Monster Hunter 3 Ultimate - review

Nintendo a caccia di esclusive.

Riuscirà l'enorme complessità di Monster Hunter 3 Ultimate a risollevare le vendite di una console troppo debole sotto il profilo delle esclusive?

Versione provata: Wii U

Il Nintendo Wii U ha un disperato bisogno di grandi esclusive. Dopo un inizio scoppiettante col ritorno di Mario, ZombiU, Nintendoland e i migliori third party in circolazione, la console Nintendo ha registrato una preoccupante battuta d'arresto nell'uscita di nuovi giochi, che si è riflessa immediatamente sulle vendite. La primavera sembra però scongelare i tanti prodotti in cantiere e, oltre a LEGO City Undercover, gli utenti Wii U possono finalmente acquistare uno dei giochi più controversi degli ultimi anni.

Controverso perché Monster Hunter in Giappone è una vera e propria religione, mentre in Occidente la serie Capcom non è mai riuscita a sfondare. Crediamo però che la versione Wii U di Monster Hunter 3 Ultimate abbia finalmente tutte le carte in regola per riuscire ad imporsi alle attenzioni dei videogiocatori nostrani. L'ottima implementazione del Nintendo Network, infatti, da una parte aggira la minore socialità dei giocatori occidentali, non abituati a ritrovarsi nei bar o nei luoghi pubblici per condividere le loro partite in rete locale, e dall'altra supera lo scomodo sistema basato sui Codice Amico del Wii, appoggiandosi a un'infrastruttura sufficientemente dinamica e moderna da consentire soddisfacenti sessioni online e offline.

Procediamo però con un po' più di ordine: cos'è Monster Hunter 3 Ultimate? In maniera un po' grezza si potrebbe definire una sorta di simulatore di caccia, con un buon impianto da gioco di ruolo e una spruzzatina di fantasy, tanto per dare maggior varietà e pepe alle vostre battute. L'impressione di trovarsi di fronte ad un action game un po' ignorante nel quale affettare mostri di dimensioni enormi verrà velocemente fugata dopo alcune ore di gioco quando, missione dopo missione, Capcom introdurrà tutti gli elementi cardine del proprio gameplay.

1

Diverse saranno le nuove creature inserite in questa versione Ultimate, anche se molte sono 'solo' una variante di quelle esistenti.

I mostri più piccoli infatti potranno essere abbattuti con pochi colpi della vostra arma (ve ne saranno 12 categorie, sei delle quali non presenti in Monster Hunter Tri, tutte sensibilmente differenti da utilizzare), ma per andare a caccia di quelli più grandi non solo dovrete costruirvi un equipaggiamento adatto, ma anche studiare attentamente le loro abitudini, i loro movimenti e i loro attacchi, in modo da avere nello zaino le pozioni e gli oggetti necessari per sopravvivere alla loro furia.

"Ultimata la fase di preparazione avrete solitamente 50 minuti e tre vite per far fuori il vostro obiettivo"

Un volta che la fase di preparazione sarà ultimata avrete solitamente solo 50 minuti e tre vite per far fuori il vostro obiettivo. Durante lo scontro, inoltre, vi saranno diversi fattori da tenere in considerazione: il bottino finale dipenderà infatti dalla vostra bravura nel 'lavorare' il mostro, ovvero nel riuscire ad indebolirlo lentamente per raccogliere materiale da eventuali parti staccate (come la coda) o per provare a catturarlo, mossa che aumenterà esponenzialmente il drop di materiali rari.

Lo scopo ultimo, infatti, non sarà quello di fare fuori l'immonda bestia, ma recuperare i materiali necessari a costruire un'armatura o un'arma più potente grazie alla quale poter andare a caccia del mostro successivo. Questo perché in Monster Hunter 3 Ultimate il vostro alter ego sarà solo una sorta di guscio vuoto le cui caratteristiche e abilità saranno determinate dall'equipaggiamento indossato. Impugnando una balestra, infatti, diventerete un pericoloso cecchino, mentre indossando un'armatura Rathalos potrete difendervi al meglio contro gli attacchi di fuoco.

2

I possessori di Monster Hunter 3 Ultimate su 3DS e Wii U potranno giocare, in rete locale, alla stessa partita.

Considerando che in Monster Hunter 3 Ultimate vi saranno la bellezza di 339 missioni (escludendo i DLC) e 73 tipologie differenti di mostri dai quali ottenere 3061 pezzi dell'equipaggiamento, capirete che questo circolo virtuoso potrebbe portarvi ad abbandonare la vita sociale per i prossimi mesi, in modo da dedicarvi solamente alla ricostruzione del villaggio di Moga.

