Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Borderlands

Verso le terre di confine, tra FPS e GDR.

Si dice che la fortuna aiuti gli audaci. Non che sia sempre vero nella realtà dei fatti (in caso contrario il numero degli audaci si accrescerebbe in maniera esponenziale) ma è certo un proverbio cui il team texano di Gearbox Software sembra prestare fede assoluta.

La loro scommessa si basa su una semplice domanda: può uno shooter in soggettiva sposare un gioco di ruolo e dar vita ad un ibrido che mantenga inalterate le peculiarità di due generi talmente differenti? Loro sono conviti di poter dare una risposta affermativa, e ci offrono una prova diretta con il nuovo titolo in cantiere: Borderlands. Un Role Playing Shooter a tutti gli effetti.

In due parole le premesse narrative del gioco: Pandora è uno dei tanti pianeti lontani lontani che una ipotetica umanità del futuro cerca di sfruttare a proprio vantaggio, vale a dire inviando truppe di coloni atte ad estrarne le risorse. Il problema è che Pandora non si rivela la terra promessa che tutti auspicavano e gli unici a rimanere sul pianeta (veri e propri cacciatori di taglie) sono spinti da un unico desiderio: ritrovare un famigerato tesoro in una sorta di sconosciuta cripta aliena. La caccia ha inizio, e sarà più cruenta che mai.

Lo stile grafico è indubbiamente suggestivo.

Essenzialmente il gameplay è quello tipico degli FPS: con visuale in prima persona, armi spianate e tutta una schiera di nemici da buttare giù. Il giocatore avrà modo di scegliere uno tra i quattro protagonisti del gioco, usufruendo di abilità diverse a seconda della propria scelta.

Proseguendo nell'avventura si avrà la facoltà di incrementare gli attributi del proprio alter ego, in maniera pressoché identica all'acquisizione dei punti esperienza nei classici giochi di ruolo.

Il livello del personaggio andrà pertanto ad incrementarsi così come il set di abilità disponibili, che a loro volta andranno a modificare le vostre strategie di gioco. Bisognerà perciò valutare attentamente le caratteristiche di Mordecai, Roland, Lilith e quel bestione tutto muscoli di Brick, per cominciare a capire in che modo si svilupperanno procedendo tra una missione e l'altra.

Taggato come

Commenti