PES 2011

Calcio tascabile.

Versione provata: PSP

Se siete appassionati di calcio digitale e nello specifico di PES, è molto probabile, per non dire scontato, che possediate una copia dell'ultimissimo capitolo della serie per PlayStation 3, Xbox 360 o PC... ma ciò non toglie che alcuni di voi, magari abituati a viaggiare spesso o costretti a prendere treni o mezzi pubblici per raggiungere la vostra scuola o il vostro posto di lavoro, desiderino sapere cosa può riservare l'edizione portatile del celeberrimo titolo calcistico targato Konami.

E qui entriamo in gioco noi! Volete sapere se la versione PSP di PES 2011 merita il vostro tempo e, cosa più importante, i vostri soldi? Allora non vi resta che continuare a leggere per scoprirlo.

Esattamente come la versione PS2 e quelle in alta definizione, anche l'edizione per PSP dispone di tutte le modalità introdotte quest'anno, eccezion fatta per la Master League Online; potrete dunque dedicarvi a classiche amichevoli, alla Champions League, alla Libertadores, a Coppe e Campionati, e alle immancabili Master League e Diventa Un Mito. Insomma, potrete affrontare anche lontano da casa tutte le principali modalità che siete soliti disputare seduti sul vostro divano di casa.

1

L'impatto visivo non è purtroppo dei migliori, ma sarete comunque in grado di riconoscere tutti i giocatori più famosi.

A tutto questo si aggiunge poi una pregevole aggiunta, ovvero World Player, una modalità molto simile a Diventa un Mito in cui è possibile vestire i panni di un qualsiasi calciatore pre-esistente nel database, per affrontare un'intera stagione con tutti gli oneri e gli onori del caso. Se avete un giocatore preferito, questo sarà il modo migliore per replicare, e magari migliorare in-game, le sue gesta.

Altra feature distintiva di questa edizione è la Carta Amico. Di che si tratta? Semplice: al primo avvio del gioco vi sarà chiesto di inserire un nome, la vostra nazionalità e un vostro ritratto (realizzabile con l'ottimo editor interno), e dal momento in cui avrete finito quella rappresenterà una sorta di vostro "biglietto da visita" scambiabile con i vostri amici dopo ogni partita disputata.

Il titolo dispone inoltre di diverse opzioni multiplayer, limitate però alla connessione ad-hoc, che sapranno senz'altro stuzzicare l'interesse di qualsiasi calciofilo in circolazione; oltre a banali amichevoli, questa edizione permette infatti di disputare la Champions League e La Libertadores in compagnia dei propri amici, incrementando così l'intensità dello svolgimento di queste due celebri competizioni in maniera tutt'altro che marginale.

2

Real Madrid vs. Manchester United. Un grande classico anche su PSP.

Come se questo non fosse già abbastanza, l'esperienza è impreziosita anche dalla presenza della modalità multiplayer Miti dove, sfruttando i giocatori "creati" nell'omonima modalità, è possibile costruire squadre tanto varie quanto temibili, da utilizzare poi per partite testa a testa o entusiasmanti tornei. Considerando la mancanza di un multiplayer più tradizionale, si tratta dunque di feature che non vi faranno di certo rimpiangere le vostre console casalinghe.

Sul fronte del gameplay il titolo propone una struttura quasi del tutto identica alla controparte per PS2, che risulta però in parte limitata a causa della mancanza dei due trigger e del secondo stick analogico. Console alla mano l'esperienza di gioco si dimostra tuttavia più che soddisfacente, e questo nonostante la mancanza di tutte le nuove feature introdotte quest'anno nelle edizioni di PES in alta definizione; costruire trame di passaggi è semplice e divertente, e lo stesso dicesi per tiri e cross, che pur facendo pendere l'ago della bilancia verso l'arcade piuttosto che verso la simulazione, riescono comunque a garantire diverse soddisfazioni.

Seppur impoverito da prevedibili quanto ovvie limitazioni dovute alla sua natura handheld, l'edizione PSP di Pro Evolution Soccer 2011 si dimostra dunque meritevole di grande attenzione da parte di qualsiasi appassionato del franchise; l'esperienza di gioco non è chiaramente paragonabile a quelle offerte su console next-gen e, in parte, su PS2, ma ciò non toglie che grazie a qualche nuova feature introdotta per sopperire a diverse, significative mancanze, e a un gameplay di buono spessore, il titolo sia comunque in grado di regalare diverse soddisfazioni.

8 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio PES 2011 Davide Persiani Calcio tascabile. 2010-12-07T23:40:00+01:00 8 10

Commenti

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...