"e la vita del cacciatore solitario non facesse per voi, potreste decidere di intraprendere un viaggio via mare e sbarcare nel porto di Tanzia"

Se la vita del cacciatore solitario non facesse per voi, potreste decidere di intraprendere un viaggio via mare e sbarcare nel porto di Tanzia, dove iniziare una partita multigiocatore. Qui potreste trovare i vostri amici dotati di 3DS e della loro copia di Monster Hunter 3 Ultimate o, collegandovi al Nintendo Network, giocatori provenienti da tutto il mondo. Qui potrete decidere se entrare in una delle stanze già create o magari farne una vostra, nella quale consentire l'accesso solo ai vostri amici. Una volta fatto ciò, potrete formare gruppi da quattro persone con le quali provare a portare a termine una versione molto più difficile delle missioni in singolo giocatore o battere i tempi dell'Arena, uno spettacolo nel quale i migliori cacciatori del mondo affrontano terribili mostri per vantarsi con gli amici della propria forza e velocità.

Se affrontato in cooperativa, Monster Hunter 3 Ultimate assume tutt'altra faccia. Parlare con gli altri giocator, o semplicemente vedere come si muovono, che equipaggiamento usano e come cacciano, aiuta a rendere la ripidissima curva di apprendimento del gioco un po' meno proibitiva, nonostante a conti fatti le missioni online siano decisamente più difficili e il limite di tre morti per gruppo piuttosto semplice da raggiungere.

Come comincia Monster Hunter 3 Ultimate?

La modalità cooperativa è comunque l'unico modo per affrontare le missioni più difficili pensate da quei malvagi di Capcom, dove versioni corrotte e iperpompate dei mostri che solitamente cacciamo saranno il durissimo obiettivo da abbattere. Solo un gruppo ben addestrato ed equipaggiato può pensare di mettere in piedi strategie sufficientemente complesse per questi avversari, dato che i due Shakalaka che è possibile portarsi dietro, nonostante le 11 nuove maschere, forniranno un supporto relativo.

"Il personaggio che porterete online è il medesimo che utilizzerete durante la campagna in singolo"

Per fortuna il personaggio che porterete online è il medesimo che utilizzerete durante la campagna in singolo giocatore (e che potrete esportare su Nintendo 3DS nel caso possediate anche la versione portatile del gioco), in modo che ogni vostra sessione risulti utile per diventare sempre più forti.

Coi giocatori incontrati online potrete scambiarvi la Tessera di Gilda, ovvero una sorta di carta di identità di Monster Hunter 3 Ultimate, grazie alla quale le altre persone potranno conoscere il vostro livello, i record e l'equipaggiamento. Senza considerare che saltuariamente i giocatori tesserati compariranno nel vostro porto multigiocatore, in modo da assoldarli per qualche missione particolare.

Durante le nostre prove il codice di gioco si è rivelato piuttosto solido, con solo pochissimi problemi di sincronizzazione o disconnessione. Considerando che i giornalisti incrociati erano pochi e provenivano da tutta Europa, siamo piuttosto ottimisti per il futuro, quando una comunità più vasta consentirà di trovare persone più vicine.

3

Una futura patch abiliterà l'off-play, grazie al quale poter giocare a Monster Hunter 3 Ultimate direttamente sul GamePad.

Il fatto di poter utilizzare il microfono e le casse integrati nel Gamepad per imbastire una chat online semplifica enormemente la comunicazioni con gli altri giocatori, che però possono decidere in qualsiasi momento di azzerare la voce e affidarsi alla semplice chat online (limitata a 30 caratteri per frase) o alla gestualità del vostro alter ego. Chi avesse paura di rimanere da solo a cacciare non si preoccupi: Capcom ha promesso di essere al lavoro su di una patch che unificherà i server americani con quelli europei, in modo da riunire le due comunità e riempire le stanze di persone.

"Con una prossima patch dovrebbe essere attivata anche la modalità off-play"

Con questa patch dovrebbe essere attivata anche la modalità off-play, ovvero una delle caratteristiche più amate e apprezzate del Nintendo Wii U. In altre parole, al momento non è possibile utilizzare il monitor del Gamepad al posto dello schermo televisivo, dato che molte funzioni come la mappa, l'inventario e la gestione del party sono ora accessibili tramite touch screen. In questo modo è vero che si libera il televisore da grafiche inutili e si possono raggiungere più velocemente alcuni oggetti nel proprio zaino, cosa molto utile che imparerete ad apprezzare presto, ma dopo l'aggiornamento saremo noi a scegliere come voler giocare, cosa a nostro avviso positiva.

Esattamente come nella versione 3DS dovrete pasticciare un po' con le opzioni per configurare il setup del touch screen che meglio si adatti alle vostre esigenze, ma dopo poche battute di caccia troverete sicuramente quello preferito. La seconda leva analogica semplifica questa ricerca, anche se presto capirete che durante gli scontri più impegnativi raramente la utilizzerete, essendo il vostro pollice impegnato a pestare e schivare. In molti rimpiangeranno l'assenza di un lock-on automatico, ma crediamo che una volta entrati in sintonia con Monster Hunter 3 Ultimate, capirete che questa opzione banalizzerebbe troppo gli scontri e ostacolerebbe le tecniche di caccia più avanzate che abbiano descritto in precedenza.

4

I modelli dei mostri e i dettagli dei protagonisti sono ancora notevoli, ma si vede che la struttura del gioco è derivata da quella Wii.

Tutto perfetto dunque? Sfortunatamente no, perché essendo quello Wii U un porting che oltretutto deve stare al passo con la versione 3DS, il gioco Capcom non sfrutta minimamente le tante peculiarità della console. Partiamo dal comparto grafico: Monster Hunter 3 Ultimate è piacevole, ben caratterizzato, i mostri sono enormi e ben animati, le armature che indosserete ricche di dettagli, ma si vede che il gioco sfrutta asset concepiti su Wii, una console che non faceva della potenza grafica il suo cavallo di battaglia.

"Essendo quello Wii U un porting da Wii, il gioco Capcom non sfrutta minimamente le tante peculiarità della console"

In questo modo gli scenari saranno piuttosto spogli, i livelli suddivisi in piccole aree e non continui, e le texture piuttosto slavate. Il gioco non si concede nemmeno di girare a 60 frame al secondo, anzi, in alcune occasioni non sembra nemmeno essere inchiodato ai canonici 30 fotogrammi, pur non scendendo mai sotto i livelli di guardia. Inoltre non vi sono funzionalità che sfruttino il Miiverse lo stesso dicasi per i tanti sensori del Gamepad o i tasti a disposizione.

Monster Hunter 3 Ultimate è una conversione riuscita, fatta in maniera professionale, ma senza alcun guizzo particolare. I contenuti aggiuntivi inseriti nel disco o nei 6.7 GB di download tramite eShop e i limitati miglioramenti tecnici, potrebbero dunque non essere sufficiente per convincere i possessori di Monster Hunter Tri a fare il grande passo, nonostante il gioco di Capcom sia senza dubbio una delle produzioni più grandi, complesse e magnetiche a disposizione della console Nintendo, nonché un acquisto imprescindibile vista la penuria di giochi validi dell'ultimo periodo.

5

I possessori di Monster Hunter 3 Ultimate in versione 3DS e Wii U potranno trasferire il loro salvataggio da una console all'altra.

Non possiamo però premiare Monster Hunter 3 Ultimate oltre misura, dato che in molti potrebbero non scendere a patti con la sua natura ostica, l'inventario complesso, i controlli piuttosto rigidi e la ripida curva di apprendimento. Capcom ha fatto davvero poco (oltre a qualche scorciatoia su touch screen e il lock sui mostri più grandi) per rendere un gioco con ormai quattro anni sulle spalle più adatto al mercato, soprattutto quello occidentale.

"Cacciare con altri tre amici è un'esperienza davvero strepitosa"

Detto ciò, superato l'impatto iniziale si scoprirà che cacciare con altri tre amici è un'esperienza davvero strepitosa e una volta entrati nelle meccaniche di gioco capirete e apprezzerete la profondità di ogni sfumatura e idea avuta da Capcom. Il Nintendo Network è stato integrato in maniera molto solida, la possibilità di trasferire il proprio salvataggio su 3DS farà felici i possessori di entrambe le console e, una volta arrivata la patch, la possibilità di giocare solo sul Gamepad consentirà di portarsi la partita in giro per casa, continuando la caccia anche dal bagno o dalla camera da letto.

Monster Hunter 3 Ultimate è un gioco che vi richiederà tanta dedizione ma che saprà ripagarvi con enormi soddisfazioni. Grandi perlomeno come un Brachydios.

8 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Monster Hunter 3 Ultimate - review Luca Forte Nintendo a caccia di esclusive. 2013-03-18T01:02:00+01:00 8 10

Commenti (20)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...