Per i fan di Kingdom Hearts la vita è stata davvero difficile. Ci vuole fegato ad amare una saga con la scomoda abitudine di cambiare così frequentemente le piattaforme. Nonostante questo, l'epico racconto nato dalla collaborazione tra Disney e Square Enix ha appassionato milioni di giocatori di tutte le età.

Nella speranza che almeno i nostri nipoti riescano a mettere le mani su Kingdom Hearts 3, è arrivato il momento di aprire di nuovo il portafoglio per godersi su PlayStation 4 tutti i capitoli usciti fino a questo momento. All'interno del pacchetto Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMix Collection troverete le due rimasterizzazioni già pubblicate in passato, accompagnate da una vasta gamma di contenuti extra.

Il primo blocco di titoli contiene la versione Final Mix di Kingdom Hearts, la versione HD di Kingdom Hearts RE: Chain of Memories e il lungo film di Kingdom Hearts: 358/2 Days. Quest'ultimo, in particolare, è un apprezzato picco della serie, con alcuni dei momenti della storia più amati e discussi dagli appassionati.

Nel secondo blocco troviamo invece Kingdom Hearts II Final Mix, Birth by Sleep e la raccolta dei filmati di Kingdom Hearts RE: Coded. La struttura della collection è chiara e accessibile e permette di ripercorrere in modo agevole tutti i passi dell'acclamata saga Square Enix.

Kingdom01
Non ci stanchiamo mai di riviere alcuni momenti di questa saga. Con la nuova veste grafica, poi, è tutto più bello.

Cosa è cambiato, dopo l'approccio su PlayStation 4? La novità principale della Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMix Collection riguarda il comparto tecnico, finalmente aggiornato in modo da garantire una risoluzione di 1080p a 60 fps costanti. Si tratta di un salto non indifferente per la serie, capace di trasformare in modo netto l'azione su schermo.

Se fate parte della folta schiera di fan che ha letteralmente consumato ogni capitolo del gioco, acquistando questa nuova incarnazione vi troverete fra le mani un'esperienza molto diversa, che costringerà il vostro corpo a rinnegare quanto appreso in passato, per adattarsi a tempistiche inedite.

L'azione su schermo è sempre fluida e veloce, anche troppo, negli scontri più intensi e nelle fasi avanzate dei giochi. A quanto abbiamo potuto constatare, però, basta un po' di pratica per assimilare i nuovi ritmi e le nuove tempistiche. Il difficile è allenare i riflessi per reagire in tempo agli attacchi di alcuni nemici.

Tutto questo contribuisce a riaccendere un senso di sfida ormai da tempo appannato, complice l'età anagrafica dei giochi e il fatto che i fan li conoscono praticamente a memoria. Per quanto ci riguarda, quindi, abbiamo preso questo eccesso di frenesia come una buona notizia.

Kingdom02
Nella sua incarnazione a 60fps, la telecamera può creare qualche problema. Soprattutto all'inizio.

Il vero, grande, difetto delle rimasterizzazioni di Kingdom Hearts, coinvolge i filmati e le sequenze narrative pre-calcolate. I primi, soffrono ancora di evidenti problemi di compressione. Con un po' di impegno in più Square Enix avrebbe potuto risolvere la situazione, ma evidentemente non c'era l'interesse di investire troppo in un progetto votato al riciclo totale. Per quanto riguarda le sequenze pre-renderizzate, il fatto che siano rimaste ancorate ai vetusti 30 fps crea uno stacco netto ogni volta che si passa dall'azione in tempo reale alle scene narrative. Si tratta di un elemento a cui si fatica ad abituarsi e che, di fatto, disperde regolarmente il senso di meraviglia garantito dagli altri aggiornamenti tecnici.

Nonostante i passi falsi appena citati, i mondi vibranti e colorati dei vari Kingdom Hearts brillano di una nuova luce, qui su PlayStation 4. Al di là della già citata risoluzione a 1080p, ruba l'occhio la totale assenza di aliasing, che rende ogni elemento morbido e setoso come mai prima d'ora. Un altro dettaglio grafico piacevolmente rinnovato è quello dei menu e dell'interfaccia, finalmente in linea con il nuovo look scintillante dell'intero pacchetto.

A questo si affiancano caricamenti praticamente inesistenti, a differenza di quanto accadeva nelle versioni uscite in precedenza. Grazie a questi accorgimenti, Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMix Collection è un acquisto consigliato sia per chi non ha mai avuto il piacere di confrontarsi con il prodotto nato dalla collaborazione tra Disney e Square Enix, sia per i fan di vecchia data, che finalmente potranno godersi le avventure di Sora e compagni nella loro incarnazione più pulita e convincente.

Kingdom03
Il passaggio dalla grafica del gioco ai filmati è sempre traumatico, in negativo. E pensare che in passato succedeva esattamente l'opposto!

Prima di pubblicare l'articolo abbiamo notato che molti appassionati hanno segnalato bug e problemi di vario tipo. Nel nostro caso, pur testando per diverse ore i vari capitoli del gioco (non li abbiamo portati a termine, avendoli già abbondantemente giocati in passato), non ci siamo imbattuti in nessun problema. Va però sottolineato che Square Enix sta continuando a supportare la raccolta anche dopo il lancio, con una serie di patch che dovrebbero chiudere le eventuali falle in cui noi non ci siamo imbattuti.

Se amate Kingdom Hearts, o se non avete mai avuto a che fare con questa intrigante saga, acquistando la Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMix Collection vi troverete fra le mani il pacchetto definitivo per colmare ogni lacuna in attesa di Kingdom Hearts 3. Considerando il numero di giochi e di extra all'interno del disco, avrete bisogno di parecchio tempo per completare tutto al cento per cento. Approfittatene, perché Square Enix potrebbe decidere di rinviare ancora il nuovo episodio della serie.

8 /10

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Altri articoli da Filippo Facchetti