Resident Evil 5: Una fuga disperata

Resident Evil 5 è il capitolo più venduto nella storia della saga Capcom

Qualità e unità vendute non sono di certo sinonimi.

Chiariamo subito una cosa: con titolo e sottotitolo non vogliamo di certo etichettare Resident Evil 5 come un gioco pessimo e da dimenticare ma probabilmente quasi nessun fan penserebbe a quel particolare capitolo come al più riuscito o in generale al migliore mai realizzato della serie. Eppure è il più venduto.

Se c'è una cosa che il recente reboot di Tomb Raider ha dimostrato, è che si può prendere una delle saghe più famose della storia dei videogiochi, trovare gli aspetti fondamentali che la caratterizzano e, basandosi solo su questi, ripartire da zero. La nuova e assai più giovane signorina Croft è molto diversa da quella vista prima del reboot e le due hanno ben poco in comune, forse solo la passione per l'esplorazione e i manufatti antichi. Ma questo ha forse reso meno divertente o appassionante il gioco?

Il menù del bar di Capcom

Il piatto forte è il dolce ispirato a Resident Evil.

Come vi avevamo annunciato un po' di tempo fa, Capcom si appresta a inaugurare a Tokyo un locale dedicato ai suoi giochi più conosciuti.

Capcom punta sui franchise famosi

Più titoli in sviluppo all'estero!

Capcom ha intenzione di intensificare le uscite dei suoi marchi più famosi nei prossimi anni e per farlo affiderà alcuni capitoli delle saghe più popolari a team esterni, principalmente occidentali.

Resident Evil 5: Una fuga disperata

Resident Evil 5: Una fuga disperata

L’orrore continua…

Sono passate appena poche settimane dall’arrivo dell’ottimo Incubo Senza Uscita e Capcom ha deciso di regalarci un’altra deliziosa porzione di DLC di Resident Evil 5, titolo che ha venduto un qualcosa come cinque milioni di copie.

Ma mentre Incubo Senza Uscita ci ha fatto tornare allo stile più lento e cadenzato carico di terrore misto a panico che ha caratterizzato la serie nei suoi precedenti episodi, Una Fuga Disperata vede la ricomparsa di un gameplay più vicino agli sparatutto e alle piogge di proiettili.

Ambientato a metà degli eventi raccontati in Resident Evil 5 (attenzione! Piccoli spoiler inside), ecco che ci imbattiamo in Jill Valentine dopo che Chris e Sheva sono riusciti a distoglierla dal controllo di un amuleto che l’aveva trasformata in uno strumento di morte.

Leggi altro...