Ben 10 Ultimate Alien: Cosmic Destruction

Incontri ravvicinati di nuovo tipo.

Versione provata:

Avete idea di quanti giocattoli, serie televisive, gadget e videogiochi di Ben 10 siano usciti negli ultimi anni? Ve lo dico io, una marea infinita! In qualsiasi parte d'Italia, d'Europa o del mondo vi troviate vi sarà pressoché impossibile non "inciampare" in qualcosa che abbia a che fare con questa saga. Fin dalla sua prima uscita, risalente al 2005, il successo di questa saga non ha conosciuto crisi.

L'ultimo tassello di questo gigantesco puzzle, ben lontano dall'essere ancora completo, è proprio questo quinto gioco, il primo dedicato all'ultima serie televisiva, Ultimate Alien. In cabina di regia troviamo ancora una volta il team Papaya Studios, che dopo una lunga serie di giochi griffati Disney è sbarcato alla corte di Ben 10 lo scorso anno e sembra deciso a rimanerci a lungo.

La loro precedente fatica, Ben 10 Alien Force: Vilgax Attacks, non è stato accolto in maniera particolarmente esaltante dalla critica, ma la popolarità del personaggio ha comunque contribuito a fargli ottenere un ottimo riscontro di pubblico.

Vi lascio il gusto di scoprire da soli l'affascinante trama del gioco, che pur essendo slegata dalle puntate televisive, vede sempre protagonista il giovane Ben Tennison, cresciuto rispetto alle sue prime avventure ma sempre impegnato a salvare il mondo grazie al suo fido Omnitrix, che in questa nuova serie è diventato più potente e viene chiamato Ultimatrix.

1

La storia del gioco non concede ad eventuali neofiti del brand alcuna spiegazione sugli eventi passati.

Questo nuovo giocattolino concede a Ben gli stessi poteri del precedente, ai quali si aggiungono nuove trasformazioni e versioni più potenti delle creature già note ai fan, le cosiddette Ultimate Forms. Andando avanti nell'avventura è possibile scegliere liberamente quale potere potenziare e questo concede una libertà di personalizzazione maggiore rispetto al passato.

Dal punto di vista del gameplay ci troviamo di fronte al canonico action-adventure, con leggere contaminazioni da platform... insomma, più o meno quello che ormai ci si aspetta da quasi tutti i giochi su licenza. Il maggior numero di poteri a disposizione e la possibilità di personalizzarli acquisendo DNA, dovrebbe, in teoria, rendere il gioco meno lineare rispetto al passato, giusto? Sbagliato... e vi spiego subito il perché!

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...