I migliori momenti di Gamescom Opening Night Live 2021

Geoff Keighley ci porta alla scoperta dei migliori videogiochi in uscita nei prossimi mesi.

Anche quest'anno, per la seconda edizione di fila, la più grande fiera di videogiochi europea, Gamescom, è costretta ad arrendersi all'emergenza pandemica che ancora imperversa in ogni angolo del globo e a deviare verso una versione completamente digitale trasmessa in live streaming.

L'operosa industria del nostro medium preferito, tuttavia, non si ferma e, dopo averci consegnato il panel dedicato a Xbox nella giornata di ieri, torna a parlare alle insaziabili orde di fan connesse da tutto il mondo per ammirare tutte le ultime novità di questo magico e scintillante universo.

Il calcio d'inizio rappresentato da Gamescom Opening Night Live è stato, con ogni probabilità, il piatto più succulento di questo banchetto, uno tra gli eventi più densi di reveal e sorprese dell'intero anno.

La parte del matador dell'evento, come spesso accade ultimamente, è andata all'incrollabile Geoff Keighely, un autentico pilastro dell'industria che, grazie ad una credibilità ormai consolidata e a un invidiabile carisma, è riuscito a stringere un rapporto di collaborazione con alcuni dei principali publisher sul mercato e a ritagliarsi un ruolo di rilievo nelle più importanti cerimonie dedicate al mondo dei videogiochi.

In questo articolo abbiamo raccolto tutti i momenti migliori della serata, tra gradite conferme e qualche inaspettato fulmine a ciel sereno.

SAINTS ROW

L'evento, dalla durata di circa due ore, si è aperto con la prima delle grandi anteprime mondiali presentate durante lo show, anticipata nei giorni precedenti da alcuni annunci sibillini sulle pagine social del relativo editore: il reboot di Saints Row è realtà.

Volition e Deep Silver ritornano alle radici della loro creatura più celebre e acclamata con una rivisitazione completa delle origini della gang dei Saints in un'ambientazione assolutamente inedita: quella di Santo Ileso. Si tratta di una città in pieno sviluppo ispirata ai panorami tipici del sud-ovest degli Stati Uniti e teatro di una feroce guerra tra tre differenti bande criminali che si contendono il dominio sul territorio seminando il panico tra le strade.

Toccherà a un nuovo gruppo di Saints radunarsi per tentare di mettere il bastone tra le ruote agli altri gruppi di malavita organizzata e piegare la città di Santo Ileso alla propria volontà.

Se siete curiosi di saperne di più su questo reboot di Saints Row atteso per l'inizio del 2022, ecco la nostra anteprima!

MARVEL'S MIDNIGHT SUNS

Subito a seguire, poi, è arrivato quello che senza dubbio è stato l'annuncio più inatteso e imponderabile della diretta. Il trailer, che dapprima poteva far pensare ad un nuovo aggiornamento per Marvel's Avengers, data la presenza di eroi riconoscibili come Captain America e Iron Man, ha poi iniziato a mostrare una pletora di personaggi attualmente non disponibili nell'ultima fatica di Crystal Dynamics, lasciando intendere che si trattasse di qualcosa di completamente nuovo.

Doctor Strange, Ghost Rider, Captain Marvel, Wolverine, Blade e tanti altri si rincorrevano sullo schermo mentre da un antico sarcofago veniva risvegliata quella che, probabilmente, sarà la principale antagonista dell'avventura: Lilith, la madre dei demoni.

Il titolo del gioco è Marvel's Midnight Suns ma la vera sorpresa doveva ancora arrivare. Alla fine della clip, sulle note di una meravigliosa cover di Enter Sandman dei Metallica, sono stati svelati i responsabili di questo nuovo progetto: il publisher è 2K Games e, incredibilmente, gli sviluppatori sono i talentuosi Firaxis, già autori della splendida serie di gestionali Sid Meier's Civilization e degli ultimi due capitoli di XCOM.

Marvel's Midnight Suns sarà dunque un RPG strategico sulla falsariga di XCOM e arriverà sul mercato nel mese di marzo 2022 su tutte le piattaforme disponibili in commercio. Il gameplay verrà mostrato approfonditamente in una live dedicata il 1° settembre.

CALL OF DUTY: VANGUARD

Sul palco del Gamescom Opening Night Live c'è stato anche spazio per uno sguardo approfondito alla campagna del nuovo Call of Duty: Vanguard, di cui vi abbiamo parlato in sede di anteprima.

Il video, oltre a confermare le già ottime impressioni che avevamo avuto durante l'evento di presentazione, aveva il compito di fare luce su uno dei quattro personaggi che si alterneranno a schermo nella modalità per giocatore singolo.

Seguiamo i primi passi di Polina Petrova, interpretata dall'attrice Laura Bailey, e ispirata alla leggendaria cecchina russa Ljudmila Michajlovna Pavličenko, mentre si fa strada silenziosamente dietro alle linee nemiche a Stalingrado, senza disdegnare qualche coreografica sparatoria lungo il cammino. La lunga sezione della campagna in questione mostrava l'incredibile distruttibilità ambientale garantita dalla nuova iterazione del motore IW Engine, l'eccellente regia dal taglio cinematografico e anche qualche fase di platforming.

Nell'attesa di provare il gioco nella sessione Alfa dedicata alla nuova modalità Collina dei Campioni in arrivo questo weekend, vi ricordiamo che Call of Duty: Vanguard è atteso per il 5 novembre di quest'anno su PC, Xbox One, Xbox Series X|S, PS4 e PS5.

HALO: INFINITE

Il grande assente alla conferenza Xbox della Gamescom è tornato a fare sentire la propria potenza nella serata immediatamente successiva, quella dell'Opening Night Live. Halo: Infinite è vivo e più in forma che mai ed ha finalmente una data di uscita: l'8 dicembre 2021. Mancano, dunque, solo poco più di tre mesi prima di poter sperimentare questo ambizioso shooter di 343 Industries, indubbiamente una tra le proposte più allettanti del catalogo degli Xbox Game Studios.

Purtroppo non c'è stato modo di vederlo in azione poiché gli sviluppatori hanno optato per un breve video di presentazione in CGI che anticipa l'inizio della prima Stagione del multiplayer ma, avendolo provato nella fase di accesso anticipato qualche settimana fa, possiamo confermarvi che si tratta di uno sparatutto davvero solido e divertente che ricalca tutti quelli che sono stati i canoni che hanno reso grande la serie di Halo.

Microsoft, inoltre, ha ben pensato di calare il proverbiale asso con l'annuncio di una meravigliosa console Xbox Series X celebrativa del ventesimo anniversario di Halo in edizione limitata e di un altrettanto incantevole Controller Elite 2.0 con i colori dell'armatura di Master Chief. Il portafogli, sentitamente, ringrazia.

THE OUTLAST TRIALS

Annunciato più di un anno fa e poi repentinamente sparito dai radar, The Outlast Trials è il terzo capitolo della celebre serie horror indipendente di Red Barrels. Dopo essere sopravvissuti agli orrori dell'ospedale psichiatrico del primo episodio e al folle culto religioso nel villaggio del secondo, The Outlast Trials ci porta ad affrontare l'ennesimo sadico esperimento condotto dalla malvagia Murkoff Corporation.

Nei panni di cavie da laboratorio in questo brutale 'gioco' ambientato negli anni della Guerra Fredda e dal concept visibilmente ispirato alla saga cinematografica di Saw, gli utenti potranno collegarsi in cooperativa online per la prima volta nella storia della serie e collaborare per tentare di portare a casa la pelle in un'ambientazione disturbante e piena di insidie.

Le meccaniche stealth ricopriranno ancora un ruolo di fondamentale rilevanza nella formula del gioco ma il trailer lascia intendere che ci saranno anche altri modi per sbarazzarsi dei mostri e delle altre amenità che popolano i corridoi di questa tetra struttura.

DOKEV

Ed eccoci giunti al titolo più bizzarro, astratto e magnetico dell'intera manifestazione: Dokev, di Pearl Abyss. Gli sviluppatori coreani, già saliti agli onori della cronaca per l'MMO Black Desert Online e per l'action di prossima uscita noto come Crimson Desert, stanno confezionando un nuovo MMO open world che fa un po' il verso a Pokémon e che consentirà di collezionare decine e decine di creature differenti da impiegare in combattimento.

Il trailer, a dire il vero, non aiuta a capire bene quelle che saranno le meccaniche alla base del progetto ma è un autentico tripudio di colori, effetti visivi e luci, il tutto enfatizzato da un comparto tecnico a dir poco sbalorditivo e da una direzione artistica di assoluto pregio.

Conoscendo il pedigree di Pearl Abyss e le lungaggini a cui ci hanno abituati in termini di tempi di sviluppo, tuttavia, non vi consiglieremmo di trattenere il fiato nell'attesa dell'uscita di questo Dokev. Già il fatto che qualcosa del genere esista riesce a strapparci un sorriso ma, almeno finché non lo avremo tra le mani, rimarrà una semplice, bellissima suggestione.

FAR CRY 6

La serie di Far Cry di Ubisoft è costellata da una pletora di action open world di eccellente fattura, graziati da alcuni dei personaggi più memorabili mai apparsi nel medium videoludico. Come dimenticare, infatti, antagonisti del calibro di Vaas Montenegro, Pagan Min o Joseph Seed? Sono stati gli archetipi dei cattivi perfetti: ineluttabili, violenti, implacabili.

Beh, è tempo di fare il passo successivo. Far Cry 6 ci porta nella ridente isola di Yara, un vero paradiso tropicale soggiogato dalla dittatura del Presidente Anton Castillo, interpretato dall'istrionico attore hollywoodiano Giancarlo Esposito, già apprezzato nel ruolo di Gustavo Fring in Breaking Bad e di Moff Gideon nella serie di The Mandalorian.

Castillo è un dittatore senza scrupoli e dai modi atroci, intenzionato a trasformare Yara in un regno di pace e unità, a costo di schiacciare i diritti (e la vita) degli indifesi cittadini locali.

A rendergli le cose difficili c'è un agguerrito gruppo di resistenza armata di cui fa parte la nostra protagonista Dany Rojas, determinata a combattere le milizie di El Presidente strada per strada, fino a liberare l'isola dall'oppressore. Ci riusciranno?

Far Cry 6 è atteso per il 7 ottobre 2021 su PC, Xbox One, Xbox Series X|S, PS4, PS5 e Google Stadia.

HORIZON: FORBIDDEN WEST

Tanto tuonò che alla fine piovve. Dopo settimane di rumor e voci di corridoio, Guerrilla Games ha risposto pubblicamente alle dicerie che volevano Horizon: Forbidden West rimandato al 2022. La cattiva notizia è che, a volte, i rumor contengono un fondo di verità: la seconda avventura di Aloy nelle terre dell'ovest è ora prevista per il lancio il 18 febbraio del prossimo anno.

Il game director, Mathijs De Jonge, ha confermato che a causa delle difficoltà derivanti dallo sviluppo in tempi di pandemia e nell'ottica di offrire l'esperienza più pulita e completa possibile, lo studio ha deciso di posticipare di qualche mese l'uscita di Forbidden West in modo da concedere più tempo alla squadra.

Nel frattempo, però, la prima incarnazione di Horizon, Zero Dawn sta per ricevere la tanto attesa patch per PS5 che consentirà ai giocatori di fruire della prima, splendida epopea di Aloy in un glorioso formato a 60fps con risoluzione migliorata. Se non avete ancora avuto modo di affrontare il mondo post-apocalittico di Horizon, questo è il momento migliore per farlo!

DEATH STRANDING: DIRECTOR'S CUT

L'edizione Director's Cut di Death Stranding ha chiuso la carrellata di annunci, reveal e conferme della Gamescom Opening Night Live 2021. La straordinaria opera di Hideo Kojima, una delle esperienze più intense ed emozionanti della scorsa generazione di console, sta per arrivare su PS5 in un'edizione migliorata sotto il profilo tecnico e arricchita con un'importante mole di nuovi contenuti.

Sam Porter Bridges può fare ora affidamento su una serie di nuovi strumenti per attraversare i desolati territori proposti dal gioco come degli utili stabilizzatori per attutire l'atterraggio dopo lunghi salti; una potente catapulta per spostare velocemente gruppi di oggetti sulla mappa e, addirittura, un mezzo di trasporto passivo che Sam può utilizzare per farsi scarrozzare da un punto all'altro. Sono aggiunte di notevole peso per la formula di gioco ideata dal maestro Kojima, alcune delle quali potrebbero modificarne radicalmente il gameplay. In meglio o in peggio? Non possiamo ancora dirlo con certezza.

Come se non bastasse, Death Stranding: Director's Cut include anche alcune nuove missioni per la campagna principale, diverse attività secondarie da svolgere tra una quest e la successiva (come il poligono di tiro e la possibilità di affrontare nuovamente i boss già sconfitti) e anche dei tracciati di corsa per i veicoli presenti nel gioco.

Insomma, la carne al fuoco è tanta e se non avete ancora avuto modo di sperimentare l'estro creativo di uno dei maggiori esponenti dell'industria videoludica mondiale, questa potrebbe essere la vostra occasione d'oro.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Redattore

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza