Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PlayStation Move

La prova dei giochi per il nuovo controller!

Finalmente il nuovo motion controller di Sony ha un nome, svelato nella giornata di ieri. E non è Arc oppure Gem, come si era più volte ipotizzato a colpi di rumor più o meno ufficiosi, prima di una conferenza stampa durante la quale Sony ha preparato 30 postazioni demo per mostrarci la prima ondata di giochi che utilizzano il PlayStation Move.

Naturalmente noi di Eurogamer eravamo in primissima fila. E siamo riusciti a giocarli davvero tutti! Sia quelli più seriosi (SOCOM 4, Sports Champions, Motion Fighter, The Shoot), che i titoli pensati per il videogiocatore casuale (EyePet, Move Party, TV SuperStars e Brunswick Pro Bowling). Ecco com’è andata!

Move Party

Nessun tipo di line-up collegata all’uscita di un motion controller può essere completa senza la sua compilation di mini-giochi. Move Party è proprio questo, un titolo che recupera l’approccio semplicistico delle produzioni per EyeToy approfondendone il gameplay, come ci ha illustrato Nancy Carter mentre presentava la demo giocabile.

Al momento sono praticamente finiti cinque mini-game ma non sappiamo con precisione quanti ce ne saranno nella versione finale. Il primo che abbiamo provato ci porta direttamente su schermo con una racchetta da tennis virtuale con cui mandare KO i nostri amici svolazzanti. Non abbiamo notato alcun tipo di lag tra i movimenti eseguiti davanti allo schermo e quelli effettivamente riprodotti dall’azione in-game, e siamo rimasti favorevolmente colpiti da come si potesse girare e inclinare in maniera realistica la racchetta.

Poi ci siamo dati a un gioco di pittura, in cui si può utilizzare un pennello virtuale per colorare. Abbiamo provato a usare questo pennello per dipingere diverse lettere e ci siamo riusciti senza troppi problemi. Move si è rivelato un controller molto preciso, con un feeling molto simile a quello del telecomando Wii.

Il terzo gioco che abbiamo testato trasformava il controller in un paio di forbici da barbiere. Quando ci avvicinavamo troppo alla testa del personaggio il controller vibrava intensamente, dimostrando l’ottimo lavoro fatto da Sony con il rumble integrato nel PlayStation Move.

E finalmente siamo arrivati al gioco dei palloncini da scoppiare. Lo schermo è pieno zeppo di palloni gonfiati ad aria e il nostro compito è quello di scoppiarne un tot di diversi colori, a seconda delle istruzioni che compaiono su schermo, tramite l’uso di uno spillo virtuale. In questo caso non si capisce bene se la forza con cui colpiamo il palloncino abbia una precisa influenza sul conseguente scoppio, ma il gioco risulta comunque divertente.

Naturalmente Sony ha bisogno di allargare gli orizzonti di questa compilation, nonostante questa demo abbia già dimostrato grandi potenzialità in termini di appeal per le famiglie e le serate tra amici. Per dovere di cronaca, però, vi diciamo che al momento è possibile giocare soltanto uno per volta: cosa succederebbe se le partite venissero disputate simultaneamente da più persone?

Brunswick Pro Bowling

In questo caso si tratta di un gioco già uscito su Nintendo Wii ma, come era lecito aspettarsi, BPB ha una qualità grafica superiore su PS3. Si gioca allo stesso modo, ovvero si tiene premuto il grilletto mentre si prende la mira per poi rilasciarlo al momento del lancio. Quindi, fisicamente, si fa lo stesso movimento che faremmo su una pista da bowling nel mondo reale.

Come avviene nel gioco per Wii, si deve tenere d’occhio cosa succede su schermo in termini di animazioni: il personaggio non copia i nostri movimenti ma siamo noi a doverli imitare.

“Se si inizia l’animazione allo stesso tempo del nostro alter ego virtuale, e poi si rilascia il pulsante, allora il movimento è perfetto,” ci ha detto il producer Reed Livingstone. In realtà ci abbiamo provato, ma tutto ci è sembrato ancora un po’ impreciso… Livingstone comunque ha tenuto a sottolineare che si tratta ancora di una versione pre-alpha del gioco.

Inoltre ci ha confidato che sta lavorando “molto più sulla fisica, che sulla grafica. Rispetto alla versione che abbiamo fatto uscire nel 2007, questa per PS3 sarà decisamente più realistica”.

“A livello di controller, tra il telecomando Wii e il PlayStation Move, ci sono delle grosse differenze. Ci sono degli enormi margini di miglioramento, al contrario di quello per Wii. Non per screditare Nintendo, stiamo parlando sempre di un ottimo controller, ma con questo gioco dimostreremo quanta diversità in termini di realismo c’è tra questi due motion controller”. Parole che al momento non possiamo confermare, ma che ci lasciano molto incuriositi…

A proposito dell'autore

Lucio Bernesi

Contributor

Commenti