Monaco: What's Yours Is Mine - review

Tanto stile e una buona idea basteranno anche stavolta?

Un gioco stealth con tanto di modalità cooperativa? Questa sì che suona come una bella idea!

Versione provata: PC

Grafica spargi colori, gameplay e dettagli ridotti ai minimi termini, musica originale e poco più di dieci Euro di prezzo: Monaco: What's Yours Is Mine è sicuramente un fedele esponente dei giochi indipendenti più in voga, ma con una particolarità!

Questo nuovo titolo per PC (che arriverà presto anche su console) non è il solito platform uber difficile, né tantomeno un puzzle incazzamuli, bensì un vero e proprio stealth game.

Niente a che vedere con Splinter Cell e Metal Gear Solid, però: Monaco propone un tipo d'azione che nonostante i connotati retrò porta con sé una ventata di freschezza che non ci sarebbe mai aspettati dal genere. Monaco è uno stealth ma di manica larga, decisamente non punitivo se non nei livelli più avanzati, studiato sì per essere giocato da soli ma che dà il massimo nel coop con quattro amici.

Insomma, non solo questo gioco cerca di rinnovare delle meccaniche alquanto stantie ma aggiunge al mix anche un coop dai sapori mai sperimentati prima, e tutto questo senza l'ausilio di qualche publisher quotato in borsa.

1

Troppo confuso? A volte sì ma dopo qualche tempo riuscirete a decifrare senza problemi la grafica del gioco.

In Monaco: What's Yours Is Mine la trama è zero assoluto e le uniche cose che sembrano in procinto di esplodere sono i colori e il pregevole level design, ma il resto è lì solo per fare un servizio al gameplay e si spera anche al divertimento.

In ogni livello di Monaco il giocatore (o i giocatori!) dovranno infiltrarsi in uno stabile, rubare quel che c'è da rubare e tornare al punto di partenza per poi darsi finalmente alla fuga. La refurtiva è divisa tra oggetti principali e monete extra: per finire il livello dovrete prendere obbligatoriamente i primi ma se sarete bravi e sicuri di voi potrete anche cercare di raccogliere più monete possibili, in modo da aumentare il punteggio finale.

A nostra disposizione troviamo otto diversi personaggi (quattro disponibili fin da subito e altri quattro da sbloccare portando a termine determinate missioni) e ognuno di essi potrà contare su un'abilità esclusiva in grado di cambiare l'approccio ai vari livelli.

Potrete giocare a Monaco: What's Yours Is Mine vestendo i panni dello Scassinatore, il più veloce ad aprire porte e casseforti, oppure potrete scegliere la Sentinella che con i suoi sensi può vedere e sentire tutti i pericoli prima degli altri. C'è anche il Borseggiatore, che con la sua scimmia addestrata può entrare nelle tasche altrui senza farsi scoprire, e se vi piace non avere ostacoli potreste preferire la Talpa, in grado di scavare gallerie ovunque. State però attenti al rumore che genererete e che potrebbe attirare tutte le guardie nei paraggi.

"Potrete giocare vestendo i panni dello Scassinatore, della Sentinella, del Borseggiatore e della Talpa"

2

A Monaco certo non manca lo stile...

Le possibilità come vedete sono molte ma c'è un problema: non tutti i personaggi di Monaco possono dirsi fondamentali. È un peccato scoprire che l'abilità di alcuni è solo una versione migliorata di ciò che possono fare anche gli altri, rendendo di fatto parte del cast un po' inutile, un po' forzato, un po' ridondante. Sarebbe stato molto meglio avere la metà dei personaggi ma con caratteristiche più marcate e con ruoli meglio definiti.

Poter scegliere il personaggio più in linea col vostro modo di giocare rimane fondamentale in coop, dove si è chiamati a collaborare attivamente con gli altri. Uno scava il buco, l'altro disattiva la sorveglianza elettronica, il terzo mette fuori gioco le guardie e infine lo scassinatore ripulisce le cassaforti... facile farlo con tutta la calma di questo mondo, molto meno cercando di battere i record delle altre "gang".

Monaco infatti è un gioco che si basa moltissimo sul punteggio. Durante un livello potrete uccidere chi vi pare e affrontare i problemi ad armi spiegate; non ci sono grandissime penalità per chi decida di avanzare senza troppo sale in zucca e diventano quindi fondamentali i record dei giocatori all'altra parte della Rete. Sono i tempi medi a stabilire la vostra bravura, sia come rapinatori solitari che come "banda del buco", qualora doveste giocare insieme ai vostri amici.

"La cooperazione dev'essere precisa come un orologio e un furto deve divenire un balletto perfettamente coreografato"

3

Fog of war: ciò che non avrete davanti agli occhi si trasformerà in una planimetria alla Cluedo.

La cooperazione dev'essere precisa come un orologio e un furto deve divenire una sorta di balletto perfettamente coreografato per essere davvero efficace. La rigiocabilità quindi è la chiave del tutto, un'impostazione questa che aumenta anche la longevità, già garantita dal buon numero di livelli presente.

Monaco non è però il titolo più vario di sempre e non ci vorrà molto tempo prima che una strana sensazione di già visto (e di già fatto) emerga dal semplice gameplay. Il level design è generalmente di ottima fattura ma spesso è costruito attorno a un determinato personaggio e alla sua peculiare abilità, senza nemmeno nasconderlo troppo e bruciando così in parte il divertimento che c'è nello scoprire quale sia la strategia migliore.

Manca poi la possibilità di creare un vero e proprio piano prima di entrare in azione, e ciò spesso trasforma delle sessioni multiplayer potenzialmente esplosive in situazioni in cui tutti vanno per i fatti loro. Manca qualcosa che faccia da collante e costringa le varie parti a collaborare davvero.

Grafica e sonoro si affidano a uno stile decisamente divertente, gli enormi pixel che compongono livelli e personaggi sono ben caratterizzati e la cosidetta "fog of war" viene visualizzata con spruzzi di colore alquanto affascinanti ma non sempre ben leggibili.

"Non ci vorrà molto tempo prima che una strana sensazione di già visto (e di già fatto) emerga dal semplice gameplay"

Monaco: What's Yours Is Mine è un buon titolo a cui però manca quel pizzico di incisività che avrebbe fatto un'enorme differenza dal punto di vista del divertimento e della varietà.

7 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Monaco: What's Yours Is Mine - review Francesco Serino Tanto stile e una buona idea basteranno anche stavolta? 2013-05-03T12:17:00+02:00 7 10

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...