Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Xbox con giochi Activision Blizzard in esclusiva? 'Non è finanziariamente sensato' per un noto analista

Un analista commenta la possibile esclusività per Xbox dei giochi Activision Blizzard.

Dopo che Microsoft ha annunciato l'acquisizione di Activision Blizzard per quasi 70 miliardi di dollari, Wccftech ha contattato Karol Severin, Senior Analyst e Product Manager di MIDiA Research (una società di consulenza e intelligence di mercato focalizzata sull'intrattenimento e sui media digitali), per avere il suo punto di vista su questo grande affare.

Il sito ha chiesto se si aspetta che Microsoft renda i titoli Activision Blizzard esclusive per le proprie piattaforme (PC, Xbox e cloud). Severin ha risposto affermando che questo non avrebbe molto senso dal punto di vista finanziario, mentre un approccio più soft potrebbe essere necessario.

"E' meno probabile che l'impatto riguardi l'esclusività totale, penso che ci saranno più "esperienze avanzate" su piattaforme Microsoft. I grandi successi, in particolare, producono entrate significative (e spesso maggioritarie) con Sony. Non sarebbe finanziariamente sensato togliere tali entrate. Impegnarsi in una forte esclusività potrebbe rischiare di alienare gli utenti dall'altra parte, che rimangono comunque molto preziosi. Invece dell'esclusività su interi titoli, Microsoft può spingere più dolcemente, ad esempio con un accesso diverso ai giochi (ad es. primo mese del nuovo CoD solo su Xbox, poi con Sony), con sconti, contenuti di gioco esclusivi, esperienze, ecc."

Questo sembra essere in linea con ciò che è arrivato finora da voci e fonti ufficiali, ovvero che almeno alcuni dei giochi non diventeranno esclusivi.

Sony come reagirà a questo accordo? Secondo Severin, farebbe bene a rispondere a tono, anche se potrebbe rivelarsi una cosa estremamente difficile da realizzare.

"Una grande risposta sarebbe ottima per Sony, molto importante per rallentare gli effetti dell'acquisizione di Microsoft (SE dovesse passare, Sony la monitorerà da vicino, immagino). Se andrà a buon fine, l'assoluta differenza nelle dimensioni dell'azienda renderà molto difficile per Sony (capitalizzazione di mercato di $124 miliardi) trovare una risposta all'acquisizione paragonabile a quella appena annunciata da Microsoft (capitalizzazione di mercato di $2,3 trilioni). Una dinamica simile si applica a Nintendo con una capitalizzazione di mercato di $54 miliardi. Detto questo, sono probabili più acquisizioni. Secondo quanto riferito, le fusioni e acquisizioni hanno raggiunto $85 miliardi nel 2021, tre volte il 2020. Il 2022 ha già quasi superato questo traguardo (siamo a $ 81,4 miliardi considerando l'accordo di Zynga con Take-Two) e non è nemmeno la fine di gennaio!"

Sony ha effettivamente cercato di acquisire più studi, ma le sue acquisizioni sono state di dimensioni molto inferiori rispetto a quelle di Microsoft. Mentre quest'ultima ha divorato l'intera società madre di Bethesda, Zenimax, per $8,1 miliardi, assicurandosi otto studi di sviluppo e innumerevoli grandi IP, la più grande acquisizione di Sony fino ad oggi è Insomniac Games per circa $230 milioni. Più recentemente, Sony ha annunciato accordi per sviluppatori più piccoli come Housemarque, Firesprite, Bluepoint Games, Nixxes Software e Valkyrie Entertainment.

Fonte: Wccftech.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti

More News

Ultimi Articoli