essere proprio io ad aggiudicarmi una simile opportunità. Ho cominciato a creare livelli per Little Big Planet già nel 2008 e da allora non ho più smesso. Quando è uscita la versione per PS Vita ho voluto rimettermi in gioco e in 10 giorni ho completato Flint, nato dalla passione per Flower, Escape Plan e il film Piovono Polpette".

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti