Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Per Avalanche è troppo presto per parlare di Just Cause 3

Nonostante gli spunti ricevuti dalla community.

Il CEO di Avalanche Studios, Christofer Sundberg, ha confidato ai nostri colleghi di Eurogamer.net di essere molto sorpreso dell'ottimo lavoro svolto dai modder su Just Cause 2 e conferma che è troppo presto per l'arrivo del terzo capitolo della serie.

L'entusiasmo nei confronti del gioco, per Sundberg, "È stata una sorpresa molto piacevole. Quanto la community è così interessata ad un tuo gioco, è un segnale molto chiaro che il gioco è stato apprezzato".

In particolare, Sundberg fa riferimento alla mod multiplayer che è sbarcata su Steam appena qualche giorno fa e che ha incontrato il favore dei giocatori.

"Abbiamo subito preso contatto con i ragazzi (che hanno creato l'add-on, ndR) e naturalmente abbiamo dato loro la nostra benedizione. Il team ha svolto un lavoro egregio. Sono sviluppatori davvero molto talentuosi e mi piacerebbe molto lavorare con loro in futuro, nonostante la distanza fisica fra di noi".

"La mod multiplayer è stata di grande ispirazione per noi", ha continuato Sundberg. "Abbiamo discusso su cosa ci piacerebbe fare con l'IP di Just Cause in futuro, ma è davvero troppo presto per pensarci ancora".

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Tabai

Matteo Tabai

Contributor

È un ragazzo abbastanza alto, appassionato di videogiochi, musica, montagna e buon cibo. Onnivoro sia a tavola che con un controller in mano, ha l'assurda pretesa di fare dei videogames la sua professione. Chi vivrà, vedrà.

Commenti