Hearthstone: Caverna dei Lamenti - recensione

Dalle savane alle caverne, le nuove carte hanno avuto l'impatto sperato?

A inizio mese Blizzard ha rilasciato il nuovo mini-set collegato all'espansione "Forgiati dalle Savane". Parliamo di 35 nuove carte utili a spezzare il meta e a portare una ventata di aria fresca in attesa del prossimo capitolo, previsto per agosto. Noi di Eurogamer ci siamo presi il nostro tempo per analizzarle e capire se effettivamente gli sviluppatori siano riusciti nel loro intento.

Fino ai primi giorni di giugno Hearthstone è stato dominato da Uther: il Paladino sembrava essere impossibile da contrastare grazie a numerose carte efficienti, potenti e sinergiche. Dall'uscita del mini-set però la situazione è cambiata ma il dubbio è se sia stato merito delle nuove carte o dell'ennesimo bilanciamento uscito in contemporanea.

Probabilmente entrambe le cose hanno lavorato in sinergia per arrivare ad un risultato accettabile: il Paladino è ancora una classe molto forte ma finalmente Thrall lo sciamano è tornato competitivo e il meta ha ricevuto "lo scossone" che ci voleva, anche se non tutti sono stati accontentati.

Delle nuove 35 carte che i giocatori hanno potuto acquistare solo alcune sono effettivamente giocabili, mentre altre sono interessanti ma non hanno ancora un posto bene preciso nel meta. Prendiamo ad esempio le carte di Jaina: la maga ha ricevuto 3 carte incentrate sulle magie del gelo, interessanti e a una prima occhiata divertenti, ma attualmente non hanno alcuna utilità nel formato Standard e hanno un'efficacia limitata nei mazzi in voga in quello Selvaggio.

Avremmo preferito un supporto per il mazzo che sfrutta il potere eroe, vista la leggendaria della precedente espansione, ma così non è stato e ci siamo ritrovati con 3 carte "zavorra". Stessa situazione per Valeera (Ladro), Rexxar (Cacciatore) e Uther (Paladino), che non hanno ricevuto alcun supporto agli archetipi esistenti o a quelli abbozzati con le vecchie espansioni.

Buone le carte di Illidan (Cacciatore di Demoni): la Vilserpe (una bestia fornita di assalto e rantolo di morte che infligge 1 danno a tutti i servitori nemici) va ad aumentare la potenza di fuoco del già ottimo deck che sfrutta i rantoli di morte. Anche Tormentatore Marcacuori sta vedendo un certo successo in un mazzo che sfrutta solo demoni dall'alto costo di mana, archetipo che sta prendendo sempre più piede.

Per quanto riguarda le carte di Anduin (Sacerdote), sembra che finalmente si stia abbandonando la strada del rinvenire risorse, strategia irritante e completamente casuale, detestata da tanti giocatori. Una scelta a nostro avviso corretta; ora manca solo una "win condition" come si deve e la classe potrà tornare ad essere competitiva in maniera sana. Anche Malfurion (Druido) ha ottenuto carte interessanti, tra cui una leggendaria decisamente "pericolosa": stiamo parlando di "Dama Anacondra" che sconta di 2 mana tutte la magie natura.

D1
Il nuovo mini-set è disponibile dai primi di giugno.

Di per sé la carta non sarebbe un problema ma utilizzata dopo la magia Allineamento Celeste (che riporta i cristalli di mana di entrambi i giocatori ad 1 e imposta il costo di tutte le carte ad 1 mana) potrebbe dare luogo a situazioni spiacevoli, permettendo ad un giocatore esperto di chiudere la partita in un solo turno. Fortunatamente la combinazione di queste due carte non è facile da ottenere ed avviene abbastanza in là con i turni di gioco, ma vedremo in futuro cosa succederà con l'uscita di ulteriori nuove carte.

