Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PUBG è vietato dai talebani perché 'troppo violento e uno spreco di tempo'

Ebbene sì.

Player Unknown: Battlegrounds è probabilmente il battle royale da cui sono nati colossi come Fortnite e Apex Legends, ma ci sono parti del mondo in cui non è nemmeno permesso giocarci. L'Afghanistan si unirà presto a quella lista. I talebani - che hanno preso il potere nel paese l'anno scorso - hanno confermato i loro piani per attuare un ban a livello nazionale di PUBG.

Il rapporto non fa distinzioni tra PUBG e PUBG Mobile, quindi si presume che entrambe le versioni del gioco saranno soggette al divieto, anche se non è chiaro quante persone saranno interessate dai ban, PUBG è il quinto gioco più venduto di tutti i tempi, con 75 milioni di copie in meno di cinque anni. Lo scorso anno, è stato riferito che oltre 100.000 persone in Afghanistan giocano a PUBG Mobile durante le ore di punta.

Per quanto riguarda il motivo per cui i talebani sono ansiosi di bannare PUBG, il gruppo afferma che il gioco sta fuorviando i giovani afgani.

L'Afghanistan non è il primo paese in cui PUBG è stato bandito. Inoltre, il gioco non può essere giocato in Nepal, India e Pakistan.

Fonte: Eurogamer

Commenti