Il fronte news di quest'ultima settimana è ancora una volta guidato dallo "scandalo" di Watch Dogs e del suo presunto ridimensionamento grafico, che secondo alcuni utenti e reportage sarebbe intercorso tra i primi filmati mostrati all'E3 2012 e i più recenti trailer per le console next-gen. Le ultime notizie a riguardo provengono direttamente da Ubisoft, che prima ha seccamente smentito l'esistenza di qualsiasi downgrade, salvo poi rilasciare, per bocca del creative director del progetto, una curiosa dichiarazione che suona almeno in parte come un'ammissione.

In sostanza, la versione del 2012 sarebbe stata basata su un hardware PC high-end che corrispondeva solo approssimativamente a quelle che Ubisoft immaginava essere le specifiche di PS4 e Xbox One, all'epoca non ancora annunciate ufficialmente. La domanda sorge spontanea: se Ubisoft ha dovuto abbassare l'asticella rispetto alle sue aspettative originali, forse il design finale e le specifiche sia di Xbox One che di PlayStation 4 si è rivelato meno ambizioso di quanto gli sviluppatori third party prevedessero?

Oppure, semplicemente, Ubisoft ha usato il solito trucchetto di pompare le immagini per andare sulle prime pagine di tutto il mondo e poi ha tagliuzzato qua e là sperando che nessuno se ne accorgesse? Probabilmente non lo sapremo mai, ad ogni modo aspettiamo il gioco al varco degli scaffali tra un paio di mesi, per sottoporlo alla prova del nostro inflessibile Digital Foundry.

1
The Witcher 3 rimandato al 2015? Ok, a patto che sia un gioco veramente 'next-gen', a differenza di molti titoli visti finora...

Ma Watch Dogs non è stato l'unico gioco ad avere problemi in quest'ultima settimana: a quanto pare, infatti, l'attesa esclusiva per PS4 Drive Club, inizialmente prevista per il lancio della console, è stata posticipata e rischia di non vedere la luce prima del 2015. Un altro illustre collega è The Witcher 3, anch'esso rimandato al prossimo anno, per l'insoddisfazione degli appassionati di GdR di cui la saga creata dai polacchi di CD Projekt è ormai una delle esponenti più amate.

"C'è stato o no il downgrade di Watch Dogs? Ce lo dirà il nostro inflessibile Digital Foundry"

Per chi si stesse ponendo il problema, gli sviluppatori hanno comunque garantito che questo posticipo non influirà negativamente sulla lavorazione di Cyberpunk 2077, altro titolo in sviluppo presso CD Projekt e da cui ci si aspettano grandi cose, specialmente in virtù della sua nota e intrigante ambientazione.

Fortunatamente qualcosa che esce nel 2014 c'è ancora: nello specifico, questa settimana ha visto interrompersi il classico periodo di bonaccia post-natalizio con l'uscita quasi contemporanea di due dei titoli più attesi dell'anno: Dark Souls 2, croce e delizia degli hardcore gamer di tutto il mondo (qui trovate la nostra recensione) e l'importantissimo, almeno per le console di Microsoft, Titanfall, su cui potete leggere il nostro parere qui.

2
Titanfall inizialmente non era previsto per Xbox One ma solo per console old-gen. Forse anche per questo non è quel 'mostro' di grafica in cui alcuni speravano.

Tra l'altro, riguardo a Titanfall è trapelata una interessante notizia, secondo la quale il gioco inizialmente non era previsto per Xbox One, ma solo per le console old-gen. Il che potrebbe spiegare come mai non si tratti di una gemma particolarmente luminosa dal punto di vista grafico, critica che frequentemente gli viene mossa.

"Sony si preparerebbe a mostrare al mondo il suo casco per realtà virtuale, concorrente di Oculus Rift"

Nel frattempo le novità da parte di Sony e Microsoft non sono mancate. Cominciamo dalla prima, dalla quale cominciano a trapelare le prime informazioni, ancora accennate e non ufficiali, riguardo la politica di prezzi del servizio PlayStation Now, che ci consentirà di giocare in streaming il catalogo dei titoli PS3 e chissà cos'altro.

Un'altra finestra decisamente interessante sul futuro viene aperta da un'indiscrezione, secondo la quale Sony si preparerebbe a mostrare al mondo il suo casco per realtà virtuale concorrente di Oculus Rift. È in arrivo la periferica più ambiziosa mai rilasciata per una console PlayStation? Dovremmo saperne di più tra pochissimi giorni...

3
Microsoft ha annunciato che l'Xbox One supporterà le nuove DirectX 12: quanto ne beneficeranno le prestazioni grafiche della console?

L'ultima notizia da Sony riguarda solo vagamente il mondo dei videogiochi ma è comunque molto interessante per il multimedia in generale: la casa giapponese ha infatti presentato ufficialmente il nuovo formato su disco ottico con capacità fino a 1 TB, denominato Archival Disc e sviluppato insieme a Panasonic. Vedremo che tipo di impieghi avrà in futuro e se resterà un dispositivo destinato esclusivamente agli ambiti professionali o se avrà, con il tempo, anche una diffusione di tipo consumer.

"Dopo il fallimento di Ouya, va di moda dare per spacciata qualsiasi console Android. Ma con Amazon alle spalle..."

Microsoft, dal canto suo, non è rimasta a guardare, a partire dall'annuncio per molti versi prevedibile ma comunque importante che la sua Xbox One sarà compatibile con le DirectX 12, le nuove API non ancora rilasciate che molto probabilmente produrranno un beneficio (staremo a vedere di quale entità) sulle performance grafiche della macchina.

Tra le altre novità, questa settimana è entrato finalmente in funzione il supporto allo streaming su Twitch (giusto in tempo per Titanfall!), mentre per chi gioca su PC sarà interessante sapere che Microsoft ha in previsione di rilasciare a breve i driver per usare il controller Xbox One su Windows.

4
A giudicare dalle prime immagini, il controller di Amazon non sembra né bello né comodissimo, ma pare integrare delle interessanti funzioni in ambito multimediale...

L'ultima notizia della settimana è l'avvistamento del joypad ufficiale di Amazon, leakato recentemente e conferma definitiva del fatto che il gigante delle vendite online sta per entrare a gamba tesa nel mondo dei videogiochi, con un hardware domestico che, a giudicare dai tasti multimediali presenti sul controller, sarà basato sul sistema operativo Android. Dopo il fallimento di Ouya, ormai la moda nel mondo del gaming è quella di dare automaticamente per spacciato qualsiasi hardware simile, ma chissà che con Amazon alle spalle non ne vedremo comunque delle belle...

Riguardo l'autore

Luca Signorini

Luca Signorini

Redattore

Luca gioca e scrive da quando ha scoperto le meraviglie del pollice opponibile. È giornalista ma soprattutto appassionato; non gli toccate Metroid, Stallone, i Black Sabbath e la carbonara e sarete suoi amici per sempre.

Altri articoli da Luca Signorini