Una buona carta per Garrosh (Guerriero) è la leggendaria Kresh il re dei gusci (frenesia: fornisce 8 armatura, rantolo di morte: equipaggia un'arma 2/5), che si va ad incastonare perfettamente nel mazzo che sfrutta le creature dotate di assalto e di frenesia (la nuova abilità introdotta proprio con Forgiati dalle Savane). Discorso a parte per Gul'dan (Stregone): nessuna delle tre nuove carte sembra essere utile nel formato Standard, ma una di esse ha ottenuto uno sfortunato primato. La carta Ladro d'Anime (finché resta in campo, le carte pescate costano salute invece di mana) è stata la prima carta bannata nella storia di Hearthstone!

Il ban riguarda solo il formato Selvaggio, perché è lì che il servitore è andato a creare un nuovo archetipo devastante, grazie all'interazione con altri servitori che rendono immune l'eroe e le magie che pescano innumerevoli carte, permettendo così ai giocatori di inondare la board con creature enormi già al turno 5 o addirittura di concludere la partita svuotando tutto il mazzo e poi uccidendo l'avversario grazie a Mecha C'thun.

D2
Il Ladro d'Anime è la prima carta bannata da Hearthstone.

Fortunatamente l'intervento degli sviluppatori è stato immediato e proprio questa settimana la carta è stata rimossa dal formato Selvaggio. Scelta giusta o sbagliata? Sicuramente in questo modo si preserva la peculiare abilità del minion nel formato principale del gioco, lo Standard, ma così facendo si priva il formato Selvaggio e i suoi giocatori di una carta che hanno regolarmente acquistato (sarà comunque possibile disincantarla ed ottenere un rimborso completo in polveri arcane). Inoltre è già previsto che, ben prima che la carta ruoti e torni nel formato Selvaggio, venga cambiata completamente in modo da impedire nuovamente questa combo.

Il vero vincitore dopo l'uscita del mini set è però Thrall (Sciamano) che è tornato alla ribalta: finalmente anche lui ha ricevuto un buon "motore di pescata" la cui assenza aveva fortemente svantaggiato la classe, un buon minion per le prime fasi di gioco e un removal molto versatile. Grazie ad esse in questa prima settimana lo sciamano si è imposto guadagnando il primato di classe più vincente.

Parlando delle carte neutrali, le due leggendarie sono interessanti e stanno riscontrando un certo successo ma c'è da capire se sia solo un innamoramento temporaneo o se troveranno spazio anche quando le sperimentazioni saranno cessate. Sicuramente la più probabile delle due è Arcidruido Naralex (dormiente per due turni, ogni turno in cui dorme regala una carta sogno), una sorta di Ysera in miniatura le cui carte sogno possono decisamente cambiare il corse delle partite, mentre il murloc leggendario "Mutanus il Divoratore" (che letteralmente mangia un minion nella mano avversaria, rubandone le statistiche) continuerà a vedere gioco solo se la presenza di mazzi combo o OTK (one turn kill, ovvero che vincono in un solo turno), diventerà predominante.

D3
Mutanus e Naralex sono le due leggendarie neutrali più interessanti.

Successo o fallimento, quindi? Più la seconda che la prima, visto che le carte realmente giocate sono poche. Ma il meta è comunque cambiato e quindi l'obiettivo è stato raggiunto. Il mini set è disponibile nel negozio presente nel client del gioco o direttamente su Battle.net al prezzo di 14,99€ o di 2000 monete d'oro.

Il nostro consiglio è di non pensarci due volte se avete abbastanza monete per poterlo acquistare senza spendere "soldi veri"; diversamente valutate bene le classi che intendete giocare e gli archetipi che vi interessano di più, perché potreste anche farne a meno e aspettare la nuova espansione di agosto.

7 /10

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Expeditions: Rome mostrato con un nuovo trailer gameplay

Tanti annunci oggi, tra cui nuovo gameplay di Expeditions: Rome.

SpongeBob SquarePants: The Cosmic Shake il grande annuncio finale dell'evento THQ Nordic

Voglia di avventure nel profondo del mare? SpongeBob SquarePants: The Cosmic Shake!

ELEX II ha un nuovo trailer sulla storia tutto da scoprire

Dopo un primo capitolo tra luci e ombre ELEX II potrebbe stupire.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza