Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

LEGO Island e la triste storia di Mindscape: lo studio ha licenziato lo staff per non pagare i bonus

Tanti retroscena tutti da scoprire.

La nuova serie podcast "Lego Bits N' Bricks", ufficialmente approvata dal LEGO Group, viene pubblicata periodicamente per celebrare il 25° anniversario di LEGO che si unisce al mondo dei videogiochi.

L'episodio più recente della serie descrive il lungo e un po' ostinato viaggio del LEGO Group per entrare a far parte del mondo dei videogiochi e l'uscita di LEGO Island, il suo titolo iniziale più memorabile. Il documentarista Ethan Vincent e il giornalista di videogiochi Brian Crecente parlano con varie persone impiegate nel LEGO Group in quel momento, così come con coloro che lavoravano sullo stesso LEGO Island. Si scopre così Mindscape, sviluppatore del gioco, ha licenziato il team del progetto per evitare di pagare loro vari bonus.

"Quando il gioco è uscito, sapevamo che sarebbe stato grande", ha detto il senior producer di LEGO Island Scott Anderson. "Avevamo un programma formidabile per i bonus, per la squadra. E quando il gioco è uscito, piuttosto che pagare le persone che ci lavorano, visto che hanno venduto un sacco di copie nel primo giorno hanno deciso che avrebbero abbandonato la società. Così hanno licenziato l'intera squadra, e poi hanno lasciato la società".

Mentre Mindscape continuerà con una nuova gestione dopo che la società è stata venduta, il LEGO Group non ha avuto più un contratto con lo sviluppatore per LEGO Island 2, o qualsiasi altro progetto. E, purtroppo, senza il team originale, i sequel di Lego Island non sono mai stati all'altezza dell'originale.

Fonte: Eurogamer.net

Commenti