Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

'Metaverso? Un incubo distopico' per il co-fondatore dei creatori di Pokémon GO e Ingress

John Hanke di Niantic ha le idee molto chiare...e negative.

Il fondatore e CEO di Niantic, John Hanke, attraverso un post sul blog ufficiale spiega i suoi dubbi sul Metaverso. A quanto pare Hanke non è entusiasta di questo concetto, che descrive come "un incubo distopico" che l'umanità dovrebbe cercare di evitare. "Molte persone in questi giorni sembrano molto interessate a dare vita a questa visione, inclusi alcuni dei più grandi nomi della tecnologia e dei giochi. Ma in realtà questi romanzi sono serviti come avvertimenti su un futuro distopico della tecnologia andata male".

Non si tratta di un post contrario al Metaverso, ma Hanke afferma che questa tecnologia potrebbe essere usata al meglio, "in modo da avvicinarci alla realtà aumentata, incoraggiando tutti, inclusi noi stessi, ad alzarsi, camminare e connettersi con le persone ed il mondo che ci circonda". Per Hanke la tecnologia deve essere usata non come sostituto alle esperienze umane, ma dovrebbe essere complementare.

"Costruire il metaverso nel mondo reale si trova all'intersezione di due imprese: sincronizzare lo stato di milioni di utenti in tutto il mondo e legare quegli utenti e oggetti al mondo fisico". A tal proposito, Hanke afferma che Niantic sta seguendo diverse strade all'interno della sua piattaforma Lightship che supporterebbe un'esperienza condivisa a livello mondiale. In sostanza, se una persona dovesse cambiare qualcosa nel mondo digitale, ciò si rifletterebbe in ciò che vedono anche i milioni di altri partecipanti che utilizzano il sistema AR.

"Immaginiamo un futuro di mondi che possono essere sovrapposti al mondo reale. Pensate a Pokémon GO, aggiornato per gli occhiali intelligenti in cui i Pokémon vagano nel vostro parco locale, sembrando davvero abitare il mondo. In questa versione futura, i Pokémon vi appaiono come se fossero davvero lì, correndo tra i pedoni che passano, nascondendosi dietro una panchina del parco o vagando in branchi attraverso il vostro parco preferito".

Fonte: IGN

Commenti