Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

THQ Nordic Showcase, il publisher austriaco presenta quattro novità assolute

Tra pianeti da colonizzare, gare a folle velocità, scontri campali e il ritorno di un'IP leggendaria.

THQ Nordic ha deciso di fare le cose in grande questa volta. Nella seconda edizione del suo Digital Showcase, ideato sulla falsariga degli eventi che un tempo facevano parte del magico 'periodo E3' in cui tutti i più grandi esponenti dell'industria si davano battaglia a colpi di annunci straordinari, inattese sorprese ed emozionanti video di gameplay, il publisher europeo ha svelato ai propri fan una lineup quantomai solida, variegata e arricchita da qualche... insperato ritorno.

Tra i remake di Destroy All Humans! 2 e quello del primo, indimenticabile Gothic, i trailer di gameplay dedicati al nuovo simulatore di wrestling AEW: Fight Forever e il reveal dei nuovi progetti videoludici dedicati alle amate IP di Spongebob e South Park, THQ Nordic ha anche alzato il sipario su quattro novità assolute, quattro annunci completamente inediti che dimostrano quanto questo publisher abbia intenzione di investire in titoli dalla natura più eterogenea, tutti animati da idee piuttosto intriganti e affidati a team di sviluppo talentuosi.

Alone in the Dark

Il primo annuncio, forse il più importante tra i titoli in sviluppo sotto l'egida di THQ Nordic, è stato quello su cui si erano concentrate più insistentemente le voci di corridoio negli ultimi giorni, un progetto ambizioso quanto affascinante, a lungo bramato quanto potenzialmente pericoloso: una rivisitazione del primo, leggendario Alone in the Dark, il padre putativo dell'intero genere dei Survival Horror in 3D (appellativo spesso erroneamente attribuito all'iconica saga di Resident Evil ma che ha visto proprio in Alone in the Dark la sua prima incarnazione in termini cronologici).

Questo nuovo reboot, ad opera dello studio svedese Pieces Interactive, relativamente giovane ma già conosciuto per aver lavorato sulle espansioni di Titan Quest, ha il preciso obiettivo di reinterpretare i primi tre capitoli della saga originale secondo un gusto più vicino ai moderni canoni dell'orrore digitale senza rinunciare alle atmosfere e alle dinamiche di gameplay che avevano caratterizzato la trilogia classica.

Ritroviamo il detective privato Edward Carnby, storico protagonista della serie, richiamato per indagare su un misterioso suicidio nella tetra Villa Derceto dalla giovane Emily Hartwood, anch'essa apparsa come personaggio giocabile nel primo episodio della saga e come personaggio di supporto nel terzo capitolo.

Abbandonato il tipico sistema a telecamere fisse che era stato mutuato poi anche dalla serie horror di Capcom, Alone in the Dark ritorna sotto forma di Survival Horror in terza persona con visuale posta alle spalle dei due protagonisti giocabili (un po' come accadeva nel quarto, quinto e sesto capitolo di Resident Evil e nei remake, per intenderci, ndR) e promette di portare con sé un mix di combattimento, orrore, enigmi ed esplorazione, il tutto coadiuvato da una trama curata personalmente da Mikael Hedberg, conosciuto per il suo lavoro su due cult del genere come Amnesia e SOMA di Frictional Games.

Insomma, le carte in regola per far dimenticare gli ultimi, tremendi passi falsi compiuti dalla saga di Alone in the Dark ci sono tutte e, al netto di un comparto tecnico che tradisce la natura di 'pre-alfa' in cui il gioco si trova in questo momento, Pieces Interactive sembra essere intenzionata a fare le cose nel modo giusto per riportare il padre dei Survival Horror nel posto d'onore che merita.

Space for Sale

Il secondo annuncio inedito dell'evento tenuto da THQ Nordic è stato Space for Sale, la nuova opera di Mirage Game Studios, già artefici di Little Big Workshop, il delizioso strategico/gestionale apparso su Steam nel 2019 e che ha saputo raccogliere consensi unanimi da critica e pubblico. Nel tentativo di bissare quel successo, questo piccolo team svedese ha presentato al pubblico il suo Space for Sale, un bizzarro mix di esplorazione spaziale e... imprenditoria immobiliare (?).

