Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

YouTube: contestati i video degli sviluppatori indie

Violazione del copyright e mancata monetizzazione per i developer.

Alcuni sviluppatori indipendenti si sono visti contestare alcuni video da loro pubblicati e inerenti ai propri giochi per via della presenza di musica coperta da copyright.

La notizia arriva dai tweet degli interessati, che rivolgono le critiche direttamente a YouTube o ai servizi che hanno fornito la musica contenuta nei giochi degli sviluppatori.

È questo il caso di Mike Bithell, che ha ricevuto notifiche di violazione del copyright per i video da lui postati riguardanti il suo Thomas Was Alone. In particolare, le notifiche arriverebbero da Indmusic, che ha prodotto la colonna sonora del gioco.

"Sono davvero imbufalito con Indmusic", commenta a caldo Bithell con un tweet, "al momento si sta sistematicamente prendendo tutti i filmati del mio gioco rivendicandone il copyright e stanno monetizzando. È una rapina in pieno giorno".

"Ehi gente, non avete alcuna proprietà dei filmati del mio gioco, Thomas Was Alone. Smettetela di pretendere la monetizzazione dei video che lo riguardano", ha continuato Bithell sul social network.

Anche Terry Cavanagh e il suo VVVVVV sono stati interessati dal fenomeno.

"Chiedo scusa, COSA? I miei stessi trailer di VVVVVV hanno ricevuto una rivendicazione del copyright?" ha scritto Cavanagh su Twitter. Anche in questo caso il responsabile della notifica sarebbe Indmusic.

A seguito di questi episodi si sono aggiunti alla protesta altri sviluppatori indipendenti a sostegno dei colleghi colpiti.

Rami Ismail di Vlambeer, ad esempio, ha commentato la vicenda criticando la politica di YouTube e suggerendo di diffidare di servizi quali Indmusic.

"Certo, il copyright è una faccenda complessa", ha detto Ismail, "e mi rendo conto che YouTube voglia proteggersi da eventuali rivendicazioni, ma questa faccenda è sproporzionata. Ciò che non è complesso è dare un'occhiata alla situazione in cui molti degli utenti più attivi di YouTube si trovano in questo momento. Per non parlare degli utenti di minor rilievo del servizio, che semplicemente mettono online brevi video di Hotline Miami o di Thomas Was Alone".

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Tabai

Matteo Tabai

Contributor

È un ragazzo abbastanza alto, appassionato di videogiochi, musica, montagna e buon cibo. Onnivoro sia a tavola che con un controller in mano, ha l'assurda pretesa di fare dei videogames la sua professione. Chi vivrà, vedrà.

Commenti