Age of Empires Online • Pagina 2

Chris Taylor risponde a un po' di domande.

Eurogamer: Puoi spiegarci i motivi della scelta di una grafica in stile cartone animato? È qualcosa che probabilmente i veterani di Age of Empires non si aspettavano.

Chris Taylor: Non avevamo intenzione di ripercorrere i cliché classici dei giochi strategici e tanto meno quelli del gioco d'azione adottando una grafica molto realistica. Ci stiamo rivolgendo a un pubblico molto ampio e inoltre speriamo che i giocatori possano passare molto tempo giocando AoE Online.

Per questo volevamo che la grafica fosse prima di tutto rilassante e piacevole. La scelta non doveva penalizzare il fatto che si tratta pur sempre di battaglie, ma abbiamo preferito un approccio più leggero proprio perché con l'online entri in tutte le case. Questo è un gioco che posso giocare con la mia famiglia in tutta tranquillità.

Eurogamer: Alcuni frequentatori dei forum su Internet sembrano un po' preoccupati dal fatto che la definizione "free to play" nasconda in realtà il classico modello "mangia soldi". Cosa puoi dirci in proposito?

Chris Taylor: No, non sono d'accordo. Credo che questo modello sia il migliore possibile, di sicuro è quello che io stesso preferisco. Non c'è un abbonamento mensile, di quelli che paghi anche se magari poi non puoi giocare perché sei occupato a fare altro. Il gioco non ti mette le mani in tasca, sei tu che compri quello che vuoi o quello che ti piace di più e paghi esattamente per ciò che vuoi avere.

Ti piace una civiltà? Beh, puoi comprare soltanto quella ed essere sicuro di avere tutto ciò che ti serve per continuare a giocare. I pack contengono abbastanza materiale per tenerti occupato molto a lungo quindi no, non credo che si possa parlare di un meccanismo mangia soldi.

Eurogamer: Ok, ma in questo modo non verranno comunque premiati i giocatori che investono denaro rispetto a quelli che non lo fanno?

Chris Taylor: No, il PvP è basato su un sistema di matching che si assicura che questo non succeda dividendo i giocatori Free da quelli Competitive. Vogliamo essere assolutamente certi che tutti si divertano.

Eurogamer: Posso chiederti quali piani avete in mente per AoE Online? Come pensate che il gioco si svilupperà in futuro?

Chris Taylor: Cominceremo con i greci e gli egizi, ma abbiamo stilato una roadmap con un sacco di idee, veramente tante, per delle nuove civiltà da aggiungere. Vedi, a differenza dei prodotti tradizionali, qui non abbiamo costrizioni in questo senso e siamo liberi di aggiungere tutto ciò che vogliamo lungo la strada.

Questo non significa che ci saranno derive fantasy, siamo limitati solo dalla Storia per ciò che riguarda le civiltà da aggiungere. Posso dirti che pensiamo di andare avanti per molto tempo a sviluppare il gioco, quindi aspettatevi delle sorprese.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Mike Ortolani

Mike Ortolani

Redattore

Dopo un passato di musicista, incontra il buon Silvestri che lo coinvolge con Eurogamer. Mike ne è entusiasta, ma nel suo animo è ancora abbastanza sicuro di essere un musicista.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza