Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Tatsunoko Vs Capcom: Ultimate All Stars

Decenni di passione in un disco imperdibile.

Se c'è un gioco che i possessori di un Wii aspettano con ansia in versione europea, quello è Tatsunoko Vs Capcom: Ultimate All Stars, capace di riunire insieme alcuni dei personaggi più importanti di anni e anni di picchiaduro e cartoni animati. Saranno molte le differenze che passeranno tra la versione nipponica del gioco e quella occidentale, principalmente a causa di pesanti problemi legati ai diritti d'autore e, in secondo luogo, per gli interventi fatti dai programmatori per migliorare ulteriormente una formula già convincente nella sua prima uscita.

Dopo aver testato a lungo la versione nipponica non posso che assicurare a tutti i possessori del Wii che non c'è bisogno di invidiare Street Fighter IV o gli altri picchiaduro usciti sulle console HD, per il semplice fatto che questo titolo Capcom è una vera gemma nel panorama dei giochi di lotta.

Il cast di personaggi è a dir poco eccezionale, così come il comparto tecnico in generale. Sebbene i modelli dei lottatori non siano composti da chissà quanti poligoni o animati alla perfezione, infatti, il design generale e le scelte stilistiche lasciano il segno, al punto tale che sarà davvero difficile scegliere una sola coppia di personaggi preferiti. Come da tradizione della serie Versus, il gameplay non ruota attorno a incontri uno contro uno, ma si basa su una modalità TAG a coppie che permette, quindi, di creare team incredibili per sperimentare combo sempre più complesse ed efficaci.

Match come questo sono all'ordine del giorno...e non diteci che non li riconoscete questi due qui!

Già dalla versione giapponese del gioco spicca chiaramente un elemento su cui gli altri picchiaduro in circolazione non possono contare: la passione. Perfino Street Fighter IV, il ritorno di una serie storica dopo anni di assenza dalla scena, latita dal punto di vista dei dettagli per gli appassionati. I filmati iniziali e finali dei personaggi non hanno senso, le modalità sono poche e, in generale, il gioco è troppo “freddo” rispetto a come sarebbe potuto essere con un pizzico di cuore in più da parte dei programmatori. Tatsunoko Vs Capcom, dal canto suo, vi stupirà per il suo umorismo sfrenato e per le innumerevoli chicche inserite dai programmatori per la gioia dei fan di questo o quel personaggio.

Tutto, a partire dai menu di selezione della modalità fino ai finali dei personaggi, trasuda cura e attenzione ai dettagli, elementi che di certo faranno impazzire di gioia i giocatori cresciuti a pane e Yattaman. Come già accennato in apertura dell'articolo, tuttavia, la versione occidentale di Tatsunoko Vs Capcom soffrirà di alcuni tagli legati a insormontabili problemi di diritti. Per questioni prettamente legali i programmatori sono costretti ad affrontare la situazione di ogni lottatore singolarmente, procedimento che oltre a dilatare i tempi di conversione sta mietendo le prime vittime del roster.

Hakushon Daimao, per esempio, meglio conosciuto in Italia come Mago Pancione, verrà escluso dalla versione americana del titolo, mentre non è ancora chiaro se in Europa avremo il piacere di ritrovarlo nella schermata di selezione. Fortunatamente in casa Capcom hanno deciso di non starsene con le mani in mano, prodigandosi di selezionare una serie di personaggi extra che, oltre a riempire il vuoto lasciato da Hakushon Daimao, andranno ad arricchire ulteriormente il cast.

La telenovela dei diritti, però, non andrà a colpire solo la rosa di lottatori, ma marchierà a fuoco anche il comparto audio, costringendo i programmatori a eliminare alcune delle musiche originali della Tatsunoko per sostituirle con altri brani realizzati appositamente. Le qualità ludiche del titolo, comunque, rimarranno inalterate, così come la spettacolarità degli incontri e la fluidità del sistema di combattimento. Per poter mettere le mani su questo gioiello dovremo attendere ancora qualche mese, visto che l'uscita in Europa è prevista prima della fine del 2009. Nel frattempo godetevi le splendide immagini della galleria e i filmati disponibili.

A proposito dell'autore

Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti

More Anteprime

Ultimi Articoli