SimCity - prova

Un intero mondo a portata di tastiera.

Londra - Avete mai pensato a come dovrebbe essere la vostra città perfetta? Un tranquillo borgo immerso nel verde e nella campagna, un agglomerato futuristico di industrie e smog o, già che ci siamo, la capitale del lusso dove dilapidare i miseri stipendi nel nome del gioco e dello stravizio più sfrenato?

Dopo aver osservato nel dettaglio il prossimo titolo Maxis in occasione dello showcase britannico di Electronic Arts, è difficile non pensare solo per un istante a cosa potremmo "creare" se fossimo uno di quei sindaci fortunati, uno di quelli a cui bastano solo mouse e tastiera per dar vita ad una nuova metropoli. SimCity, del resto, è uno di quei classici giochi privi di un finale ben delineato o di una cosiddetta condizione di vittoria: una macchina semi-perpetua, piuttosto, che nasce, cresce e si auto-alimenta esclusivamente grazie alle numerose decisioni che il giocatore, di volta in volta, rovescia sul tavolo.

Il fatto che quest'ultimo sia potenzialmente in grado di erigere una città portabandiera del verde e della pulizia, dove tutto è in ordine ed ecosostenibile, non implica affatto che debba farlo per forza. Forse sarebbe più divertente crearne una dove tutto è vergognosamente inquinato, con tanto di cittadini perennemente indiavolati contro un'amministrazione scellerata. Non molto etico, certo: ma perché no?

Che siate buoni o cattivi, alla ricerca del più aulico paradiso abitativo o della peggiore Golconda residenziale, una cosa è certa: con questo nuovo insediamento di SimCity, EA sembra voler mandare un chiaro messaggio tanto all'utenza di vecchia data quanto ai neofiti del franchise, offrendo un titolo capace di espandere un universo già ragguardevole con nuove e interessanti caratteristiche.

Non a caso, è proprio "espansione" la parola d'ordine della nuova installazione: "SimCity offrirà tutto quello a cui milioni di giocatori sono abituati da anni", raccontano i nostri ciceroni di casa Maxis, "arricchendolo con nuove feature esclusive". Novità di cui ci si accorge rapidamente, e non parlo solo delle strade curve! Chiunque fosse avvezzo alla consueta componente macrogestionale di SimCity, sarà probabilmente lieto di sapere che questa (ancora una volta cuore nevralgico del gameplay) sarà affiancata da un'altra gestione più micro, che coinvolge direttamente gli abitanti delle nostre città.

"EA sembra voler mandare un chiaro messaggio tanto all'utenza di vecchia data quanto ai neofiti del franchise"

1
Assistere a dei dannati meteoriti che distruggono il frutto di ore e ore di lavoro, metterà a dura prova il vostro proverbiale savoir faire.

Non aspettatevi un livello di controllo paragonabile a quello dei Sims. Cliccando in corrispondenza di ciascun individuo ricaveremo precise informazioni sulla professione e sulla sua destinazione corrente: spesso saranno questi ultimi ad affidarci compiti specifici, che potremo liberamente accettare o ignorare. Un concittadino si lamenta per il traffico eccessivo? Benissimo, perché non allargare il numero di carreggiate della nostra autostrada o costruire una nuova bretella dove far defluire il traffico? Il livello culturale della città è troppo basso? Forse è il caso di costruire qualche biblioteca o scuola in più.

Portare a termine tali compiti andrà a influire non solo sul morale dei cittadini ma allo stesso tempo sull'intero valore della città, che diventerà molto più appetibile a quei forestieri alla ricerca di un tetto, e alla spesa monetaria di ciascuno dei nostri abitanti: più la città è bella, più è facile spendervi denaro.

Piano con l'entusiasmo, comunque. Oltre al cosa creare, drammaticamente importate è anche il dove crearlo. Progettare un acquedotto in prossimità di un'enorme fabbrica non è propriamente l'idea del secolo, considerando che l'inquinamento prodotto andrebbe a comprometterne la potabilità. Scuole, ospedali o fattorie, allo stesso modo, necessitano di una posizione accurata e ben studiata. Nulla si può lasciare al caso quando si crea un paese, e ogniqualvolta si decida di sviluppare alcunché, sarà il caso di tenere bene a mente una lunga serie di aspetti o problematiche.

