Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Valheim, ritorno in un epico limbo vichingo

Il mito in azione.

Sono passati otto mesi dal lancio di Valheim, e io ed i miei amici abbiamo finalmente completato la nostra missione. Abbiamo trovato la location perfetta e abbiamo costruito una bella vasca riscaldata con vista sul lago, a cui abbiamo anche installato un’illuminazione. Sì, tutto vero: la nostra città-spa vichinga era finalmente completa. Una volta spogliati delle nostre pesanti armatura, ci siamo tuffati nella vasca e abbiamo iniziato a gustarci il paesaggio circostante. Il silenzio era improvvisamente calato tra di noi, con solo qualche cervo che coi suoi versi a interrompere quella situazione di quiete.

Allora qualcuno disse: “E adesso?".

Chi ha giocato Valheim dal suo lancio conosce bene la situazione: sta ai giocatori stessi fissare degli obiettivi personalizzati per ciò che vogliono realizzare nel gioco. Gli aggiornamenti sono stati pressoché scarsi e poco ambiziosi, limitandosi a bugfix e qualche nuovo oggetto da craftare piuttosto che a introdurre nuovi capitoli della storia. Il semplice sistema di costruzione di Valheim è stato sufficiente per tenere impegnati i giocatori per un po’ di tempo, ma ci sono solo più strutture da costruire.

Gran parte dell’esperienza di Valheim sta nella creatività e nell’avventura. Ma con poche sorprese incluse negli aggiornamenti post lancio, il mondo di Valheim che prima sembrava sconfinato, ora appare un po’ più limitato.

Il nostro team video mentre giocava a Valheim in prossimità del suo lancio all’inizio del 2021.

Valheim però non ha mai voluto essere un vero gioco come servizio. Lo sviluppatore Iron Gate ha confermato che a un certo punto si arriverà a una fine, ed essendo un gioco Early Access su Steam non andrà avanti a tempo indefinito. Ma stando al ritmo di sviluppo sostenuto finora, magari ci vorrà ancora molto tempo perché si giunga a quel momento. Nonostante la sua natura Early Access, il gioco dava la sensazione di essere un prodotto completo fin da subito. Con grafica a basso numero di poligoni, un coinvolgente sistema di crafting e boss fight impegnative, i giocatori erano attratti dal gioco e ci spendevano dozzine di ore.

Come gioco sandbox multiplayer, ha fornito anche un luogo perfetto per connettersi con gli amici durante il lockdown pandemico. In un’intervista con GamesIndustry.biz, il publisher Coffee Stain ha spiegato che la popolarità di Valheim è cresciuta grazie anche a certe tendenze culturali e nei giochi. Tra queste non possiamo non citare il revival della cultura vichinga guidato da Assassin's Creed Valhalla e dalla serie di HBO Vikings, ma anche dall’ascesa della popolarità di survival game come Rust. Tutti questi fattori combinati hanno fatto sì che il lancio di Valheim andasse ben oltre le aspettative. Tre milioni di copie sono state vendute nei primi 16 giorni, e ad un certo punto Valheim ha raggiunto e superato 500k giocatori contemporanei su Steam, piazzandosi ottavo nella classifica di giochi con più utenti connessi contemporaneamente di sempre sulla piattaforma, superando titani come Fallout 4, Apex Legends e GTA 5 (via Steam Charts).

state of the game valheim - players in their hot tub
Skålding hot.

