Eurogamer.it

Star Wars: Battlefront II - anteprima

Diamo uno sguardo alla stagione 1.

Uno degli aspetti più apprezzati di Star Wars: Battlefront 2 è il fatto che proverà a proporre un modello economico differente rispetto a quello del classico sesaon pass per offrire contenuti aggiuntivi. L'impressione che abbiamo avuto, non suffragata da nessuna prova concreta, è che DICE si sia trovata un po' spiazzata dopo le critiche che il sistema di microtransazioni ha ricevuto durante la beta e, dopo essere corsa ai ripari, è alla finestra per vedere come si evolveranno le cose una volta che il gioco sarà nei negozi.

Questo perché, inutile girarci in torno, mantenere i server, sviluppare le patch e creare nuovi contenuti (oltre che pagare a Disney l'utilizzo della licenza di Guerre Stellari) generano un costo nel tempo che in qualche modo EA deve ammortizzare e che non viene coperto dal semplice prezzo di copertina, soprattutto quando questo scenderà.

1

Finn e Phasma saranno aggiunti al cast degli eroi.

Ecco che quindi la prima Stagione del gioco sarà completamente gratuita, ma dopo la sua fine (dovrebbe durare 4 settimane, più altre due di cooldown), ancora non è chiaro cosa avverrà. Fasciarsi la testa prima del tempo non è mai un atteggiamento costruttivo, per questo motivo al momento concentriamoci sui contenuti che saranno aggiunti gratuitamente, anche approfittando del traino che, inevitabilmente, il film Star Wars: Gli Ultimi Jedi avrà sulle vendite.

L'obiettivo degli sviluppatori è quello di dare ogni settimana un motivo per collegarsi. Non importa che uno lo faccia per scegliere da che lato della forza schierarsi e partecipare alla guerre tra fazioni, o per giocare al nuovo capitolo della storia, con il nuovo eroe o alla nuova mappa.

Se le prime settimane saranno focalizzate sulla pellicola e aggiungeranno contenuti a tema Gli Ultimi Jedi, come per esempio una nuova sequenza della campagna in singolo giocatore che spiegherà meglio come si è passati dall'Impero al Primo Ordine, le ultime settimane della prima stagione cominceranno a mostrare l'impegno di DICE nel cercare di ricompensare i giocatori in base alle loro preferenze. Questo vuol dire che le modalità e le mappe più giocate saranno le prime ad essere coinvolte nella rotazione, così come le ricompense ottenute saranno maggiori per le classi più utilizzate.

2

D'Qar sarà il teatro della nuova mappa di Galactic Assault.

L'obiettivo di DICE è quindi chiaro: spingere le persone a vivere, giocare e quindi investire in Star Wars: Battlefront 2, dando loro sempre nuovi contenuti nella speranza che comprino loot crate per potenziare i propri personaggi. In quest'ottica ci ha stupito la mancanza di personalizzazioni estetiche, tra l'altro presenti nel primo capitolo, un altro elemento che avrebbe potuto ingolosire diversi utenti.

Comunque saranno le scelte di EA, le prime settimane di Star Wars: Battlefront 2 saranno ricche di novità, le più golose sono senza dubbio l'arrivo di Phasma e Finn tra gli eroi, l'aggiunta di D'Qar, la più grande mappa di Galactic Assault del gioco, e l'introduzione di un nuovo pezzo di campagna in grado di spiegare alcuni degli avvenimenti di Gli Ultimi Jedi. Il tutto senza chiedere un euro.

Commenti (2)

Crea un account

O