The Elder Scrolls Online: Morrowind - anteprima

L'episodio più amato torna per un nuovo inizio.

Londra - Il progetto di The Elder Scrolls Online non è cominciato col piede giusto. Il modello economico basato su di una sottoscrizione mensile e un'idea di base poco definita, incapace di garantire il senso di condivisione tipico degli MMO o il gusto e la complessità degli open world in stile The Elder Scrolls, hanno impedito al gioco di fare subito breccia tra gli appassionati.

Va però dato atto a Bethesda e ZeniMax Studios di non aver mollato il colpo alle prime difficoltà e di aver corretto con decisione e coraggio la rotta di questo ambizioso progetto, ascoltando le necessità dello zoccolo duro di appassionati e trovando un nuovo equilibrio economico che riuscisse a giustificare i costi di mantenimento delle infrastrutture e lo sviluppo di nuove espansioni.

Questo nuovo corso ha coinciso con l'arrivo di TESO su console con l'edizione Tamriel Unlimited, che ha portato con sé una revisione dei contenuti ma soprattutto il passaggio al modello free-to-play con microtransazioni, utili sia per comprare nuovi oggetti cosmetici, sia per acquistare le tante espansioni che a cadenza regolare sarebbero arrivate ad arricchire l'esperienza.

L'arrivo su One e PS4 ha poi conciso con una rinascita di The Elder Scrolls Online, tanto che l'MMO è stato capace di toccare picchi di 350 mila persone contemporaneamente. Tale successo ha dato nuova linfa allo sviluppo ed ecco che a stretto giro di posta sono arrivati il sistema giuridico e la Gilda dei Ladri, la Fratellanza Oscura, il Champion e il Veteran System, la rimozione dei blocchi geografici e la possibilità di giocare con qualunque persona incontrata, grazie ad un sistema di livellamento temporaneo delle abilità. Infine, notizia di poche settimane fa, è stata introdotta la possibilità di acquistare la propria casa a Tamriel.

Adesso il team sente di aver chiuso il cerchio e di avere tra le mani un prodotto maturo e completo, con la sua identità e i suoi punti di forza. Un gioco pronto, quindi, per un nuovo inizio. E The Elder Scrolls Online: Morrowind è proprio questo; una nuova espansione per questo universo multigiocatore. L'introduzione dell'isola di Vvardenfell, senza dubbio uno degli scenari più affascinanti e amati di tutta la saga di Bethesda, sarà usata come pretesto per tracciare una linea immaginaria nella storia di TESO, che farà da spartiacque tra quello che c'è stato prima e quello che ci sarà dopo.

ZeniMax Studios ha parlato di un nuovo capitolo, cui presumibilmente seguiranno altri, grazie al quale offrire ai nuovi giocatori una base di partenza comune con la quale poter accedere ai server e vivere con il resto della community questo nuovo inizio, senza doversi sentire dei novellini.

Morrowind, infatti, conterrà sia la nuova avventura, della durata di circa 30 ore, sia tutto quello che è stato pubblicato finora. Starà al giocatore decidere quindi se cominciare direttamente da Vvardenfell o se sfruttare il nuovo capitolo per iniziare l'avventura su Tamriel.

I veterani potranno approfittare del nuovo capitolo per iniziare da capo con un nuovo personaggio o utilizzare quello già esistente. Su quest'isola vulcanica non troveremo solo nuove avventure, ma anche due nuovi dungeon pubblici, nuove quest per gli scavenger, un nuovo Trial da 12 uomini e tutta una serie di nuove arene per il PvP, pensate per partite più veloci e intense, nelle quale tre team da quattro giocatori si affronteranno.

The_Elder_Scroll_Online_Morrowind___5
In questa espansione debutterà una nuova classe in grado di adattarsi ad ogni situazione, il Warden.

L'obiettivo è attrarre anche quelle persone che hanno poco tempo da dedicare al gioco, che rischierebbero di non accedere ai server perché non in grado di portare a termine un raid o un'attività più complessa. Arene piccole e con modalità più che celebri come cattura la bandiera, deathmatch o domination dovrebbero servire allo scopo, fornendo un modo veloce e divertente grazie al quale divertirsi in The Elder Scrolls Online Morrowind. Per rendere il tutto più moderno e avvincente, ZeniMax ha pensato di introdurre un sistema di matchmaking, in modo da ridurre i tempi di attesa per entrare in una partita, le leaderboard e un sistema di gioco in grado di premiare le azioni di squadra e non solo le uccisioni.

Tornando a parlare dell'avventura, per la prima volta in The Elder Scrolls Online sarà introdotta una nuova classe, il Warden, una sorta di druido/ranger in grado di domare e controllare un gigantesco orso. In base alla specializzazione presa, il Warden potrà usare i suoi poteri per ottenere dei buff grazie ai quali diventare una sorta di tank, ma volendo potrà usare queste abilità per migliorare i compagni e guarirli. La terza via è quella del damage dealer, che gli consentirà di rendere il proprio puppet una vera e propria macchina da guerra, capace persino di chiamare altri suoi simili per combattere al suo fianco.

È curioso come per attirare nuovi giocatori, Bethesda sfrutti uno scenario che solo coloro che portano qualche anno sulle spalle potranno ricordare. Tornare a Vvardenfell, infatti, per molti sarà un motivo più che sufficiente per iniziare questa nuova avventura: Morrowind è considerato dai puristi il miglior capitolo di Elder Scrolls ed è il gioco che ha dato l'imprinting maggiore alla serie, facendola diventare per la prima volta un gigantesco sandbox.

Saranno però diverse le sorprese che attenderanno i fan di vecchia data: l'isola, infatti, non ha ancora conosciuto i catastrofici effetti degli eventi vissuti in The Elder Scrolls III e presenta ancora diversi biomi, con alcune aree fertili, persino lussureggianti, che affiancano le classiche distese di cenere.

The_Elder_Scroll_Online_Morrowind___6
Il paesaggio misterioso e alieno dell'isola tornerà a colpire con le sue stranezze.

TESO, infatti, è ambientato circa 700 anni prima di Morrowind (e dunque circa 900 prima di Skyrim), con la conseguenza che quasi tutto, dal sistema gerarchico, alla conformazione geografica, versa in uno stato migliore di quanto siamo abituati a conoscere. Il tempo passato, però, non impedirà di poter ritrovare qualche vecchia/nuova conoscenza come Naryu Virian, un affascinante elfo oscuro che farà da cicerone in The Elder Scrolls Online.

Un altro aspetto interessante del sistema politico di Vvardenfell è che sarà molto più chiuso rispetto a quanto visto in TES III. Per questo motivo si potrà collaborare con le tre casate che dominano sull'isola, senza per questo poterne fare parte.

La trama ruoterà intorno a Vivec, una delle tre divinità guardiane di Morrowind, che improvvisamente si ammalerà gravemente e avrà bisogno dell'aiuto del giocatore per riprendersi da questo ennesimo attacco Daedrico. Un problema non da poco per Vvardenfell, dato che la morte di questo dio-re dovrebbe coincidere, secondo una profezia, con l'eruzione della Montagna Rossa, in gigantesco vulcano che domina tutto il paesaggio.

Un legame così forte e viscerale come quello tra Vivec e Vvardenfell non poteva che modificare anche la geografia dell'isola. Per questo motivo si potranno vedere segni del cattivo stato di salute del dio anche osservando il Baar Dau, l'enorme masso sospeso sopra quella che sarà la città di Vivec, ora non così distante dall'abitato.

Questo nuovo capitolo di The Elder Scrolls Online sembra essere un sapiente rimescolamento tra vecchio e nuovo, tra cose ideate per i neofiti e altre studiate per stuzzicare gli appetiti dei fan di lunga data. La terra più amata di Tamriel e un nuovo inizio per l'MMO, una nuova avventura, ma ambientata in un remoto passato.

Come dicevamo all'inizio The Elder Scrolls Online potrebbe essere partito col piede sbagliato ma ha avuto la forza di andare avanti e trovare la sua strada. Ora sembra pronto per una seconda giovinezza. Quale migliore occasione dell'arrivo della misteriosa isola di Vvardenfell per ripartire da zero? Nessuna e per questo il team ha deciso di tirare una bella linea sul passato e tracciare un nuovo inizio. Imparando dai propri errori.

Quindi nessun blocco regionale e la possibilità, sin dal primo giorno, di giocare con amici o altre persone di livello più elevato. Allo stesso modo potrete decidere se iniziare una nuova vita a Morrowind o se spostarvi sul caro vecchio continente di Tamriel, senza restrizioni di sorta. Illimitato e Unico, esattamente come il nome di due tra i principali aggiornamenti giunti in questi anni.

L'appuntamento è dunque fissato per il prossimo 6 giugno, quanto The Elder Scrolls Online: Morrowind arriverà in contemporanea su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Final Fantasy VII Remake giocato con la Buster Sword come controller è la folle idea di un giocatore

Chi non vuole impugnare l'iconica spada per combattere in Final Fantasy VII Remake?

Darkest Dungeon II disponibile in accesso anticipato da oggi

Tutto quello che c'è da sapere su Darkest Dungeon II.

Sekiro, Bloodborne, Demon's Souls e la trilogia di Dark Souls: tutti completati senza subire danni

Tutti i titoli From Software completati uno dopo l'altro, senza essere colpiti.

Articoli correlati...

Final Fantasy VII Remake sarebbe in arrivo su Xbox

Xbox China suggerisce il porting di Final Fantasy VII Remake.

Recensione | Diablo II Resurrected - recensione

Le fiamme di Diablo incendiano una nuova generazione.

Articolo | Perché Skyrim ha avuto tanto successo?

Storia di un videogioco immortale lanciato 15 volte su 10 sistemi diversi.

'The Elder Scrolls VI sarà un'esclusiva Xbox, niente PS5'

Jeff Grubb è sicuro che The Elder Scrolls VI approderà solo su Xbox (e PC).

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza