Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PlayerUnknown lascia la compagnia di PUBG per fondare un nuovo studio

Brendan 'PlayerUnknown' Greene saluta Krafton.

Brendan "PlayerUnknown" Greene ha lasciato la società madre di PUBG, Krafton, per creare un nuovo studio indipendente, PlayerUnknown Productions.

Nel 2019 Greene ha lanciato PUBG Special Projects, una nuova divisione con sede ad Amsterdam che stava lavorando a un nuovo progetto con nome in codice Prologue.

Anche la nuova società di Greene ha sede ad Amsterdam e sembra che possa continuare a lavorare su Prologue, con Krafton che investirà nella nuova società con una quota di minoranza.

"Sono molto grato a tutti in PUBG e [Krafton] per avermi dato una possibilità e per le opportunità che mi hanno offerto negli ultimi quattro anni", ha detto Greene in una nota. "Oggi, sono entusiasta di fare il prossimo passo nel mio viaggio per creare il tipo di esperienza che ho immaginato per anni. Ancora una volta, sono grato a tutti in Krafton per aver supportato i miei piani, e avrò altro da rivelare di più sul nostro progetto in un secondo momento."

Un sito web dello studio include il trailer precedente di Prologue, suggerendo che lo sviluppo del progetto potrebbe continuare. Si dice anche che il team stia esplorando sistemi per abilitare giochi open world su larga scala.

Krafton ha recentemente ribattezzato PlayerUnknown's Battlegrounds in PUBG: Battlegrounds, diminuendo la visibilità del creatore ormai scomparso nel suo nome. All'epoca, Krafton disse che la mossa era quella di semplificare i titoli di vari giochi dell'universo PUBG in fase di sviluppo.

Oltre a PUBG (che continua a fare molto bene), Krafton ha molti altri progetti in cantiere. C'è l'imminente sequel futuristico per dispositivi mobile PUBG: New State, Project Cowboy e The Callisto Protocol del creatore di Dead Space, Glen Schofield.

Fonte: Eurogamer.net.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti