Batman: Arkham City - Nightwing Pack - review

Una volta lo chiamavano Robin…

Sembra passata una vita da quando abbiamo parlato dello splendido Batman: Arkham City, eppure era meno di tre settimane fa. Nel frattempo abbiamo pattugliato le strade adiacenti Gotham, scovato tutti gli enigmi di Riddler, seguito per l'ennesima volta le procaci curve di Catwoman mentre piazzava un calcio nei denti a qualcuno... e, soprattutto, ci è venuta voglia di giocare ancora, di proseguire ancora nell'avventura.

Quale modo migliore di farlo allora che non vestire i panni dell'ex-ragazzo prodigio? Quasi tutti sappiamo che il primissimo compagno d'avventure di Batman è stato Richard "Dick" Grayson, diventato dopo la morte dei suoi genitori l'ombra stessa dell'Uomo Pipistrello, un'ombra divenuta famosa come Robin. Dopo di lui ne sono arrivati altri e il coraggioso Signorino Grayson (Alfred ama ancora chiamarlo così), ha intrapreso una carriera anti-crimine indipendente, vestendo i neri panni di Nightwing.

1

Stranamente questo nuovo personaggio non è stato doppiato e mantiene un assoluto silenzio nel corso delle sfide.

2

Oltre alle nuove mappe, il pacchetto Nightwing contiene anche un costume bonus tratto dalla serie animata.

Proprio a questo personaggio è dedicato il DLC di cui sto per parlarvi. A differenza del pacchetto dedicato a Selina Kyle, questo Pacchetto Nightwing non si inserisce nella trama principale del titolo sviluppato da Rocksteady, ma permette di interpretare questo personaggio nelle Mappe Sfida.

Perché dovreste spendere dei soldi per fare qualcosa che in teoria è già compresa nel gioco? Semplice, prima di tutto perché se state leggendo anche questa recensione probabilmente siete abbastanza fan di Batman da averlo già fatto. Secondo, perché combattere con Nightwing fornisce alcune differenze rispetto al farlo nelle vesti di Batman.

Potremmo definire questo personaggio come una via di mezzo tra i due finora disponibili visto che dal punto di vista della velocità siamo un gradino sopra a Batman, ma uno al di sotto di Catwoman. Discorso diametralmente opporto invece per quanto riguarda il discorso potenza.

Le sfide proposte sono divise in due categorie: Combattimento e Predatore. La prima non ha un gran bisogno di spiegazioni e in effetti è quella che più somiglia al gioco originale. Nightwing ha sì il suo repertorio di mosse e tecniche (grazie anche ad un micidiale paio di bastoni "eskrima" stordenti), ma alla fine a livello di gameplay le cose non cambiano più di tanto.

Diverse diventano invece le sfide Predatore, grazie soprattutto ad alcuni sfiziosi gadget che il nostro eroe possiede, tutta roba fatta in casa che una volta tanto non proviene dalle industrie Wayne. La dotazione di base in realtà è simile a quella di Batman, ma Nightwing è anche in grado di colpire di rimbalzo nemici celati alla vista e di metterli fuori combattimento per un po'.

"Il Nightwing Pack permette di interpretare questo personaggio solo nelle Mappe Sfida."

Gli stick a sua disposizione, inoltre, possono "tracciare" più bersagli contemporaneamente ed eliminarli con un colpo solo. Non mancano neanche degli speciali dardi da polso, perfetti per mandare a nanna una compagnia troppo insistente. Volendo è anche possibile fare un'improvvisata ad un gruppo di nemici e piombare in mezzo a loro irradiandoli con uno shock elettrico, ma a parte questo l'approccio di questo personaggio a questo tipo di confronti è leggermente più distaccato e meno fisico rispetto a quello del suo collega.

Vediamo Nightwing in azione.

Le due mappe del pacchetto sono entrambe ambientate a Villa Wayne, il che mi aveva fatto sperare nella possibilità di esplorare la magione in libertà e di avventurarmi nella prima location al di fuori di Arkham City. Niente di tutto questo, purtroppo, l'ambientazione è puramente coreografica e le sfide sono come al solito piuttosto lineari. L'unica scelta concessa riguarda il personaggio con cui si decide di affrontarle.

Il costo di questo Pacchetto Nightwing (560 MP su XBLA e 6.99 euro su PSN) è sinceramente esoso per i contenuti offerti. La possibilità di utilizzare il nuovo personaggio anche nelle mappe già esistenti (e ovviamente Batman e Catwoman in quelle nuove) non giustifica una fascia di prezzo così alta, cosa che non permette a questo DLC di elevarsi fino alla sufficienza. Speriamo vada meglio con Robin...

5 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Batman: Arkham City - Nightwing Pack - review Daniele Cucchiarelli Una volta lo chiamavano Robin… 2011-11-15T16:00:00+01:00 5 10

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...