Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Come trascorrere due giorni sul nuovo PlayStation Plus: i nostri consigli!

Un viaggio nel divertimento!

La più grande fantasia legata ai servizi in abbonamento è che un giorno avremo il tempo necessario per gustarceli appieno. Mi sono abbonato al Game Pass per lo stesso motivo per cui possiedo una serie di grandi e bellissimi romanzi che non ho ancora letto: mi ripeto sempre che un giorno avrò tempo per questo.

Facciamo quindi finta, solo per un giorno, che sia arrivato quel giorno, il momento in cui ho l'occasione di spulciare il catalogo di PlayStation Plus e decidere cosa giocare.

Facciamo finta: 48 ore con nient'altro da fare che giocare a PS Plus. Quello che segue è il mio viaggio immaginario attraverso il nuovo servizio di PlayStation. Qual è il vostro?

Primo giorno. È mattina. Vi ricordate di Cuboid? Era un gioco di qualche tempo fa, un rompicapo intelligente che consisteva nel controllare un blocco di legno lungo il doppio della sua larghezza. Lo si girava in continuazione per attraversare labirinti ed evitare trappole. La sensazione che si provava era quella di avere in mano un blocco e di farlo girare tra le mani. Ingegnoso e delicato, sembra un delizioso (e sonnolento) inizio per una giornata di giochi. Qualcosa che ti risveglia nel corso di pochi minuti e che mette in moto il tuo cervello.

Dopodiché, Super Stardust vi farà muovere gli occhi e le mani: il frenetico twin-stick shooter di Housemarque scintilla e luccica mentre vi muovete sulla superficie di un pianeta brandendo una frusta di fiamme contro i vostri nemici. Date a Super Stardust un minuto o due e non di più o non riuscirete a sfuggire alla sua gravità per una settimana.

Il trailer di Returnal.

E vorrete scappare perché il prossimo della lista è Returnal: dalla Housemarque del passato alla Housemarque del presente, un roguelite fantascientifico e dannatamente galvanizzante che vi mostrerà quanta strada può fare un team in pochi anni. Ma guardate anche le ondate nemiche, il fuoco laser e la pura coreografia. Guardate come lo spettro di Eugene Jarvis aleggia ancora nel cielo. Housemarque non ha cambiato ciò che è importante dai tempi di Super Stardust: è come se ci fosse una linea retta dall'origine ai tempi odierni!

Poi dovremmo rallentare un po'. E cosa c'è di più lento dell'essere morti? In I am Dead vi aggirate per le strade e le case di un piccolo villaggio di pescatori, un fantasma che tiene d'occhio le persone che un tempo conosceva. È il gioco più 'ficcanaso' mai realizzato e si muove con un ritmo metodico, mentre si scruta all'interno degli oggetti e si scoprono una serie di dolci verità sulla comunità a cui un tempo si apparteneva. Un gioco perfetto per metà mattina!

Ed è anche l'accoppiata perfetta per 428: Shibuya Scramble, un'altra prolungata riflessione sull'importanza dei luoghi, anche se stavolta la protagonista è la vivacità urbana di Tokyo, incorniciata come una visual novel. Niente spoiler: entrate e vedete cosa riuscite a trovare.

Il trailer di I am Dead.

Per pranzo, penso che due giochi sul movimento possano essere graditi. Celeste è un gioco demoniaco dal cuore puro, un'esplorazione della salute mentale racchiusa in uno dei platform più difficili e deliranti di sempre. È imperdibile. Death Stranding, nel frattempo, è un lungo cammino paludoso attraverso la fine del mondo con i colori dell'Islanda e dei monti Cairngorm. Attenzione ai piedi!

Ascoltate: è il primo pomeriggio. Un momento della giornata in cui tradizionalmente desidero fare un pisolino. È il momento giusto per tirare fuori dei giochi da cui non riesco a staccarmi.

Il primo è Magicka 2, con i suoi eroi in tunica e i suoi fantasiosi incantesimi da digitare. Interpretate il ruolo di un mago e la magia è il centralino elementale che dovete azionare per eliminare i vostri nemici in modo rapido e frizzante. Ci sono anche le barzellette. Poi, Outer Wilds, solo perché qualsiasi elenco di giochi in abbonamento che contenga Outer Wilds richiede una visita al titolo di Annapurna e Mobius Digital. Viaggiate in un sistema solare tascabile e godetevi il dinamismo offerto. In fondo, Eraclito aveva ragione: l'unica costante è il cambiamento. Infine, Big Sky Infinity è uno sparatutto spaziale in cui si possono distruggere i pianeti. È davvero necessario aggiungere altro?