Già, perché in Space for Sale vestiremo i panni di un astronauta approdato su un pianeta alieno per iniziare un programma di sviluppo immobiliare in cui facoltosi clienti possono investire per ottenere la casa dei propri sogni nelle profondità dello spazio. Il nostro compito? Quello di setacciare la superficie dei vari pianeti a nostra disposizione, raccogliere risorse per costruire edifici e colonizzare ma, soprattutto, quello di soddisfare le richieste sempre più pressanti degli avventori che desiderano mollare tutto e trasferirsi a migliaia di anni luce dal proprio pianeta natale.

Tra creature aliene da combattere, ambientazioni esotiche da esplorare e misteri da risolvere, Space for Sale promette di essere un'esperienza fresca, divertente e originale. L'uscita è prevista in esclusiva su PC durante il prossimo anno e potrà essere affrontato in modalità single player o anche in cooperativa con un altro giocatore.

Wreckreation

Immaginate un gioco di corse arcade tra auto dai ritmi forsennati e dall'elevato tasso di spettacolarità. Immaginate, ora, di trapiantare questo concetto in un mondo aperto che si espande tra quattro nazioni differenti con biomi estremamente diversificati e centinaia di chilometri di strade che si estendono a vista d'occhio. Immaginate, infine, di poter modificare in tempo reale la conformazione del terreno, aggiungere salti, rampe e giri della morte mentre gli altri giocatori si danno battaglia per raggiungere il traguardo per primi. Questo è il concept di Wreckreation, il nuovo folle racing game di Three Fields Entertainment, studio abbastanza giovane composto da ex sviluppatori in forze a Electronic Arts e Criterion.

Improntato sulla condivisione dell'esperienza online con altri piloti da tutto il mondo, Wreckreation ha un feeling che ricorda molto da vicino quello dei primi Burnout o di Trackmania ed è stato costruito sulla base di due meccaniche di gameplay ben precise: GameDJ e LiveMix. Il primo consente di modificare a piacimento le condizioni atmosferiche, il clima e i parametri delle gare in modo da creare corse sempre inedite e godibili. La seconda, che vi avevamo già anticipato poco più sopra, offre ai giocatori la possibilità di influenzare direttamente il mondo di gioco costruendo i tracciati in tempo reale mentre gli altri giocatori fanno a sportellate per aggiudicarsi il trofeo.

Si tratta di un concetto assolutamente interessante e potenzialmente divertentissimo che, se supportato da un modello di guida preciso e adrenalinico, potrebbe tradursi in un must-have per gli appassionati di racing arcade. Wreckreation si trova attualmente in fase 'pre-alfa' e uscirà su PC e console nel corso del prossimo anno.

Tempest Rising

Chiude questa carrellata di annunci inediti il nuovo progetto di Slipgate Ironworks e 3D Realm, già autori di Rise of the Triad e collaboratori allo sviluppo di titoli come Graven, Ghostrunner e Paradise Lost. Tempest Rising – questo il nome della nuova opera – è stato descritto da subito come una lettera d'amore ai classici del genere RTS degli anni '90, una tipologia di giochi invero piuttosto bistrattati e lasciati nel dimenticatoio nel corso degli ultimi anni.

Tempest Rising immagina un conflitto tra due nutriti eserciti che si contendono un'importantissima risorsa nota con il nome di Tempest, emersa all'indomani di una violenta guerra nucleare e che potrebbe garantire energia pressoché illimitata a chiunque ne entri in possesso.

Il titolo offrirà due campagne distinte per giocatore singolo ma anche una nutrita modalità multiplayer competitiva. Il base building torna finalmente protagonista e sarà necessario imparare a gestire al meglio le proprie risicate risorse per ottenere l'egemonia sul campo di battaglia e resistere ai continui assalti della fazione avversaria.

Ciascuna unità, come di consueto, sarà caratterizzata da punti di forza, debolezze e unicità varie ma, prima di poterle dispiegare sul campo di battaglia, sarà di vitale importanza costruire edifici, caserme, raffinerie e centrali energetiche che possano supportare lo sforzo bellico del nostro esercito e accumulare sempre più prezioso Tempest.

In definitiva, Tempest Rising sta prendendo forma come un autentico ritorno al passato, all'età d'oro degli Strategici in Tempo Reale, e potrebbe catturare l'attenzione di un nutrito pubblico di appassionati quando arriverà su PC, nel corso del 2023.

A proposito dell'autore

Avatar di Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Contributor

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Commenti