Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Suzuki: "Esiste un concept per Shenmue 3"

Ma... lo vedremo mai?

Nella giornata di oggi Yu Suzuki, ex pilastro di SEGA, ha dichiarato, con grande sorpresa di tutti, che Shenmue 3 non è una semplice fantasia... esiste.

"Esiste già da tempo un concept per Shenmue 3, perciò..." ha dichiarato, ridendo, durante un'intervista rilasciata a 1UP.

"Shenmue 3 non amplia gli orizzonti dei suoi predecessori, ma li approfondisce. Gran parte dei dialoghi si concentrano sul protagonista e su Shenhua... i due parlano di molte altre cose, molto più profonde rispetto al passato".

"Ciò che sto per dirvi non fa parte del gioco, ma è un esempio che vi farà capire cosa intendo per dialoghi profondi: quando Shenhua e Ryo sono a casa, Shenhua offrirà a Ryo un tè o un caffè e il giocatore deve scegliere quale bere. O magari Shenhua farà a Ryo una domanda come "Ipotizziamo che cii siano quattro animali - una scimmia, un gatto, un cane e un uccello - e che tu stia per attraversare il fiume potendone portare con te solo tre. Quale abbandoneresti?" E il giocatore anche in questo caso deve fare una scelta".

"Shenhua farà molte domande come queste e le risposte andranno a influenzare i rapporti del giocatore con gli altri personaggi. E' un po' come un test sulla personalità. Prendendo l'esempio di prima, se uno decidesse di abbandonare la scimmia, allora vorrebbe dire che si tratta di una persona propensa ad abbandonare la propria moglie".

Di fronte ad affermazioni di questo tipo è impossibile non chiedersi su quale basi si raggiungano conclusioni di questo tipo... ma prima o poi forse lo scopriremo.

Al momento, come avrete senz'altro intuito, non c'è tuttavia nulla di concreto. Suzuki è attualmente al lavoro su Shenmue City, e di fronte ad una domanda diretta sul futuro del franchise e dunque su Shenmue 3 ha risposto con un semplcie: "Mai dire mai".

Staremo a vedere.

A proposito dell'autore
Avatar di Davide Persiani

Davide Persiani

Contributor

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Commenti