Race: Injection - review

Simbin chiude la serie Race con un pacchetto tutto compreso.

Versione provata: PC

Sono passati ormai quattro anni dall'arrivo di Race, il primo titolo motoristico targato Simbin dopo l'ottima saga di GTR che, a cavallo tra il 2005 e il 2006, aveva riportato la simulazione di guida che contava veramente su home computer. La chiusura dei Papyrus aveva lasciato nello sconforto più totale milioni d'appassionati che, grazie al lavoro degli sviluppatori svedesi e all'arrivo di rFactor, avevano avuto l'opportunità di sfogare i loro istinti corsaioli repressi.

Race e la sua versione rifinita targata 07 proseguivano idealmente il lavoro svolto con GTR 2 e GT Legends, proponendo una simulazione completa del campionato WTCC e qualche vettura extra utilizzando il vecchio G-Motor che gli ISI avevano usato per la serie F1 e Nascar. Oltre a Race 07 nel corso del tempo sono stati proposti una serie di pacchetti d'espansione, alcuni venduti a pagamento, altri scaricabili gratuitamente che andavano a completare l'offerta componendo un mix piuttosto completo di vetture turismo, GT, sport, d'epoca e persino monoposto di varie dimensioni e cilindrate da provare su varie piste del mondo.

1

Le monoposto a ruote scoperte non sono licenziate ma la potenza è la stessa di una F1. Da guidare sono delle vere bestie.

"Race Injection raccoglie Race 07 nella sua ultima incarnazione dopo numerose patch e tutti i pacchetti pubblicati."

Race Injection è il titolo che i Simbin hanno dato a questa collezione che raccoglie Race 07 nella sua ultima incarnazione dopo numerose patch e tutti i pacchetti pubblicati in seguito. La lista è piuttosto lunga: il più corposo è sicuramente STTC The Game, che riproduce il campionato turismo svedese con una valanga di vetture derivate dalla produzione di serie e cinque piste svedesi talmente inedite che viene il dubbio esistano veramente.

Il WTTC 2010 pack propone varianti delle piste ufficiali già presenti in Race 07 allo stesso modo di qualche vettura seminuova derivata da modelli già visti in azione nel gioco completo. Maggiori novità si possono attendere dalla Formula Raceroom, che propone versioni non ufficiali di bolidi di F1 in concomitanza con il circuito di Hockeneim.

Per gli amanti della velocità vera, il GT Power Pack è sicuramente più appetibile poiché comprende alcune vetture potenti e nervose tipo la Pagani Zonda e un paio di piste nuove come Chayka e Mid-Ohio. Per gli estimatori di GT Legends infine, molto interessante è il Retro Pack dedicato a una serie di vetture d'annata tra Corvette, Ford e Mini Cooper.

Tanta abbondanza è sicuramente apprezzabile poiché, oggi come oggi, il pacchetto offerto da Race Injection è sicuramente uno dei più completi visti su home computer per quanto riguarda la simulazione di guida. I tratti distintivi della serie Race in termini di guida simulata di vetture tutte diverse tra loro sicuramente rimangono e vanno a comporre un'offerta che i maniaci della simulazione, in teoria, non dovrebbero lasciarsi scappare.

2

Le GT sono probabilmente le vetture meglio riuscite della serie, complice anche l'ottimo lavoro di rifinitura dei modelli di guida di GTR 2 e GT Legends.

"La quantità non basta a mascherare una serie di difetti che impediscono a Race di imporsi come un acquisto imprescindibile."

Diciamo in teoria perché l'eccellenza quantitativa non basta a mascherare una serie di difetti che impediscono alla serie Race di imporsi come un acquisto imprescindibile per gli amanti dei racing ultra realistici.

Il livello della simulazione delle vetture proposte dalla serie Race è sempre stato elevato, ma non ha mai conosciuto un sussulto che andasse oltre la riproposizione del modello di guida originale di GTR 2. Nel corso degli anni è stato continuamente riproposto nelle varie espansioni e pacchetti standalone targati Race ma senza una vera evoluzione tecnica e, questo è il sospetto maggiore, senza un vero studio dei reali comportamenti su strada delle auto proposte come invece era stato fatto per i bolidi sfornati dai Simbin nel periodo 2005/2006.

Oltre a questo, l'impossibilità di migliorare la serie nel corso del tempo è sicuramente legata all'anzianità del motore che muove grafica e fisica. La prima versione del G-Motor degli ISI ha ormai quasi dieci anni di onorato servizio alle spalle e se nella fisica di sospensioni, trasferimenti di carico e gestione delle gomme è ancora all'altezza della situazione, non lo è più dal punto di vista grafico. In Race Injection una palette di colori pallida come una giornata di prove precampionato della F1, si affianca a un sistema d'illuminazione quasi inesistente. Il risultato finale è una scena dettagliata ma piatta in ogni condizione di luce, che non regge il confronto con giochi di guida nemmeno tanto recenti.

3

Le gare in notturna non mancano e anche la pioggia è resa abbastanza bene.

"Il dettaglio dei circuiti e delle vetture denota un'anzianità di fondo dell'engine."

Anche il dettaglio dei circuiti e delle vetture denota un'anzianità di fondo dell'engine che solo un grosso lavoro di rifinitura e gestione del contorno potrebbe mascherare. Il fatto che alcune piste e auto sembrino più curate di altre testimonia come la qualità del lavoro svolto sul gioco completo e alcuni pacchetti extra abbia risentito del diverso periodo in cui questi siano stati creati.

Fortunatamente i contenuti compensano in parte queste mancanze: l'ottantina di vetture e la quarantina di piste permettono una combinazione pressoché infinità di campionati e gare secche. Il multiplayer è collaudato e la comunità di piloti virtuali su Steam, per quanto piccola, permette di gareggiare online contro avversari di livello.

Si tratta comunque di una community di nicchia, non aspettatevi quindi di specializzarvi in qualche strano prototipo e di trovare a qualsiasi ora del giorno e della notte qualcuno che vi aspetta sulla linea di partenza virtuale.

Insomma, malgrado l'abbondante offerta di vetture e circuiti, è netta l'impressione che questo Race Injection sia un'operazione di spremitura del Race07 originale (e delle successive espansioni). Niente di male in tutto questo, soprattutto se pensiamo che il pacchetto viene venduto al prezzo invitante di ventinove euro e rotti su Steam. Ne vale quindi la pena?

"La comunità di piloti virtuali su Steam, per quanto piccola, permette di gareggiare online contro avversari di livello."

RACE Injection - trailer

Se il gioco originale (e probabilmente qualche aggiornamento gratuito) è già presente nel vostro hard disk è difficile consigliarvi di ritornare ancora una volta sull'acquisto, proprio perché qualche add-on in più giustifica difficilmente l'esborso richiesto.

Se invece non avete mai posseduto un simulatore targato Simbin fateci un pensierino senza dimenticare che Race Injection è una compilation tecnicamente datata e con un modello di guida, per quanto avanzato, fermo al 2007: aspettare qualche mese in più rFactor 2 o fare una sosta ai box di Iracing sono alternative da prendere seriamente in considerazione.

7 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Race: Injection - review Matteo Lorenzetti Simbin chiude la serie Race con un pacchetto tutto compreso. 2011-11-30T12:35:00+01:00 7 10

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...