Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Sound Blaster X1, la recensione

Migliorare l’audio e le chiamate con una piccola spesa.

Creative Labs è stata molto attiva ultimamente nella produzione di DAC e amplificatori all-in-one che migliorino la qualità sonora dei nostri dispositivi elettronici, che siano PC, console o smartphone. Sound Blaster X1 è il nuovo arrivato di questa grande famiglia.

I suoi fratelli maggiori sono X3 e X4, mentre i cugini di primo grado G1 e G3, con SXFI Amp che ha fatto da precursore. Da quest’ultimo importa infatti layout e chassis e tecnologia, ma all’interno come vedremo cambia tutto. Prima d’iniziare a leggere la nostra recensione, conviene dare una consultazione veloce al nostro articolo sui DAC USB per capire meglio di cosa stiamo parlando.

Sound Blaster X1 è un DAC-AMP USB che funge anche da scheda audio, e migliora l’audio in diversi modi: lo potenzia in volume e amplificazione, lo rende più fedele permettendo di sentire tutti i dettagli che prima non venivano evidenziati. Non solo: dà accesso a una serie di effetti come il suono surround virtuale o l’amplificazione dei bassi e dei dialoghi, ma anche filtri per i rumori di sottofondo delle chiamate vocali e videoconferenze. Tutto questo in un piccolo aggeggio della grandezza di un mignolo e dal peso di soli 15 grammi.

Ne avevamo già tessuto le lodi di portabilità in occasione del primo dispositivo di questa linea (mini) SXFI Amp, e se confrontiamo il Sound Blaster X1 con quel DAC non notiamo grosse differenze, anzi. Sostanzialmente hanno la stessa forma e dimensioni e persino la stessa configurazione di tasti e input/output: abbiamo due tasti per modificare volume e andare avanti con le tracce, un tasto funzione e il tasto convesso che attiva la nota tecnologia Creative Super X-FI.

Un filmato che ci mostra le feature di Sound Blaster X1.

Si tratta di una tecnologia di audio olografico che, mappando il vostro orecchio tramite un software specifico, riesce a produrre un suono che risulti unico, meno artificiale e più simile a quello che sentireste trovandovi sul luogo, che sia una zona di guerra di un film, un videogioco o una sala per concerti.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, Sound Blaster X1 è un DAC USB e amplificatore per cuffie in grado di offrire la tecnologia Sound Blaster Acoustic Engine, insieme alla succitata Super X-Fi. Il DAC è un 12dB AKM4377 a 32 bit, mentre l’amplificatore dual audio è un Ti/Burr-Brown INA 1620. Queste caratteristiche permettono una fedeltà audio fino a 96 KHz e 24-bit, e DNR di 115 dB (pari a quello dei fratelli maggiori X3 e X4), mentre riesce a pilotare senza problemi cuffie fino a 600 Ohm d’impedenza.

Queste caratteristiche permettono al Sound Blaster X1 di potenziare e migliorare qualsiasi suono proveniente dal dispositivo sorgente collegato tramite la connessione di input USB-C. L’output esce con un cavo jack a cui si possono collegare cuffie e auricolari di ogni impedenza, o volendo anche un set di casse amplificate o un amplificatore che abbia l’ingresso RCA.

Piccolo e leggero, Sound Blaster X1 si porta comodamente in un taschino.

Sound Blaster X1 è una scheda audio-DAC-Amp multifunzionale e multipiattaforma, quindi funziona su console come Switch, PS4, PS5 migliorandone l’audio e aumentando il volume in cuffia, ma è su PC e Mac che dà il meglio di sé. Su queste piattaforme avremo infatti accesso al software Creative App, che offre tecnologie che abbiamo già testato e che ci avevano convinto sul Sound Blaster Play! 4. Parliamo del pacchetto che include CrystalVoice, Acoustic Engine, Scout Mode, SmartComms Kit e naturalmente Super X-Fi. Troviamo poi un equalizzatore con numerosi profili per musica, film e genere o addirittura diversi per videogioco.

Con questo software, il Sound Blaster X1 si governa praticamente come una scheda audio, potendo quindi scegliere il numero di canali, la frequenza di campionamento, gli effetti audio e quant’altro. SmartComms Kit è una tecnologia che permette di filtrare i rumori di fondo nelle chiamate audio, e la sua particolarità è che si può scegliere se filtrare solo quelli presenti nella nostra postazione, o anche quelli che provengono dal luogo in cui si trova l’interlocutore. Una tecnologia intelligente permette inoltre di attivare o staccare il microfono in automatico quando c’è effettivamente una comunicazione attiva. L’avevamo già testata minuziosamente col Play! 4, quindi poiché non ci sono novità di rilievo, potete consultare quella recensione per valutarne i dettagli.

Per quanto riguarda invece la tecnologia Super X-Fi, è importante sottolineare che questa è generalmente fruibile sia via software sia hardware. Nei dispositivi che non hanno un chip audio dedicato, questa funziona via software e la differenza pratica è che non può essere attivata ad esempio con la musica in streaming: la traccia a cui applicare l’effetto deve essere fisicamente sul dispositivo sorgente. In prodotti come Sound Blaster X1 che hanno invece la tecnologia implementata via hardware, allora si può applicare l’effetto a qualsiasi fonte perché la decodifica avviene tramite chip dedicato.

Quindi, in pratica, questo Sound Blaster X1 è come se fosse una fusione tra S-XFI Amp e Sound Blaster Play! 4, offrendo il meglio dei due dispositivi in un unico prodotto. Abbiamo la tecnologia alla base del primo e distintiva di Creative, e tutte le novità introdotte dal Play! 4 per quanto riguarda qualità dell’audio e software.

Le feature disponibile per piattaforma.

Abbiamo eseguito diversi test per valutare le capacità dell’X1 e come al solito l’abbiamo messo alla prova in ogni possibile frangente e su ogni piattaforma. Siamo partiti dalle console come Switch e PS4, passando poi per il classico smartphone e abbiamo terminato su PC e tutte le sue feature esclusive. Su Switch con giochi come Mario Kart e Metroid Dread il suono che passa per l’amplificazione dell’X1 risulta più potente e più preciso. Con le cuffie Aurvana Live! SE, ogni suono era più forte e dettagliato e la sensazione di coinvolgimento aumenta di conseguenza, senza distorcere mai, nemmeno a volume massimo. Idem su PS4, con giochi del calibro di NBA 2K22, FIFA 22 o Cod Warzone, Sound Blaster X1 riesce a dare nuova vita alle cuffie collegate.

Su smartphone si hanno enormi benefici. L’audio in cuffia con sorgenti come Spotify e simili risulta molto più potente e dettagliato. Nelle tracce ascoltate che variavano da Bitter Sweet Simphony dei The Verve a Sultans of Swing dei Dire Straits, si percepiscono meglio tutti gli strumenti con bassi molto più vibranti in tracce come It’s no Good dei Depeche Mode. Attivando l’S-XFI si ha poi un maggior coinvolgimento, specialmente nelle tracce live o unplugged. Il volume in uscita può arrivare veramente a livelli elevati, sempre che riusciate a tollerarlo.

Ma è su PC che si ha la massima resa. Qui si può impostare la qualità dell’audio al massimo (96 Khz a 24-bit), l’audio surround 5.1 o 7.1 e si ha accesso a una miriade di feature e migliorie software. Questo è l’ideale per l’audio su notebook, spesso di scarsa qualità per via di schede audio e DAC integrati dozzinali, soprattutto in notebook di fascia bassa o media. Se non si va nella fascia premium e dei notebook gaming da 1000 euro in su, è infatti difficile che i produttori installino schede audio di qualità equivalente o superiore a quella del Sound Blaster X1.

Un confronto con i DAC di fascia superiore di Creative (ma non portatili).

In sparatutto in prima persona come Doom Eternal, CoD Vanguard e Overwatch abbiamo potuto apprezzare potenza, qualità e suono surround con l’audio in cuffia. Sentire i passi dei nemici è pure più semplice grazie alla tecnologia Scout Mode, e i profili per genere o addirittura per gioco che troviamo già presenti nel pannello di equalizzazione sono un’ottima cosa. Lo stesso vale per giochi racing come Assetto Corsa Competizione e MMO come World of Warcraft. Non c’è un ambito in cui Sound Blaster X1 non regali soddisfazione.

Unico neo da segnalare, è che c’è una riduzione della fedeltà dell’audio rispetto al Play! 4, la cui frequenza di campionamento arrivava a 192 Khz (sempre solo su PC), mentre qui ci fermiamo a 96 Khz. Una differenza che è però visibile spesso solo sulla carta, visto che solo orecchie allenate da audiofili e con apparecchiature adeguate potranno scorgere la differenza tra le due.

A parte questo, Sound Blaster X1 offre un mix di feature del SXFI Amp e del Play! 4 ed è quindi ad oggi la scelta perfetta per chi volesse migliorare la qualità dell’audio su console e PC e quella delle chiamate vocali, dello smartworking e dei party chat su PC. Il prezzo d’acquisto è contenuto, pari a €69,99 e un’offerta introduttiva include nel prezzo anche le ottime cuffie auricolare Creative Aurvana Trio LS, certificate Super X-FI del valore di €39,99. Nel mercato dei DAC USB portatili è veramente difficile trovare prodotti più completi e convenienti di questo.

Scopri come lavoriamo alle recensioni leggendo la nostra review policy.

Taggato come
A proposito dell'autore
Avatar di Marco Procida

Marco Procida

Contributor

Commenti