Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Sony S1 ed S2

Cosa attendersi dai tablet targati PlayStation?

Il recente annuncio di due tablet targati PlayStation dimostra che Sony ha seriamente intenzione di entrare nel mercato dominato dall'iPad di Apple. Bisogna però chiedersi se il nuovo hardware abbia abbastanza potenza "sotto il cofano" per poter sfidare l'attuale leader incontrastato del settore.

Le prime impressioni riguardo i due dispositivi sono buone. Sia che si tratti di televisori, di console o di computer, Sony ha la reputazione di fornire sempre uno stile all'avanguardia per i suoi prodotti, e l'aspetto estetico di entrambi i tablet (l'S1 da 9.4 pollici e l'S2 richiudibile con due schermi da 5.5 pollici) dà l'impressione di una certa eleganza tecnologica e di qualità costruttiva.

Sony inoltre sta tentando un'innovazione nella mobilità dei tablet con l'S2, un dispositivo che si può ripiegare e mettere in tasca. Il più massiccio S1 sembra quindi studiato per funzionare principalmente in casa, mentre l'S2 è ideale da portare in viaggio. Entrambi paiono però utilizzare la stessa architettura, e incorporano fotocamere sia frontali che poste sul retro.

Le funzionalità di base utilizzano il sistema operativo Honeycomb Android di Google, potenziato ulteriormente da altre caratteristiche come la possibilità di usare il tablet come telecomando per il Bravia AV kit. Sarà anche possibile trasferire i contenuti sulle TV e agli altoparlanti wireless. La scelta di Sony di utilizzare le tecnologie più avanzate assicurerà che entrambi i tablet riusciranno a decodificare contenuti h264 a 1080p con poco sforzo.

Il video di Sony dei nuovi tablet S1 ed S2 mostra anche l'emulazione PS one oltre alle funzioni multimediali e all'interfaccia utente.

Ulteriori servizi verranno forniti grazie alla schiera di outlet mediatici gestiti da Sony: Qriocity si occupa di musica e video, mentre PlayStation Suite offre una gamma di giochi PS one da scaricare (diamo per scontato che i titoli Android convertiti sull'Xperia Play funzioneranno anche su questi tablet). Ci sarà pure una funzionalità eBook tramite il Reader Store, il già noto servizio eReader di Sony.

Tutti questi servizi forniscono a Sony un vantaggio rispetto a molti suoi concorrenti sul mercato Android. Ad ogni modo, dal punto di vista del consumatore, la vera domanda è se questi servizi possano fornire una qualità tale da spostare il mercato dominato al momento da colossi come iTunes e l'irresistibile App Store.

Alcuni interrogativi circondano la conformazione tecnica dei dispositivi. Pare che i tablet Sony abbiano specifiche simili a quelle del Motorola Xoom, che utilizza un NVIDIA Tegra 2 SoC (system on chip). Dando per scontato che si tratti dello stesso processore e non del prossimo chipset NVIDIA "Kal-El", si tratta di una CPU dual core ARM Cortex-A9 alla pari dell'iPad2, unita a una componente GPU che sorpassa di gran lunga quella del primo iPad ma che non è all'altezza dell'ultimo tablet Apple.

Il processore A5 dell'iPad2 utilizza un PowerVR SGX543 MP2, un processore grafico che nel complesso è migliore del Tegra 2 secondo questi benchmark di Anandtech. Il SoC dell'iPad 2 rappresenta un enorme passo avanti per quanto riguarda la potenza grafica, ed è studiato per espandere le mire di Apple nel settore gaming.

Pochi avevano previsto un tale salto di performance, e non si può fare a meno di giungere alla conclusione che Sony abbia optato per un'architettura che, secondo le sue previsioni, sarebbe stata concorrenziale per l'iPad 2. Al contrario però Apple ha realizzato un mostro di potenza ben al di sopra delle aspettative, un aspetto che analizzeremo più nel dettaglio in uno dei prossimi articoli del Digital Foundry.

Nonostante il marchio PlayStation, i tablet mancano di un aspetto chiave appetibile per l'utenza: se l'Xperia Play ha un'interfaccia di controllo fisica studiata per i giochi, le immagini attuali dell'S1 e dell'S2 mostrano un'interfaccia gestita dal touch-screen che va a imitare i controlli del Play. Si tratta esattamente dello stesso tipo di soluzione intermedia adottata dagli sviluppatori che cercano di integrare dei controlli convenzionali sui dispositivi che hanno il solo touch screen.

Ed è proprio qui che abbiamo dei dubbi riguardo il possibile successo dei tablet come prodotti PlayStation. I migliori giochi si sono totalmente dissociati da simili meccanismi di input, mentre altri hanno implementato un sistema in cui i controlli vengono rimappati dinamicamente a seconda di dove il giocatore appoggi i pollici. Quel che invece abbiamo visto finora di PlayStation S1 e S2 suggerisce una configurazione fissa.

Al momento c'è poco altro che possiamo commentare. Le potenzialità dell'S1 e S2 di Sony potrebbero non essere all'altezza dell' iPad 2, ma è davvero troppo presto per giudicare. Con un OS Honeycomb, delle oculate migliorie di Sony e il potenziale della compatibilità con Adobe Flash, l'S1 ed S2 potrebbero guadagnare un serio vantaggio in termini di funzionalità web.

Ci sono anche interessanti opportunità multitasking sull'S2, con il dispositivo che potenzialmente potrebbe far girare diverse applicazioni nei due schermi da 1024x480. Ma il mercato accoglierà bene questo tipo di configurazione rispetto al più convenzionale modello degli smartphone?

Dal punto di vista ludico, se ci troviamo davanti allo stesso processore del Motorola Xoom allora abbiamo un serio deficit di potenza rispetto all'iPad 2, ma è ancora da vedere se i giochi per iPad 2 capitalizzeranno la sua potenza bruta in tempi brevi. Ricordiamo infatti che la stragrande maggioranza dei titoli deve ancora girare come si deve sul vecchio hardware dell'iPad, che entrambi i tablet S1 ed S2 saranno in grado di eguagliare e superare senza sforzo. Detto questo, ci vorrà una spinta titanica per scalzare l'App Store dal suo trono di riferimento per il mobile gaming.

L'obbiettivo dichiarato da Sony è quello di lanciarsi direttamente al secondo posto nel mercato dei tablet, subito dopo Apple. Ma non è l'unica compagnia con questo proposito e ci sarà una notevole concorrenza da parte di altri dispositivi Android.

Come tablet debuttanti, S1 ed S2 sono entrambi molto promettenti. Tutto ciò che dobbiamo sapere adesso è quale sarà il costo e quale data autunnale sarà quella del lancio.

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Commenti

More Blogs

Ultimi Articoli