E3 2012: I giochi che non c'erano!

Assenti ingiustificati?

Davanti a certi giochi presentati durante questo E3, come Beyond: Two Souls, Watch Dogs e Need for Speed: Most Wanted, è facile dimenticarsi di tutti quei titoli che alla fine non si sono presentati all'evento californiano. Non ci vuole poi molto. Dalla presentazione in pompa magna al dimenticatoio di solito bastano poche settimane, il tempo che il primo trailer venga pubblicato su Internet per poi essere sommerso da altri mille filmati più recenti.

In questi giorni abbiamo cercato di coprire al meglio tutte le novità più importanti presentate durante l'Electronic Entertainment Expo, ma non volevamo dimenticarci di quei titoli che pensavamo di trovare in fiera, che per un motivo o per l'altro sono scomparsi dai radar. Che fine hanno fatto? Come mai non si sono fatti vedere?

Quali sono state le assenze più rumorose di questo E3 2012? Quali tra questi titoli probabilmente non vedremo mai più se non tra qualche anno in qualche video vintage? Non ce ne vogliano gli sviluppatori al lavoro su questi giochi, ma forse è davvero arrivato il momento di mostrare il frutto delle loro fatiche e passare finalmente ad altro!

The Last Guardian (Sony Japan)

Il primo titolo della lista non poteva che essere questo. L'ultima (infida scelta di parole) fatica di Fumito Ueda e del cosidetto Team Ico per PlayStation 3. In sviluppo da oltre sei anni e completo al punto da spingere Sony a invitare una manciata di giornalisti in Giappone per provarlo, i lavori su questo titolo si sono improvissamente arenati. Lo stesso Ueda ha lasciato Sony (promettendo però di continuare a lavorarci come collaboratore) e la data d'uscita è stata posticipata... e posticipata ancora, fino ad arrivare alla completa scomparsa durante la conferenza Sony di pochi giorni fa. Shuhei Yoshida ha parlato di "difficoltà tecniche" non ben identificate.

Una simile esternazione fa davvero male, perchè The Last Guardian aveva catturato l'attenzione di tutti fin dall'inizio, sembrava la perfetta magia per completare un trittico iniziato con ICO e proseguito con Shadow of the Colossus. Un gioco in cui un piccolo ragazzo diventa amico di un gigantesco "essere", a metà tra un gatto e un'aquila, grazie al quale prova a fuggire da un luogo misterioso, risolvendo enigmi e superando 1000 difficoltà. Chi non vorrebbe giocarci? Sperando che Sony non getti la spugna, noi siamo pronti a promettere di acquistarne due copie ciascuno. Potrebbe aiutare?

Agent (Rockstar North)

1
Rockstar, che diavolo stai combinando?

Annunciato con trombe e fuochi d'artificio durante l'E3 del 2009, Agent avrebbe dovuto essere un'esclusiva RockStar Games.

Fu descritto come un gioco d'azione incentrato sullo spionaggio durante la Guerra Fredda, personalmente curato dai fondatori della storica software house, Sam e Dan Houser. Agent suonava dannatamente giusto.

L'unico problema, come negli altri casi, è che non ne abbiamo più saputo nulla da ormai oltre tre anni. Con le aspettative di vita della PS3 che si accorciano ogni giorno di più, abbiamo iniziato a temere il peggio. Comunque gran bel logo, senza dubbio un gran bel logo...

Ryse (Crytek Budapest)

Ve lo ricordate questo? È, o sarebbe dovuto essere, un "picchia picchia" in prima persona ambientato nell'antica Roma, sviluppato da Crytek Budapest in esclusiva per Kinect. Annunciato la prima volta come Codenmane Kingdoms durante la conferenza Microsoft all'E3 2010, il gioco è stato poi (ri)titolato Rysen e rilanciato grazie a un nuovo trailer, per poi scomparire nel nulla. Le voci di corridoio dello scorso anno, che davano parte dello staff messo alla porta, erano comunque antecedenti alla dimostrazione avvenuta all'E3, quindi non sappiamo proprio cosa pensare. Ma in fin dei conti è un gioco di combattimenti per Kinect, potrebbe anche essere meglio così.

Rainbow 6: Patriots (Ubisoft Montreal)

Questo gioco non ha l'aria da vaporware come gli altri in lista. Proprio ieri Ubisoft ha dichiarato che Rainbow Six: Patriots è ancora vivo e vegeto e lo sviluppo procede senza problemi. Lo abbiamo inserito qui forse solo per l'impazienza di metterci le mani sopra, unita al disappunto di non averlo provare a Los Angeles. Lo rivedremo sicuramente dopo l'estate, con qualche impressionante filmato in computer grafica, proponendosi a metà strada tra lo stile Quantic Dream e un più tradizionale shooter in squadra, condito con fantapolitica e un bel pò di terrorismo a legare il tutto.

Probabilmente Ubisoft Montreal è tutta concentrata nello sviluppo del gioco, ma l'assenza da questo E3 2012 ci fa anche pensare a uno slittamento. Fortuna che con Sam Fisher di ritorno potremo comunque tenerci occupati a difendere la nazione da eventuali attacchi a sorpresa.

