Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Street Fighter x Tekken

Parla Seth Killian, il guru dei picchiaduro Capcom.

In quanto senior community manager di Capcom, Seth Killian ha l'incarico di diffondere le notizie riguardanti tutti i giochi della compagnia. Street Fighter IV, Marvel vs. Capcom 3, e ora Street Fighter x Tekken, sono però la sua specialità. Killian di picchiaduro ne sa.

Recentemente i nostri colleghi inglesi di Eurogamer hanno avuto l'occasione di sedersi a un tavolo e scambiare quattro chiacchiere con questo personaggio, così bravo nei picchiaduro Capcom che la società ha dato il suo nome al boss finale di Street Fighter IV. Continuate a leggere per capire cosa rende speciale Street Fighter x Tekken, dall'uomo che lo conosce meglio.>

Eurogamer Quali differenze noteranno i veterani di Street Figher in SFxT?
Seth Killian

Quando useranno i personaggi provenienti da Street Fighter, si sentiranno totalmente a casa. Tuttavia avranno un compagno da sfruttare e bisogna tenere d'occhio la salute di entrambi. A differenza di molti picchiaduro tag-team, tipo Marvel vs Capcom, quando un personaggio muore non viene automaticamente sostituito dalla seconda scelta: se perdi un personaggio, perdi il round.

Questa idea è stata presa direttamente da Tekken Tag Team, in cui entrambi i combattenti devono essere in vita alla fine del round. È una situazione dinamica e mutevole, in cui non ci si può semplicemente focalizzare su un personaggio.

Un altro fattore importante è che manca un sistema come l'Ultra Meter, c'è soltanto una barra dell'energia da cui attingono tutte le tecniche speciali. Inoltre i tasti dei focus attack sono usati per cambiare personaggio, quindi potrete comunque utilizzare le tecniche di cancel focus che avete imparato, anche se non è proprio la stessa cosa.

EurogamerCosa comporta il nuovo sistema di gestione per l'energia per un gioco come SFxT?
Seth Killian

Bisogna stare molto attenti, e bisogna avere ben presente non solo a che punto è la vostra salute ma anche il tipo di danno che il vostro avversario è in grado di causarvi. Inoltre dovrete trovare un modo per far subentrare il vostro compagno in sicurezza.

Potete anche cambiare normalmente, è una mossa veloce, ma non è totalmente sicura. Ci sarà sempre un brevissimo lasso di tempo in cui sarete totalmente vulnerabili, quindi è importante trovare la situazione giusta per effettuare il cambio.

Uno dei modi per farlo è cambiare durante una combo, o mentre l'avversario è a terra, o ancora meglio lanciando una palla di energia e usandola come copertura.

Per quanto mi riguarda, la maggior parte delle volte perdo perché sono rimasto con un terzo di vita, e il mio avversario è un personaggio forte, quasi del tutto in salute, che può togliermi quel terzo di vita abbastanza facilmente.

Non è che non mi sia meritato la sconfitta, mi ha colpito e ho perso. Magari avevo il secondo personaggio con il 70% di vita ancora disponibile e sarebbe stato più saggio combattere con lui. Bisogna quindi imparare ad amministrare la cosa con molta cautela.

È una situazione molto più dinamica rispetto a Street Fighter, dove hai solo una barra della salute da tenere d'occhio e dove non c'è alcun modo di riempirla di nuovo. Dovrete essere molto più furbi e attenti nel controllare la vostra energia.

Per questo motivo mi sono ritrovato a perdere molto spesso, perché ho una mentalità totalmente orientata su Street Fighter. Capita di perdere ma si può evitare stando attenti con i cambi.

Lo spettacolare trailer di Street Fighter x Tekken.
EurogamerCome descriveresti il ritmo di gioco?
Seth Killian

Abbastanza frenetico. Quasi nessuno dei personaggi di Tekken ha attacchi a distanza, quindi è più facile trovarsi molto vicini. La distanza media fra i due avversari raramente supera la mezza schermata, e se vuoi veramente sporcarti le mani devi accorciarla di parecchio.

Ovviamente i personaggi di Street Fighter hanno attacchi a distanza, e possono essere utilizzati nella maniera tradizionale per creare match molto interessanti. Anche se per il momento mi sono concentrato maggiormente sul lato Tekken, è quasi del tutto nuovo per me: non gioco ad un titolo della saga dai tempi di Tag Team, ho smesso al quarto capitolo.

A proposito dell'autore

Avatar di Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Contributor

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Commenti

More Intervistas

Ultimi Articoli