"SimCity offre una cospicua serie di viste statistiche che potranno tornare utili"

Per nostra fortuna il titolo offre una cospicua serie di "viste statistiche" che potranno tornare utili al giocatore: una, ad esempio, colora in verde le zone residenziali più piacevoli, indicando in rosso le meno richieste. Con un'apposita serie di istogrammi, invece, potremo osservare quali sono le zone a maggior concentrazione di popolazione piuttosto che quelle in cui la gente tende a spendere di più. Potremo addirittura monitorare la criminalità del nostro territorio!

2
Tra le calamità disponibili in SimCity, quella del tornado è forse l'evenienza meno disastrosa. E la più piacevole, specie quando sentirete le urla disperate dei vostri poveri cittadini!

A cosa serve tutto questo? Beh, se l'obiettivo massimizzare l'indotto monetario converrà edificare nelle zone più piacevoli, concentrando i "centri commerciali" dove la densità abitativa è maggiore e, allo stesso tempo, il buco nel portafogli del cittadino è maggiore. Allo stesso modo, meglio piazzare la centrale di polizia vicina al cuore del crimine, piuttosto che nel lotto di terra confinante col cimitero!

Una caratteristica primaria di questo nuovo SimCity è poi il cosiddetto Multi-City Play: non una sola città ma al contrario molte, moltissime, ciascuna delle quali gestita da un giocatore differente. Queste potranno essere interconnesse tra loro, dando vita a gigantesche regioni.

Già da questo aspetto si evince la propensione spiccatamente multigiocatore del gioco. SimCity sarà un titolo interamente online per sua stessa natura, laddove il sindaco virtuale potrà tuttavia giocare in single player definendo aree/regioni privati o garantire l'accesso esclusivo tramite meccanismo di inviti. Ma come molte volte accade, è proprio nella cooperazione con più giocatori che SimCity regala il massimo e, come abbiamo potuto osservare nella dimostrazione, l'unione fa veramente la forza.

"Col Multi-City Play le città potranno essere interconnesse tra loro, dando vita a gigantesche regioni"

Immaginate di affrontare il gioco da soli: creare una megalopoli richiederà tempo e ancor più sudore, considerando che al di là di zone residenziali e industriali, dovrete predisporre attività commerciali, zone dove i cittadini possano divertirsi e spendere denaro, sezioni rurali per agricoltura e allevamento e, non ultima, una guardia a tutela della città. Tranquilli, potrei andare avanti ancora per qualche minuto.

3
Lo stile toy-box realizzato con la tecnica del tilt-shift è estremamente piacevole e azzeccato, e regala una fanciullesca sensazione di giocosità in ogni situazione. Anche la meno divertente.

Tutto questo diventa più semplice nel contesto multigiocatore, laddove un primo sindaco potrebbe occuparsi del nucleo residenziale e commerciale, il secondo potrebbe creare il "contesto industriale" verso cui ogni mattina accorrono migliaia di pendolari e un terzo, da buon imprenditore, dovrebbe impegnarsi nella realizzazione di una piccola Las Vegas, meta prescelta per il divertimento e per lo spreco del vil denaro. Qualche treno, un'autostrada, due autobus ed il gioco è fatto.

Questo è solo un semplice esempio, viste le numerose possibilità messe a disposizione dal'IP. Appare però evidente come tutte le parti coinvolte finiscano per trarre notevoli benefici da una tale soluzione, dovendo concentrare la maggior parte dei propri sforzi in un solo specifico aspetto.

"SimCity supporterà il cross play tra giocatori Mac e PC"

Ed ecco perché la scelta del multiplayer-only, sotto quest'ottica, è tutto sommato comprensibile. "Sarebbe stato difficile rinunciare a molte di queste potenzialità in favore di una campagna single player". Certo, l'impossibilità di giocare offline è malvista da molti oggigiorno, e questo gli sviluppatori lo sanno alla perfezione. D'altro canto, tuttavia, sarebbe impossibile godere dell'aiuto del CityLog (un sistema competitivo con la propria lista amici che ormai viene declinato nella maggior parte delle produzioni EA, da Burnout a Battlefield) e di tutte quelle sfide che, a gioco lanciato, Maxis proporrà ai novelli sindaci per accelerarne l'ascesa al potere.

Stando a quanto riferito, SimCity supporterà il cross play tra giocatori Mac e PC. Nulla è stato detto a riguardo di un'eventuale integrazione con SimCity Social, uno dei prodotti attualmente più giocati nel catalogo Facebook: l'unica risposta ricevuta è stata un laconico "è possibile". Meglio tenere gli occhi aperti per eventuali aggiornamenti.

Gustiamoci il trailer di SimCity.

Una menzione d'onore la merita poi l'interessante direzione artistica, ribattezzata dagli sviluppatori come "tilt shift". SimCity ricorre ad uno stile simil "toy-box" per conferire alla scena un fascino quasi infantile e giocoso, grazie alla tecnica dell'obiettivo decentrato. In sostanza (e mi perdonino gli esperti di fotografia), si sfrutta un'apposita angolazione dell'obiettivo al fine di ottenere un focus selettivo su un determinato particolare, lasciando fuori fuoco il resto: una scelta molto azzeccata e che ben si addice al contesto di "città in miniatura".

"Non mancheranno i consueti disastri che cambieranno il paesaggio urbano"

Bello non significa comunque sicuro. Non mancheranno infatti inattesi disastri specializzati nell'alterare il paesaggio urbano: nulla capace di decimare la popolazione o ridurre la città ad un cumulo di macerie, quanto piuttosto degli eventi più o meno occasionali che gettano una manciata di pepe sul nostro lavoro.

Nel corso della demo alcuni tornado hanno fatto visita alla città in mostra, e dobbiamo ammettere che eravamo più divertiti per le grida di terrore dei poveri abitanti che preoccupati per le loro abitazioni. E considerando che non mancheranno UFO, meteoriti o, come vocifera più di qualcuno, Godzilla in persona, beh, prepariamoci al peggio !

SimCity sarà disponibile per PC e Mac a partire dal prossimo marzo 2013. Avremo modo di raccontarvi dettagli più succulenti su questo interessante titolo già dalle prossime prove ma ora, vogliate scusarmi, la città perfetta mi sta reclamando a gran voce.

SimCity uscirà per PC e Mac l'8 marzo 2013.

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Alberto Destro

Alberto Destro

Redattore

Eterno Peter Pan intrappolato nel corpo di un trentenne, ha barattato la propria ombra per tastiera e controller. Il tutto per la gioia dell'adorata moglie, che si chiede cos'ha fatto per meritarsi un tale nerd.

Contenuti correlati o recenti

Death Stranding: Director's Cut 'risolve' la controversia sull'asessualità del data log 'Un mondo asessuato'

Il particolare data log aveva causato polemiche per la definizione dell'asessualità.

Xbox che si spengono da sole e giochi chiusi all'improvviso: Microsoft indaga su diverse segnalazioni

Xbox sta ricevendo diverse segnalazioni di spegnimenti anomali e non solo.

Switch: i giapponesi avranno un controller Mega Drive/Genesis 'migliore' degli occidentali

Controller Mega Drive a sei tasti in Giappone, per Nintendo Switch.

Articolo | Arcane: League of Legends (La Serie) - anteprima

Tutto quello che c'è da sapere sulla Serie TV Netflix di League of Legends!

Articoli correlati...

Steam Deck messo alla prova fa girare anche i giochi VR

I test degli sviluppatori spingono al limite la console portatile di Valve.

Articolo | Arcane: League of Legends (La Serie) - anteprima

Tutto quello che c'è da sapere sulla Serie TV Netflix di League of Legends!

Kate: Collateral Damage è un action roguelike dedicato al film Netflix

Netflix e videogiochi si incontrano nuovamente grazie a Kate.

Fall Guys da Guinness World Record: è il gioco PlayStation Plus più scaricato di sempre

Fall Guys è stato inserito nel Guinness World Record come gioco PS Plus più scaricato.

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza