Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Need for Speed: Hot Pursuit

Velocità tascabile per i bolidi di Apple.

Dopo Undercover e Shift, ecco puntuale la conversione per iPod e iPad di Hot Pursuit, ennesima incarnazione della serie che Electronic Arts dedica ai proprietari di bellissime macchine sportive e alla loro voglia di schiantarsi contro un posto di blocco ascoltando immondizie musicali, la cui "sorella maggiore" è stata premiata su questi lidi con un sonoro 9/10.

La prima cosa che colpisce del titolo è che potremo impersonare soltanto il braccio veloce della Legge. Nella modalità carriera infatti ci caleremo nella divisa di un poliziotto che, missione dopo missione, dovrà inseguire, speronare e neutralizzare una banda di pirati stradali, intervallando questa routine solo con qualche gara contro il tempo o contro i colleghi.

Partecipando ad ogni evento otterrete dei punti esperienza, chiamati "taglia", che non possono essere usati per comprare altre macchine ma che fungono da indicatore per i vostri progressi di gioco. Quando raggiungerete un determinato livello di esperienza, sbloccherete una nuova macchina e potrete usarla per rigiocare meglio le vecchie gare o superare nuove sfide finché non raggiungerete il livello successivo e così via.

L'inseguimento uno contro uno sono è sicuramente la modalità più divertente.

Questi punti esperienza li otterrete non solo arrivando primi o eliminando un malvivente in poco tempo, ma anche compiendo determinate azioni mentre siete in gara come i drift, le speronate, usando il boost, o anche solo viaggiando fino al checkpoint senza fare incidenti.

Se proprio siete impazienti di sbloccare tutte le macchine, potrete perfino comprare i punti esperienza con soldi veri, tuttavia mi sento di sconsigliare questa soluzione, poiché accorcereste soltanto il già breve arco di vita del prodotto.

I giochi di guida sono tra quelli che probabilmente soffrono meno l'adattamento all'interfaccia touch e Hot Pursuit non fa differenza. Anche se l'acceleratore è gestito in maniera automatica, opzione che potrete disabilitare se cercate un livello di sfida più elevato, difficilmente ne sentirete la mancanza visto che l'IA è ben progettata e sarete comunque impegnatissimi a gestire freno, sterzata e power-up disponibili. Oltretutto, per una strana e sinceramente ingiustificata scelta di gameplay, potrete fare danno solo se tamponerete l'avversario sul retro, quindi il gas automatico vi permetterà di concentrarvi solo sulla traiettoria di speronamento.

Se poi fare a sportellate vi sembra troppo poco, il fatto di essere un poliziotto vi mette a disposizione un arsenale di armi che potete utilizzare per rendervi la vita più semplice: strisce chiodate, granate, EMP e posti di blocco.

Scopri come lavoriamo alle recensioni leggendo la nostra review policy.

A proposito dell'autore
Avatar di Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Contributor

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Commenti