AverMedia Live Gamer MINI - GC311 - recensione

AverMedia si fa piccola, ma la sostanza è quello che vi serve.

A cura di Matteo Sorgiacomo

Dopo aver provato e recensito le due top di gamma di casa AverMedia ovvero la GC573 e la GC553. Stavolta abbiamo avuto modo di testare la sorellina più piccola, precisamente la Live Gamer MINI GC311. L'azienda taiwanese con questo prodotto punta decisamente al mondo console visto che si tratta di un prodotto in grado di acquisire a 1080p@60 senza nessuna difficoltà rendendo così questa scheda un'ottima alternativa alla concorrenza più blasonata, ovvero Elgato.

L'installazione della Live Gamer Mini GC311, classico dispositivo esterno come la sorella maggiore GC573 è plug and play: basta attaccare il cavo USB fornito in dotazione e siete pronti a registrare su qualsiasi dispositivo Windows, console fisse o portatili evitando noie con la compatibilità dei driver o con la scheda madre. Da sottolineare la grande versatilità: con la GC311, oltre a fare streaming live comodamente dalla vostra poltrona, è possibile acquisire segnali da sorgenti con qualsiasi uscita video HDMI come una videocamera e registrarli, così come riversare su disco vecchi VHS o DVD.

L'imballo è molto semplice ed allo stesso tempo accattivante, Avermedia ha fatto centro con l'abbinamento dei colori invogliando gli utenti a toccare con mano il prodotto anche se il contenuto è veramente minimale. Oltre alla scheda di acquisizione video, piccolissima, meno di un pacchetto di sigarette, troviamo il cavetto microusb per alimentarla con una porta USB 2.0. Sarà quindi necessario acquistare un cavo HDMI a parte e questo si poteva forse evitare.

La qualità costruttiva del prodotto è alta con il case in plastica rigida che protegge la scheda caratterizzata da un design veramente accattivante; al tatto si sente subito la sua robustezza e buona qualità dei materiali utilizzati, adatti a un prodotto pensato per essere portato in giro e mosso frequentemente. Anch'essa è dotata di un led RGB utile a fornire indicazioni ben precise sullo stato della scheda. Blu fisso significa scheda pronta, rosso lampeggiante lento indica la registrazione, blu lampeggiante lento lo streaming attivo, rosso lampeggiante veloce segnala il disco quasi pieno che diventa fisso a saturazione avvenuta o errore di trasmissione/registrazione.

La scheda è dotata di due porte HDMI di cui una pass-through: la porta in ingresso serve per l'acquisizione del segnale da parte della sorgente, mentre la porta in uscita per il collegamento al monitor, oltre alla presa USB per il PC. Nota significativa, l'input lag pari a zero per quanto concerne il collegamento al monitor, le vostre sessioni di gioco quindi non subiranno rallentamenti. Una feature non da poco che nelle schede di acquisizione di bassa qualità è spesso presente e che impedisce di acquisire giocando direttamente dalla sorgente. La GC311 è In grado di registrare ad una risoluzione di 1080P@60, ed è quindi il prodotto ideale per la maggior parte dei giocatori senza pretese di prestazioni professionali, soprattutto per l'utenza console che, attualmente, arriva a registrare con sistemi proprietari al massimo a 720p.

Sul sito di AverMedia è disponibile per il download l'ultima versione di RECentral per gestire il vostro streaming con facilità ed intuitività dandovi la possibilità di effettuare riprese di tutto rispetto. Subito potete scegliere se "catturare" la singola schermata video, oppure di sovrapporre webcam, immagini ed addirittura pagine web. Utilissima la funzione "Chroma Key" che permette di "rendere trasparente" tutto ciò che è uguale al colore scelto. Come avevamo scritto in occasione delle recensioni degli altri due prodotti, RECentral è ancora abbastanza acerbo, in quanto non permette l'acquisizione di un eseguibile in esecuzione sul computer, ma soltanto porzioni di schermo ben stabilite e pecca in fluidità nella selezione delle maschere durante lo streaming creando micro lag o addirittura blocchi dell'applicazione per qualche secondo.

aperturalivegamer
Ecco la Live Gamer MINI GC311: piccolissima, praticamente microscopica.

Ottima l'esperienza con xSplit ed OBS, visto che la scheda viene subito riconosciuta come dispositivo di cattura video, la fluidità è veramente notevole e l'input lag tra la sorgente video ed il software è veramente ridotto all'osso, si parla infatti di circa 50 millesimi di secondo. Questo permette agli amanti di qualsiasi attività esportiva di gestire più inquadrature, offrendo allo spettatore a casa duelli spettacolari con punti di vista multipli di uno sparatutto oppure di un gioco di guida.

Dopo averla testata in lungo e in largo, possiamo dire che ci troviamo di fronte al prodotto entry-level della famiglia di acquisizione GC di Avermedia ma in grado di rappresentare un plus non da poco per chi fa streaming di qualità. Mancano infatti molte delle funzionalità che normalmente sono ad appannaggio dei due modelli superiori, in particolare le risoluzioni 1440p e 2160p o quelle a 1080 con frame rate molto elevati. Alla risoluzione di 1080p a 60 fps, che è anche quella più gettonata dagli streamer, non si notano però differenze di sorta dalle sorelle maggiori sotto l'aspetto qualitativo: l'unica cosa che manca è effettivamente è l'HDR che negli altri modelli abbiamo visto essere presente.

L'altra mancanza di un certo rilievo è il supporto alla codifica H265: non c'è un vero impatto sulla qualità ma sulle dimensioni dello stream comunque limitato al Full-HD: è vero che si tratta di una soluzione che dà il meglio di sé per mettere gli utenti in condizione di trasmettere in 4K cercando di contenere il bitrate a dimensioni accettabili, ma averlo avuto anche a 1080p@60 avrebbe fatto comodo. Per risoluzioni maggiori bisogna per forza di cose puntare a prodotti più costosi come la GC553 se si cerca tanta potenza ma allo stesso tempo versatilità, o alla GC573 se volete il top del top, ma è chiaro che per un Full-HD di qualità, questa GC311 è più che sufficiente a soddisfare le esigenze di qualsiasi streamer.

E qui entra in gioco ovviamente il rapporto qualità/prezzo, sicuramente un punto di forza a favore di questo prodotto che attualmente è fissato a 129 € su Amazon.it. Tutto questo rende questa Avermedia GC311 un prodotto mainstream che potrebbe veramente mettere in difficoltà la concorrenza, offrendo la giusta potenza ad un prezzo contenuto soprattutto agli streamer console. Se avete possibilità di scegliere, su PC vi consigliamo i due modelli superiori: costano di più, ma garantiscono prestazioni di livello semiprofessionale e supporti a risoluzioni che in futuro potrebbero diventare lo standard per i servizi di streaming rendendo l'investimento maggiormente giustificato in prospettiva.

Contenuti correlati o recenti

Turtle Beach Battle Buds - recensione

Per conquistare la prima posizione, ovunque.

Thrustmaster eSwap Pro Controller - recensione

Un gamepad premium modulare e personalizzabile per gli eSport su PS4.

Ring Fit Adventure - recensione

Siete abbastanza in forma per salvare il mondo?

Turtle Beach Recon 70P - recensione

Le cuffie giuste per dare il via alle battaglie online.

Articoli correlati...

PS5: le cartucce brevettate da Sony potrebbero essere delle espansioni di memoria SSD

Ecco come si potrebbe espandere lo spazio di archiviazione sulla nuova console.

AdBlock su YouTube potrebbe portare al ban permanente

La piattaforma cambia e da dicembre potrebbe arrivare la stangata.

Un retailer russo rompe il day one di Death Stranding e Sony ringrazia con una multa salatissima

Un dipendente si è impossessato del gioco in anticipo ed è stato licenziato.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza