Malicious - review

L'ennesimo gioco d'azione o una gradita sorpresa?

Il genere degli action game può vantare un parco sterminato di titoli e, sopratutto con le ultime generazioni di console, non si riesce più a tenere il conto di tutti i giochi che vengono commercializzati.

Il team giapponese degli Alvion ha deciso di cambiare parzialmente le carte in tavola realizzando un'interessante "boss rush game", dove il nostro compito è quello di affrontare solo ed esclusivamente battaglie contro boss mastodontici.

Non cercate però, anche solo minimamente, di paragonare Malicious con Shadow of The Colossus: il titolo Sony prevede sì le classiche battaglie con i "cattivoni" di fine livello, ma rientrano nel sopracitato campo dei giochi d'azione, con power-up da ottenere e meccaniche annesse.

1

Preparatevi a vedervela con decine di ondate di nemici di tutte le dimensioni!

Una volta scelto il proprio personaggio preferito (dei due disponibili) e imparati i controlli base tramite il ben poco esplicativo tutorial, potremo selezionare uno dei 6 stage che compongono il gioco semplicemente avvicinandoci al livello che desideriamo. Pur essendo tutti accessibili sin dall'inizio, vi consigliamo vivamente di cominciare la vostra avventura dal portale a destra, che oltre ad essere il più accessibile vi premierà con un'arma decisamente potente per sconfiggere i nemici negli stage successivi.

Come detto poco fa il nostro obbiettivo di ogni livello sarà quello di vedercela con un boss gigantesco, ma che naturalmente porterà con se una miriade infinita di scagnozzi. La procedura per sconfiggere i colossi è bene o male sempre la stessa in tutti i livelli, ovvero ottenere punti aura dai nemici più piccoli per poi attivare le nostre armi più potenti grazie ai punti accumulati.

Studiare una strategia è naturalmente cosa buona e giusta, e se nello stage della biblioteca ce la caveremo con solo un paio di attacchi, negli scontri successivi sarà necessario valutare dei metodi efficaci per accumulare quanti più punti aura possibili e abbattere il boss di turno.

2

Lo stile grafico adottato dagli sviluppatori nipoonici di Alvion è una vera delizia per gli occhi.

"Il nostro compito è quello di affrontare solo ed esclusivamente battaglie contro boss mastodontici"

Andiamo ora a scoprire le interessanti meccaniche di gioco che compongono Malicious. Il nostro eroe sarà inizialmente dotato (oltre ai comandi di salto e parata), di due abilità base come sferrare una serie di pugni micidiali, oppure lanciare sfere di energia. Col proseguire dell'avventura otterremo nuovi e devastanti poteri e armi da aggiungere al nostro arsenale, che potremo cambiare tramite l'utilizzo del D-pad.

Ad ogni abilità corrispondono due tipi di attacchi base, assegnati rispettivamente ai tasti triangolo e quadrato. Accumulando una buona dose di punti aura sopracitati e premendo contemporaneamente i tasti L1 + X, il nostro personaggio guadagnerà momentaneamente dei poteri extra, che sferreremo contro il gigante per indebolirlo e distruggerlo. Anche per curarci dai danni ricevuti dai nostri avversari dovremo usare punti aura, che varieranno a seconda della quantità di ferite subite.

Veniamo adesso alle note dolenti di questo Maicious, la prima delle quali risiede nella difficoltà. Anche selezionando il livello più basso faremo fatica a portar a termine la nostra avventura, complice sopratutto il fatto che a nostra disposizione abbiamo solo 3 "continue". Se tutto ciò non fosse abbastanza, ogni stage dovrà essere completato nel limite massimo di 30 minuti, dopodiché sarà game over e dovremo ricominciare tutto daccapo.

3

Questo è quello che intendiamo quando vi parliamo di boss enormi.

Anche per sbloccare le modalità Time Trial e le Leaderboard Online, dovremo sudare le fatidiche sette camicie. Sarà infatti necessario completare il gioco a difficoltà normale ed entro il limite massimo di un'ora. Sinceramente non ci spieghiamo il perché di queste restrizioni, se non altro per ovviare alla totale assenza di extra in Malicious.

Al di là di queste pecche, il titolo di Alvion sprizza un'anima retrò da tutti i pori, a partire dallo splendido design degli ambienti di gioco, alla colonna sonora orchestrata (che in più di un'occasione ricorda le battaglie dei capitoli di Final Fantasy usciti sulla prima PlayStation), fino alla necessità di dover imparare da sé quasi tutte le meccaniche di gioco, a causa di un tutorial non proprio esaustivo.

"Il titolo di Alvion sprizza un'anima retrò da tutti i pori"

Anche la storia, pur non essendo nulla di speciale, viene narrata e approfondita grazie a dei file che sbloccheremo avanzando nella nostra apertura, risultando tutto sommato gradevole. Sfortunatamente, il gioco non è stato tradotto nel nostro idioma, quindi se volete godervi appieno la trama di Malicious, vi conviene avere una discreta conoscenza della lingua anglosassone.

Malicious - trailer europeo

A livello grafico Malicious sfoggia un buon motore, seppur con qualche sporadico calo di frame rate nelle situazioni con troppi nemici sullo schermo. I colori invece, sia quelli degli scenari che quelli dei nemici, sono brillanti e ricordano da vicino quelli del recente El Shaddai.

Tirando le somme, se siete appassionati di giochi d'azione oppure siete alla ricerca di un buon titolo scaricabarile, Malicious è quello che fa per voi. Nonostante i problemi di cui vi ho parlato poco fa, il titolo Alvion riesce comunque ad elevarsi sopra la media grazie a un buon gameplay, ad una grafica godibile e al prezzo accessibile a tutte le tasche. La difficoltà nel portarlo a termine potrebbe essere l'ostacolo maggiore per qualcuno, ma con un po' di pratica le soddisfazioni arriveranno sicuramente.

7 / 10

Malicious è disponibile unicamente sul PSN di PlayStation 3 al prezzo di €7.99.

Leggi la nostra guida al punteggio Malicious - review Manuel Stanislao L'ennesimo gioco d'azione o una gradita sorpresa? 2012-03-14T16:00:00+01:00 7 10

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...