Il successo era meritato, ma ha messo il piccolo team di sviluppo in una situazione difficile. In quel tempo Iron Gate era infatti composto da soli cinque sviluppatori. L’avvento di centinaia di migliaia di giocatori contemporaneamente ha accelerato il processo di emersione dei bug e il team ha inevitabilmente dovuto dare priorità alla correzione dei problemi piuttosto che a creare nuovi contenuti. Il piano di Iron Gate di rilasciare quattro aggiornamenti durante il 2021 è andato in fumo, e il team ha deciso di concentrarsi sul portare a termine il primo grosso update di Valheim, Heart and Home.

state of the game valheim - exploring as a trio looking out over grassy hills under a blue sky
state of the game valheim - exploring on a longboat at night
Queste immagini sono tratte dai primissimi giorni di vita del server, mentre ci apprestavamo a partire per il nostro primo grande viaggio. I viaggi in nave in Valheim rappresentano fantastiche opportunità per parlare via chat con gli amici. Fino a che non incontrerete una creatura dagli abissi.

La decisione iniziale di risolvere prima i problemi tecnici è stata probabilmente quella giusta per Iron Gate: con milioni di giocatori che spendono soldi nel prodotto nel suo stato attuale, è importante assicurarsi che il gioco di base giri bene. Però questo ha impedito ad Iron Gate di capitalizzare la grandissima popolarità di Valheim subito dopo il suo lancio. Il gioco aveva disperatamente bisogno di mantenere vivo il momento di successo e di un aggiornamento al bioma.

Il fulcro narrativo Valheim è rappresentato da Odino che assegna una missione che ha come obiettivo l’abbattimento di una serie di boss, ognuno dei quali presiede una regione specifica. Prima di arrivare da ogni boss si dovrà prendere possesso del suo bioma. Questo implica migliorare l’equipaggiamento utilizzando le nuove risorse disponibili sul territorio, difendersi da nemici più agguerriti e convivere con ambienti più ostili. Il ciclo boss-bioma è essenzialmente la forza trainante del gameplay di Valheim, che scandisce i progressi nel gioco e allo stesso tempo invoglia a proseguire. Ma sono passati ben 17 mesi e ancora non abbiamo ricevuto un nuovo capitolo in questa storia.

state of the game valheim - players at the summoning cirle, a spooky hilltop structure glowing red
Sul nostro server solitamente organizziamo un gruppo con l’intento di sconfiggere un nuovo boss. Non usiamo i portali, prediamo invece una nave o viaggiamo a piedi. Un’esperienza quasi anacronistica e mistica che non sperimentavamo da tempo.

Onestamente, Valheim aveva così tanti contenuti al lancio che la sua storia si sarebbe potuta tranquillamente concludere nel bioma Plains. Ma l’allettante promessa di ulteriori avventure ha sicuramente catalizzato un po’ di frustrazione tra la comunità. Nel server dedicato del mio gruppo, questo ha portato a un lento ma inesorabile cambiamento nel modo in cui ci approcciavamo al gioco. Nei primi giorni provavamo paura ed eccitazione, avevamo costantemente la sensazione che qualcuno potesse sbucare dagli alberi e ucciderci.

Dopo aver ottenuto nuovi equipaggiamenti ed esserci sistemati, siamo entrati in una nuova fase di convivenza col mondo attorno a noi. Con tutti i biomi già conquistati e pochi fattori che ci potessero mettere in difficoltà, ci siamo dedicati a progetti frivoli, come la costruzione di una città-spa o di una base al Polo Nord. Di conseguenza, il nostro interesse per il gioco è diminuito nel corso del tempo. Nessuno di noi ha completamente abbandonato il gioco però, visto che c’è sempre l’interesse di vedere cosa porterà il Mistlands update, ma stiamo finendo a corto di idee edilizie.

state of the game valheim - exploring as a trio with a torch at night
state of the game valheim - approaching a glowing cabin in the woods at night
Allestendo un piano.

Anche se un aggiornamento ai biomi è decisamente necessario, non bisogna ridimensionare l’importanza degli altri aggiornamenti. Molte patch hanno migliorato i sistemi di gioco di Valheim: per esempio Hearth and Home ha aggiunto diversi elementi per la costruzione e rielaborato il sistema di crafting del cibo per renderlo più complesso. Ma gli aggiornamenti hanno spinto anche maggiormente i giocatori all’avventura, visto che servivano ad esempio determinati tipi di legno da raccogliere nelle foreste per allestire un accampamento nelle Plains. L’aggiornamento Caves ha aggiunto nuovi dungeon nel bioma Mountains e riacceso le emozioni che si provavano nei primi giorni di vita del gioco, ovvero quelle di mistero e scoperta di nuovi luoghi.

state of the game valheim - players creeping through mountainous ruins, snow on the ground, at night
Qui abbiamo dovuto scalare una montagna.

Non sarà cambiato molto dal lancio, ma non dobbiamo dimenticarci che l’essenza stessa di Valheim è ancora quella di un brillante survival game. Sicuramente non proverete la stessa sensazione di misticismo e di incertezza nel secondo playthrought, ma il crafting compulsivo, l’esplorazione e le boss battle, ci sono sempre. Si tratta di un gioco disegnato sul concetto che ogni escursione lontana dalla base possa tramutarsi in un evento drammatico, anche un breve giro per raccogliere lamponi.

Inoltre, Valheim gode di una community molto accogliente e dedita al supporto. Dalla Squadra di Recupero Corpi per aiutare i giocatori a recuperare gli oggetti perduti, agli apprezzamenti per le costruzioni creative sul subreddit di Valheim, c’è una sensazione di calore che migliora nettamente l’esperienza di gioco.

Un esempio della famosa Squadra di Recupero Corpi in azione.

Se giocato in solitaria, Valheim offre un viaggio ispirato e alienante attraverso l’aldilà vichingo, ma è un gioco che dà il meglio di sé giocato in compagnia. I giocatori sviluppano una coesione simile a quella dei plotoni. Quando si trova un buon gruppo di amici con cui condividere viaggi e avventure, allora non sorprende di ritrovarsi a giocare dopo più di un anno nonostante manchino contenuti freschi.

La motivazione che riesco a dare a questo fenomeno è semplicemente la forza di Valheim come gioco sandbox, con la bellezza del suo mondo. Spesso lo utilizziamo semplicemente come posto per sederci a chattare in tranquillità. Una sera abbiamo passato una sessione serale a costruire una piattaforma per pescare, dopodiché ci siamo rilassati a bere idromele a pescare guardando il tramonto. Uno sguardo alla mappa del nostro server attualmente mostra avamposti e basi sparse per tutti i continenti con miriadi di nomi alle location che rievocano specifici viaggi e avventure, in pratica un attestato della nostra esperienza collettiva nell’anno appena trascorso. Valheim guida i giocatori verso l’avventura, ma lascia che i giocatori scelgano la propria strada, breve e facile o lunga e accidentata che sia.

state of the game valheim - two players in silhouette fishing at sunset
state of the game valheim - a view of the map with lots of hoe-based pun names
Sarò onesta: gran parte dei nomi che abbiamo dato ai nostri posti sono stati decisi da scherzi andati fuori controllo.

Presto, forse, vedremo finalmente arrivare l’update bioma Mistlands in tutta la sua gloria. La lunga attesa per questo aggiornamento è divenuta frustrante, ma bisogna anche contestualizzare tutti i rinvii. Valheim è un gioco che per poco più di €15 è capace di fornire centinaia di ore d’intrattenimento. Stando alle mie 230 ore indicate da Steam, è difficile portare rancore per il ritardo di un aggiornamento a un gioco che sa già di completo. Quindi fino a quando non arriverà questo aggiornamento, mi vedrete dedicarmi pazientemente ad attività secondarie. Qualcuno vuole aiutarmi a costruire una casa sull’albero?

A proposito dell'autore

Avatar di Emma Kent

Emma Kent

Contributor

A former Eurogamer intern and reporter, Emma loves delving into communities and modding scenes in search of the weird and wonderful. Oh, and be prepared for puns. Lots of horrible puns.

Commenti

More Articoli

Ultimi Articoli