Thief 4 (Eidos Montreal)

2
Va bene essere silenziosi e invisibili, ma così è troppo!

Lo scorso anno la divisione canadese di Eidos era una delle compagnie più calde, grazie al successo riscosso da Deus Ex: Human Revolution, gioco capace di riportare in auge il genere dormiente degli stealth game e al tempo stesso di spianare la strada al seguito di Thief.

Dopo oltre 365 giorni l'unica cosa che sappiamo del gioco è che gli sviluppatori lo ritengono una buona idea.

Forse sono bloccati davanti a qualche ardua decisione di game design, se è così lasciate perdere e continuate, il mondo ha bisogno di un altro Thief, il prima possibile!

Final Fantasy Versus 13 (Square Enix)

Altro gioco che risale a sei anni fa, Final Fantasy Versus XIII è un misterioso mix tra GDR e azione diretto dall'immancabile Tetsuya Nomura, che non perde tempo di tanto in tanto per confermare che presto la sua compagnia farà sapere qualcosa a proposito dello "stato dei lavori". L'unico problema è che il team di sta mettendo così tanto che Square Enix, nel frattempo, ha completato da sola un altro spin-off. Speriamo che gli sviluppatori di 13-2 ne spediscano una copia anche a Nomura...

Prey 2 (Human Head Studios)

Presentato alla stampa agli inizi dello scorso anno, Prey 2 era fresco e interessante, una favola open world a base di cacciatori di taglie intergalattici, parkour e tantissima azione in prima persona, con qualche scintilla di gioco di ruolo. Un anno dopo, cioè ora, circolano voci riguardo una possibile cancellazione. Bethesda, il publisher del gioco, ha dovuto ammettere che Prey 2 "non è all'altezza dei nostri standard qualitativi" e necessita di più tempo. Altri rumor dicono che gli sviluppatori della Human Head hanno smesso di lavorare al progetto per colpa di alcune dispute sul contratto.

Triste a dirsi ma Prey 2, tra tutti i titoli di questa lista, è forse l'unico che finirà per non vedere mai la luce. Non stiamo scherzando questa volta, ma speriamo con tutto il cuore che prima o poi arrivi anche lui.

Brothers in Arms: Rise of the Turbo Hitler (Gearbox Software)

Ok, qui si scherza, ma ci sembrava giusto dopo tutta questa tristezza. In realtà il gioco si intitola Brothers in Arms: Furious 4, è stato fatto vedere all'E3 dello scorso anno e può essere meglio descritto come un gioco di guerra basato su una versione della Seconda Guerra Mondiale molto simile a come l'avrebbe immaginata un punk campione di Quake 3. Il commando protagonista combatte tirando asce attraverso boccali di birra, usano la controaerea su mongolfiere tedesche e prendendo a mazzate tutti i nazisti che incontrano. Consultando Wikipedia ci siamo accorti che non sappiamo bene quando i fan avrebbero reagito molto male a questo nuovo capitolo della serie, probabilmente avranno avuto qualcosa da ridire anche verso personaggi come Stick, l'irlandese pazzo che folgora i suoi nemici utilizzando un taser modificato sui loro testicoli.

Quello che rende questo progetto così folle è proprio il suo distaccarsi così prepotentemente dai valori che Gearbox ha voluto da sempre instillare nella sua serie. Certo è che per un team che sta già sviluppando Borderlands 2 e il nuovo Aliens, dedicarti a tempo pieno anche ad un terzo progetto così particolare e ambizioso non deve essere facile...

Half-Life 3 (Valve Software)

Davvero dobbiamo spiegarvi perchè vogliamo Half-Life 3? Valve, datti una svegliata e facci contenti. ORA!

Lo scopo di questo articolo non era di proporre una lista completa di tutti, ma proprio tutti i giochi che hanno mancato l'appuntamento con l'E3 2012, ma di dare un incipit ad una discussione con voi. Manca qualcosa? Sicuramente! Volete aggiungere carne al fuoco? Vi stiamo aspettando al varco...

Vai ai commenti (33)

Riguardo l'autore

Francesco Serino

Francesco Serino

Redattore

Dopo aver diretto molte riviste del settore si ritrova scrittore collaborando con alcuni importanti quotidiani ma non dimenticando il giornalismo videoludico specializzato, settore nel quale ritorna grazie a Eurogamer.

Contenuti correlati o recenti

Death Stranding - La Guida Completa

Trofei, segreti, consigli: tutto quello che c'è sapere per dominare Death Stranding.

ArticoloArise: A Simple Story - prova

Emozioni, ricordi e rimorsi in un'avventura tra le pieghe del tempo.

Articoli correlati...

La data di lancio di GTA 6 rivelata dal gruppo hip hop City Morgue?

Un presunto leak che avrebbe dell'incredibile.

ArticoloIl multiplayer di Death Stranding ha cambiato le regole del gioco - editoriale

Storia di un comparto multigiocatore incredibile e di un milione e mezzo di mi piace.

RaccomandatoDeath Stranding - recensione

Give me your hand in Life, give me your hand in Death.

Commenti (33)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza