Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Xbox One: ancora braccio di ferro tra indie e Microsoft

Niente autopubblicazione come invece accadrà su PS4.

Microsoft non permetterà agli sviluppatori indie di autopubblicare i propri titoli su Xbox Live.

La next-gen e Xbox One non cambieranno dunque l'approccio del colosso di Redmond, al contrario di quanto sta succedendo negli ultimi mesi a Sony, PS3, PS Vita e PS4.

"Per il momento, intendiamo continuare a comportarci nei modi in cui abbiamo sempre fatto con i developer", ha spiegato Matt Booty del team di Xbox Live.

"Mi aspetterei anche che per questa nuova generazione noi continuassimo ad esplorare nuovi modelli di business e nuovi modi di portare alla luce contenuti".

Le reazioni del mondo indie, costretto ad avere un editore third-party o ad affidarsi a condizioni non sempre idilliache alla stessa Microsoft, non sono tardate ad arrivare.

Il creatore di Thomas Was Alone ha subito fatto sapere che "sembra non vedrete Project 2 sulla vostra Xbox One", mentre Two Tribes, i creatori di Toki Tori 2, hanno aggiunto che "ciò significa niente nostri giochi su Xbox One. Questa era davvero una chance per Microsoft per cambiare la pessima organizzazione di XBLA".

A proposito dell'autore

Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti