Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Super Street Fighter IV

Dieci nuovi sfidanti.

Uno dei più grandi meriti di Street Fighter IV è stato quello di essere riuscito a riportare online migliaia di appassionati di picchiaduro, ripopolando le arene videoludiche di tutto il mondo in maniera quasi inaspettata. Dopo una straordinaria cavalcata videoludica, fatta d’interminabili sfide all'ultimo sangue, un nuovo fiammante capitolo della serie sta però per arrivare sul mercato e la nostra speranza, così come quella di tutti gli appassionati, è che non si tratti solo di un semplice aggiornamento.

La domanda a cui dare una risposta è dunque soltanto una: quali saranno gli elementi che differenzieranno Super Street Fighter IV da SFIV? Nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di provare a fondo una build del gioco quasi definitiva e dopo un'attenta analisi possiamo affermare che le più grandi novità riguardano prima di tutto una maggior velocità e diversità, oltre a un maggior equilibrio complessivo.

La prima cosa che salta agli occhi è sicuramente il roster, arricchito da vecchie glorie ad alcune facce nuove che faranno senz'altro la felicità di tutti gli appassionati del franchise. I primi tre, presi dalla serie Alpha (anche se è giusto ricordare come nascano dal primo Street Fighter e da Final Fight) sono Adon, ex allievo di Sagat nonché maestro del Muay Thai, Guy, esperto nel Bushin Ryu Ninjitsu, e Cody, un classico anti-eroe caratterizzato da uno stile un po' grezzo ma non per questo poco efficace.

Tra i nuovi costumi spiccano una specie di armatura per M. Bison, e uno stile simile al Sgt. Pepper per Dudley.

Adon potrà contare su tutte le sue mosse Alpha come il Jaguar Tooth e il Jaguar Kick, e avrà dunque la capacità di muoversi con grande rapidità per tenere sempre sotto pressione il suo avversario. Come se non bastasse potrà sfruttare anche tre diverse Super, che pur avendo tutte inizio allo stesso modo si potranno concludere in tre diverse modalità, determinate dai pulsanti premuti durante il loro svolgimento. Per quanto riguarda le Ultra, invece, Adon potrà contare sia sul Jaguar Revolver, un vecchi classico, che sulla Jaguar Avalanche, una mossa estremamente spettacolare oltre che davvero efficace.

Se da un lato Adon è paragonabile a una valanga, Cody, al contrario, può essere visto come una vera roccaforte. Proprio come Adon, anche questo lottatore porta con sé alcune sue storiche mosse come il Bad Stone, il Criminal Upper e il Ruffian Kick, a cui si aggiunge però anche lo Zonk Knucle. Lo svolgimento di quest'ultima mossa è molto simile alla Quesadilla Bomb di El Fuerte: dopo aver caricato il colpo attraverso la pressione prolungata del pugno, Cody afferrerà rapidamente il suo avversario.

A proposito dell'autore
Avatar di Davide Persiani

Davide Persiani

Contributor

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Commenti