Il trailer di Outer Wilds.

È pomeriggio inoltrato e se non ho fatto un pisolino avrò bisogno di Asura's Wrath per riportare in alto i livelli di energia. Si tratta di uno splendido action che parla di pura rabbia infinita. Una fonte di rabbia che sgorga dal centro della Terra. Inoltre, a un certo punto si dà un pugno così forte alla terra che le cresce un becco. Fantastico!

Prima serata: c'è bisogno di qualcosa di forte. InFamous non è forse il più amato dei franchise ma il suo sistem di parkour e i suoi supereroi elettrici mi sono sempre piaciuti. Festival of Blood è uno spaccato perfetto e un gioco ideale da giocare al calar del sole. È Halloween a New Orleans o qualcosa di molto simile.

La sera è il momento migliore per scoprire che Lumines Remastered è in questa lista: la maratona di caduta di blocchi che sostituisce gli sprint tipici di Tetris. Credo che sia un gioco da giocare al meglio in sessioni di circa quattro ore. Dedicategli l'intera serata e poi suonate la mezzanotte con i fuochi d'artificio della Fantavision. E poi a letto.

Quando arriva il secondo giorno, sento che Kingdom: New Lands è il titolo perfetto per salutare la luce di un altro giorno: un gioco poetico con una sensazione di alba, mentre trotterellate sul vostro cavallo, trasformando lentamente il paesaggio intorno a voi. È un modo perfetto per svegliarsi ed è un gioco perfetto da affrontare senza sapere troppo. Ma è malinconico, quindi seguitelo con Critter Crunch, un puzzle game di Capy dai colori deliranti, l'equivalente ludico di un bicchiere di succo d'arancia fresco, un succo d'arancia con dentro dei pezzetti.

Il primo giorno è stato volubile: così tanti giochi, così tante possibilità. Il secondo giorno è dedicato a fare delle scelte e a conviverci per un po'. Hollow Knight è un gioco magico sul mondo degli insetti e vi chiedo di dedicargli l'intera mattinata. Dicono che sia un metroidvania ma in realtà è un luogo di avventura: avventuratevi nel suo mondo e potrete riposare nello sfavillante disordine dei Giardini della Regina.

Il trailer di Hollow Knight.

Cosa c'è per pranzo? LocoRoco e Ape Escape! È bello avere un po' di spensieratezza per accompagnare un panino. Peristalsi e ricordi. Che bei momenti!

Per il pomeriggio, un po' di medley, ma comunque questo è il secondo giorno, quindi date a ogni gioco il suo tempo. IQ Intelligent Qube è un rompicapo gloriosamente strano che risale all'epoca della PS1 ma che in un modo bizzarro sembra avere un milione di anni. Primal, invece, è una sorta di gioco d'azione dei primi anni 2000 che dà un'idea di come poteva essere un blockbuster per PS2 all'epoca. Usate questo gioco come una porta d'ingresso per esplorare un giorno il catalogo vertiginosamente ricco di questa brillante console.

A questo punto è il momento di Miles Morales, perché è pura gioia e Concrete Genie, perché è un dolce dolore: da un supereroe a un artista solitario che riporta in vita una città portuale abbandonata. Entrambi sono graziati da splendidi dettagli e animazioni. La pittura di Concrete Genie è un motivo sufficiente per farsi coinvolgere, prima che il vostro cervello cerchi di dare un senso ai puzzle in 2D che si svolgono in un mondo in 3D.

Quasi finito. Come concludere il tutto nel migliore dei modi? Con un gioco che parla di casa, credo. Voglio terminare i miei due giorni di PS Plus con Gravity Rush, uno dei giochi più belli mai realizzati. È la storia di un goffo supereroe di recente creazione che può invertire la direzione della gravità mentre corre e precipita in una città in stile art nouveau, riportando lentamente alla luce nuovi quartieri dall'etere. Ci ricorda che proprio in questo modo Sony ha lanciato una delle console portatili più stravaganti e amabilmente sfarzose di tutti i tempi e che questo è un gigante dei videogiochi che sa ancora come sorprenderci.

A proposito dell'autore

Avatar di Christian Donlan

Christian Donlan

Features Editor

Christian Donlan is a features editor for Eurogamer. He is the author of The Unmapped Mind, published as The Inward Empire in the US.

Commenti

More Opinioni

Ultimi Articoli