Los Angeles - Se c'Ŕ un marchio sul quale Nintendo ha potuto contare anche nei momenti di crisi, dato che non ha mai subito battute d'arresto anche nei periodi bui del Nintendo 64 e del GameCube, questo Ŕ quello dei PokÚmon, i mostri tascabili creati da Game Freak ormai da anni entrati di diritto nella cultura Pop mondiale.

Non ci stupiamo, dunque, che durante il recente E3 il colosso giapponese abbia riunito i suoi pi¨ illustri rappresentanti e i principali giornalisti del settore per presentare loro alcune delle principali novitÓ riguardanti PokÚmon X & Y, l'inedito capitolo della serie in arrivo il prossimo 12 ottobre, per la prima volta su Nintendo 3DS.

Una presentazione volta principalmente ad illustrare le novitÓ in fatto di connettivitÓ, oltre che qualche innovazione anche dal punto di vista del gameplay, comunque sempre molto fedele alle sue radici. Il gioco che milioni di giocatori troveranno nel negozi ad ottobre infatti, Ŕ pi¨ un'evoluzione della serie di una rivoluzione, ma nonostante questo le novitÓ integrate le fanno fare dei passi da gigante nel verso della modernitÓ. Per la prima volta nella ventennale storia dei mostri tascabili, infatti, il gioco uscirÓ in contemporanea mondiale sui principali mercati, tra i quali l'Italia, completamente adattato in sette lingua differenti, selezionabili all'avvio del gioco.

1
I designer del gioco si sono ispirati alla Francia e alle altre nazioni europee per disegnare l'ambiente di gioco.

La seconda novitÓ presentata da Tsunekazu Ishihara, presidente di The PokÚmon Company, e Junichi Masuda, director di PokÚmon X & Y, Ŕ la completa integrazione con il Nintendo Network che consentirÓ ai giocatori di tutto il mondo di sfidarsi all'ultimo mostriciattolo anche online, attraverso un sistema di matchmaking o semplicemente sfidando i vostri amici. Niente pi¨ famigerato codice amico dunque, per un'esperienza che dovrebbe essere pi¨ flessibile e divertente che in passato. Sul palco sono stati mostrati alcuni esempi di battaglia che mettevano in mostra il sistema ideato da Game Freak, piuttosto semplice, ma efficiente.

Un'altra novitÓ riguarda i PokÚmon: il loro numero Ŕ cresciuto a dismisura negli anni, passando dai 151 di PokÚmon Rosso e Verde ai 649 di PokÚmon X & Y. Inoltre, in questa sesta generazione debutteranno sia i pokÚmon fairy, una nuova tipologia nata per bilanciare i PokÚmon drago senza per questo snaturare le loro caratteristiche ed indibolirli, sia i combattimenti aerei. Questi potranno essere iniziati da mostri tascabili volanti o in possesso di levitation.

Un'ulteriore novitÓ riguarda la possibilitÓ di incrociare vere e proprie orde di pokÚmon durante il vostro cammino. Queste saranno particolarmente difficili da abbattere, ma garantiranno un quantitativo di esperienza notevole. Fortunatamente alcune mosse avranno un effetto ad area, consentendo cosý di colpire pi¨ nemici alla volta.

"Il numero dei PokÚmon Ŕ cresciuto a dismisura negli anni, passando dai 151 di PokÚmon Rosso e Verde ai 649 di PokÚmon X & Y"

Un altro elemento che da sempre Ŕ stato il cuore della serie Ŕ l'empatia che si instaura tra un allenatore e i suoi pokÚmon. Per migliorare e incentivare questo aspetto del gioco, in PokÚmon X & Y verrÓ introdotta la PokÚmon Amie, una sezione dove sarÓ possibile viziare e coccolare i propri mostri preferiti. Una sorta di Nintendogs in salsa Game Freak, dove sarÓ possibile dare da mangiare ai propri pokÚmon, oltre che accarezzarli tramite il touch screen. Anche quelli pi¨ grossi e aggressivi. In questo modo guadagnerete il loro affetto e la loro fiducia, ottenendo migliori performance in battaglia.

Infine saranno, ovviamente sfruttate tutte le capacitÓ della console Nintendo, come la stereoscopia, oltre che le funzionalitÓ StreetPass e SpotPass per ottenere nuovi elementi di gioco direttamente da Nintendo o da altri giocatori. Potrebbero persino arrivare dei DLC legati al gioco, ma Tsunekazu Ishihara e Junichi Masuda stanno ancora decidendo sul da farsi.

2
L'universo di gioco sarÓ completamente tridimensionale.

"Il comparto grafico del nuovo gioco Game Freak sembra essere giÓ da adesso particolarmente ispirato, colorato e ricco di colpi di classe"

Infine PokÚmon X & Y sarÓ il primo capitolo della serie principale completamente in tre dimensioni. Questo ha costretto gli sviluppatori a ridisegnare molti dei mostri portatili in modo da definire il loro aspetto una volta spiati da qualsiasi angolazione.

Questa novitÓ Ŕ comunque ben accetta, dato che il comparto grafico del nuovo gioco Game Freak sembra essere giÓ da adesso particolarmente ispirato, colorato e ricco di colpi di classe. Durante gli scontri, oltretutto, una telecamera dinamica proverÓ a rendere pi¨ spettacolare i combattimenti, muovendosi ad inquadrare i protagonisti. Senza considerare che finalmente ogni pokÚmon avrÓ una fugace animazione che mostra il tipo di attacco effettuato, un altro piccolo passo verso gli standard moderni, oltre che il cartone animato.

Aspettiamoci oltretutto grandi cose dalla colonna sonora. Junichi Masuda, prima di essere il director di PokÚmon X & Y ha lavorato alle musiche della serie e ha riferito di essere molto soddisfatto dalle capacitÓ del Nintendo 3DS. La console portatile Nintendo Ŕ infatti la prima in grado di riprodurre fedelmente qualsiasi tipo di musica lui abbia intenzione di produrre, elemento che gli sta consentendo di liberare la sua creativitÓ senza limiti di sorta.

Questi cambiamenti andranno ad incastonarsi nella solita, perfetta, formula ideata da Game Freak. Una formula capaci di attirare, ad ogni sua incarnazione, milioni di videogiocatori desiderosi di tuffarsi nel Kanto, Johto o Hoenn di turno alla ricerca di ogni singolo PokÚmon.

L'appuntamento Ŕ dunque fissato per il prossimo 12 ottobre, quando PokÚmon X & Y invaderÓ i negozi di tutto il mondo.

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue pi¨ belle.