Forza Horizon 3 - recensione

Grafica strepitosa, HDR e Play Anywhere: il futuro dell'Xbox è adesso.

Si guida a sinistra e il sistema dei danni è quello di Gran Turismo. Cominciamo subito coi difetti, così da capire per quale ragione abbia accarezzato l'idea di un 10 in pagella ma poi abbia optato per il 9 più bollino, che comunque è un signor voto. Altri difetti, dopo una settimana circa di giocato, non sono riuscito a trovarne.

Di Forza Horizon 3 ho già scritto due volte in sede d'anteprima: all'E3 e alla Gamescom. Per cui i miei lettori più assidui mi perdonino se dovrò ripetermi in alcuni casi, d'altronde il gioco sempre quello è, e un'infarinatura generale va pur data a coloro che non abbiano letto le puntate precedenti.

Il festival dei motori

Iniziamo dunque col ricordate che anche questo capitolo è incentrato sull'Horizon Festival, una specie di track day che però non dura lo spazio di un weekend ma che è permanente (ah, la magia dei videogiochi...). All'Horizon Festival fanno capo tutte le attività presenti in Horizon 3, che non sono solo le corse ma davvero tante, tante altre cose.

E qui, per quanto mi riguarda, c'è uno dei principali motivi per cui questo spin-off di Forza Motorsport mi ha sempre intrigato. Perché mentre nei due alfieri del 'car porn', Gran Turismo e appunto Forza, si corre sempre sugli stessi circuiti fino alla noia (sono anni che non finisco uno di questi giochi), Horizon è un free roaming con una mappa piena di cose da fare.

ForzaHorizon3_E3PressKit_LamborghiniBeach_WM
La Lamborghini Centenario, splendido testimonial di Forza Horizon 3. Ne verranno prodotte poche decine e ovviamente sono state tutte già vendute.

Col risultato che in un paio d'occasioni ho premuto il tasto Y per scendere la macchina, tanto il mio inconscio s'era convinto di stare giocando a un free roaming alla Grand Theft Auto. Sia chiaro, niente sparatorie o pedoni da investire (le strade di Forza Horizon 3 sono rigorosamente deserte), ma tonnellate di attività extra come macchine uniche da trovare e restaurare, nascoste in luoghi imboscatissimi (è in queste circostanze che, giunto in prossimità di un fienile sospetto, m'è venuto da scendere dalla macchina).

Ma anche punti panoramici da visitare, insegne da distruggere (alcune delle quali sbloccheranno il teletrasporto), salti pericolosi da compiere a tutta velocità, autovelox da usare per far registrare la velocità massima (e che credevate?), e molto altro ancora. Al punto che per guidarci nella grandissima mappa di Forza Horizon 3 (due volte più grande del capitolo precedente) è stata introdotta un'intelligenza artificiale tipo Siri, che c'impartirà le direzioni. Il problema è che la si può attivare col Kinect e si chiama Anna, come mia figlia. Così ogni volta che chiamo una mi risponde l'altra e ora mi tocca usare il D-pad per richiamarla (l'intelligenza artificiale, non mia figlia).

Drivatar Lineup

Al di là di questi spaccati di vita familiare, si potranno effettuare gare di gruppo incrociando per strada delle carovane di macchine. Basterà mettersi in scia, sfidarle, e disputare delle corse che paiono in multiplayer ma che in realtà sono single player, con le intelligenze artificiali gestite dal Drivatar.

Drivatar che in Forza Horizon 3, se possibile, si si presenta al massimo delle sue capacità visto che lo si impiegherà per creare la Drivatar Lineup. Grazie a questa feature potremo infatti sfidare i Drivatar altrui e, qualora riuscissimo a sconfiggerli, li faremo entrare nella nostra scuderia composta da un massimo di quattro elementi. I nostri impiegati digitali (curiosamente due dei miei sono Manuel Stanislao e Luca Forte, dev'essere destino che lavorino per me), correranno anche a console spenta e ci faranno guadagnare soldi ed esperienza.

M12S_Warthog_CST_Interior_WM_FH3
Volete guidare il Warthog di Halo? Eccovi accontentati (e in Australia rischiate neanche di trovare i Covenant).

Ma a che pro questo accumulo di risorse? Per comprarsi le macchine più belle, come in qualsiasi racing che si rispetti? Non solo. Perché in Forza Horizon 3 stavolta saremo noi i padroni dell'Horizon Festival, il che significa che sarà nostra prerogativa decidere come gestirlo e dove spostarlo. Il compito, in un'epoca social come quella in cui viviamo, non è tanto guadagnare soldi (che comunque non fanno mai male) quanto ottenere più follower, che a loro volta verranno attratti dalle vittorie nostre e della lineup di Drivatar.

Ecco perché i buoni Manuel e Luca, se non inizieranno a portare risultati, verranno presto licenziati: perché in giro ci sono altri Drivatar migliori di loro e va bene i legami affettivi, ma a un certo punto bisogna anche portare risultati. Sia chiaro però che sto parlando delle loro declinazioni digitali, visto che le controparti reali sono eccellenti redattori e gli voglio anche bene.

Horizon Blueprint

Però, tornando per un attimo a Forza Horizon 3, l'avere la responsabilità del festival comporta questa e altre decisioni. Da quelle più futili a quelle più importanti, come decidere i tracciati su cui gareggiare. Dopo qualche ora di gioco verrà infatti sbloccato l'Horizon Blueprint e Microsoft dice che è lo stesso editor usato dai Playground, anche se noi ci crediamo fino a un certo punto.

Perché è vero che grazie ad esso potremo impostare il tracciato, l'orario, le musiche di sottofondo, le classi di macchine ammesse e anche le condizioni climatiche. Ma è altresì vero che una volta impostati questi parametri, il gioco fa tutto il resto creando lui i percorsi. Gli appassionati di editing, dunque, si mettano il cuore in pace.

E una volta create le piste? Gli altri giocatori potranno correrci e guadagnare punti esattamente come se si trattasse di corse ideate dai Playground. E lo stesso varrà per noi. Il risultato è una longevità del titolo moltiplicata a dismisura, perché individuata una corsa sulla mappa, e giunti a destinazione, avremo a nostra disposizione un'infinità di alternative. E se alcune di esse comportano l'utilizzo di macchine che non abbiamo, nessun problema, Forza Horizon 3 ci consente di noleggiarle.

Il bello è che queste corse potranno essere disputate anche dagli amici che abbiamo in contact list, e i punti da loro sbloccati gareggiando saranno gli stessi che se partecipassero alle gare previste dagli sviluppatori. Specularmente noi potremo disputare le competizioni create dai nostri amici, il che moltiplica esponenzialmente la longevità di Forza Horizon 3.

Non bastasse, più avanti si potranno sbloccare anche le corse clandestine, per dare al gioco quella spruzzatina underground alla Need for Speed che non guasta mai. E poi ci sarà il multiplayer, che offrirà gruppi di quattro gare, alle fine delle quali vincerà chi avrà totalizzato il punteggio più alto.

Multiplayer

Le nostre sessioni multiplayer hanno avuto luogo all'interno di slot decisi da Microsoft in cui veniva attivato l'online. Per cui manca, al momento in cui scrivo, lo stress test dei server di Forza Horizon 3 nel momento in cui si 'apriranno i cancelli' e tutti potranno accedere al multiplayer. Ma il cloud di Microsoft in passato ha retto l'impatto di giochi ben più probanti e la tecnologia usata dai Playground è ben rodata.

Per cui è con una certa fiducia che mi sbilancio dicendo che il multiplayer di Forza Horizon 3 aggiunge al tutto quelle poche cose che ancora mancavano. Come ad esempio la modalità King, in cui chi è il re deve scappare da tutti gli altri (che sarebbero i contadini): chi lo tocca ne prende il posto e vince chi ha passato più tempo da sovrano. Poi c'è la modalità Infezione, in cui l'obiettivo è sempre speronare gli altri ma in cui vince chi ne infetta di più.

Nella nostra sessione abbiamo anche potuto provare un capture the flag (con la bandiera da prendere e da riportare alla base, evitando ovviamente di farsi toccare dagli avversari) e delle più banali corse tutti contro tutti o a squadre, su circuiti chiusi o aperti (dal punto A al punto B).

ForzaHorizon3_E3PressKit_FenceSmash_WM
Guidare in una pista è bello. Guidare a velocità folle tra le case, facendo strage di sedie e tavolini, lo è ancora di più.

Tutto ha funzionato molto bene e, se proprio devo muovere un appunto, le tappe di trasferimento da una prova all'altra danno troppi punti. Col risultato che pur avendo vinto tre gare su quattro, mi sono trovato alla prova finale con un vantaggio risicatissimo sugli altri concorrenti che invece erano arrivati prima di me al via (galeotto fu un fossato...).

Infine, tutte le gare che ho disputato si sono corse su circuiti misti, quindi in parte sterrati e in parte asfaltati. Il consiglio che vi do è di predisporre, per ogni categoria, una macchina da strada ma con sospensioni rialzate e pneumatici da fuoripista, così da essere sempre performanti. Un setup, questo, che comunque vi tornerà utile anche in altre occasioni visto che Forza Horizon 3 sposta in Australia una location che, la volta prima, stava a cavallo tra Provenza, Liguria e Costa Azzurra.

E siccome superata la missione iniziale si capisce bene che la Lamborghini Centenario non è l'ideale per andare in spiaggia, ci s'inizierà a fare un garage davvero vario che contemplerà macchina da strada e off-road, con modelli realmente esistenti e prototipi.

Non ve le sto a elencare tutte perché sono 350 ma sappiate che l'offerta non mancherà di certo. Inoltre, con buona pace di Yamauchi, saranno tutte vetture "premium", quindi realizzate con la massima cura ed esplorabili in ogni anfratto grazie all'AutoVista. Da notare, inoltre, che Forza Horizon 3 farà un controllo del vostro account su Xbox e, nel caso notasse che avete giocato i precedenti capitoli della serie, vi regalerà bonus molto interessanti.

Tecnica eccellente

Passando alla tecnica del gioco, c'è da dire che Forza Horizon 3 è impressionante. Magari il Digital Foundry smentirà le mie sensazioni puramente 'a occhio', ma la sensazione è di trovarsi di fronte a Forza 6 in versione open world. Con la differenza che a nostra disposizione ci sarà un mondo enorme da scoprire, così grande che potremo addirittura volarci sopra con un drone per scoprire i mille segreti di cui è cosparso (ma se siete pigri si può comprare nello store di Xbox la mappa che li indica tutti).

ForzaHorizon3_E3PressKit_ForzavistaEngine_WM
350 macchine, tutte dotate di AutoVista. Mica male!

Per cui immaginate le stesse vetture sulle quali avete fatto cadere una goccia di bavetta ai tempi di Forza 6, libere di andare dove vogliono, con un ciclo giorno e notte che vi farà correre sotto le stelle, e un meteo dinamico (con buona pace di Yamauchi - e due) che v'invoglierà a passare alla visuale interna per vedere i tergicristalli entrare in azione in caso di pioggia.

Tutte le macchine sono poi dotate di 5 visuali (da dietro vicina, da dietro lontana, interna, cofano e paraurti) e risplenderanno sotto la luce degli arcobaleni che spesso appariranno dopo un acquazzone. Forza Horizon 3 sfrutta infatti l'HDR della Xbox One S e Microsoft non manca di ricordarcelo coi suoi tramonti infocati e i cieli australiani azzurri come non mai. Peccato che io non abbia a casa una TV adeguata a goderlo, ma basta giocare qualche minuto per accorgersi che tutto è stato pensato per dare il giusto risalto al nuovo modello dell'Xbox.

La quale, in questi mesi, non ha mancato di ricordarci un'altra cosa, ossia che il gioco supporta il Play Anywhere, il che significa che acquistando la versione console si sbloccherà anche quella PC per Windows 10, e viceversa. Siccome il sottoscritto, vivendo in una casa piccola, è spesso costretto a migrare dal divano (console) alla scrivania (PC) a seconda che il gentil sesso voglia guardare una trasmissione di arredamenti o un cartone animato (suggerimento: non si tratta della stessa persona), questa feature per me è una manna dal cielo.

Perché i dati sono immagazzinati sul cloud e ogni volta che s'avvia una partita il gioco riprende dall'ultimo salvataggio presente sulla nuvola, indipendentemente che sia stato ottenuto su console o su Windows 10. Infine l'Xbox Play Anywhere abbatte le barriere tra computer e console sotto il profilo del multiplayer, visto che le due utenze potranno gareggiare insieme online.

Il gioco come lo vogliamo

Com'è lecito attendersi da un titolo della serie Forza, le possibilità di personalizzazione offerte sono davvero grandi. Le livree, com'è ormai tradizione, potranno essere create posizionando strati di vinile uno sopra l'altro. Un processo poco intuitivo per i più ma che permette un grado di dettaglio eccezionale. Chi come il sottoscritto non fosse particolarmente creativo come decoratore, sappia che potrà scaricarsi le livree create dagli altri utenti, pagandole in crediti virtuali.

Ovviamente il setup delle macchine sarà anch'esso regolabile a piacimento e si potrà mettere mano alla carrozzeria utilizzando parti di costruttori quali Rocket Bunny, Liberty Walk, Rotiform, Fifteen 52 e ADV.1. Il processo è gestibile in modo automatico e con pochi soldi ho trasformato la mia Alfa 155 in una Q4 da DTM (fatelo anche voi, avrete una macchina S1 spendendo neanche centomila crediti).

Sempre nell'ambito della personalizzazione va ricordata la possibilità di copiare le nostre canzoni nel cloud su OneDrive per creare una playlist su Windows 10 da ascoltare in Forza Horizon 3. Diversamente si potranno allietare le proprie orecchie con brani di tutti i tipi, visto che i Playground Games hanno aggiunto alle vecchie stazioni radio altre nuove come Hospital Records, Epitaph Records, Vagrant Records e Future Classic, con generi che vanno dall'hip-hop all'heavy rock, dal punk alla musica classica (la mia preferita).

Il voto

Come scrivevo, per qualche secondo ho accarezzato l'idea del perfect score, poi abbandonata per vari motivi. Quelli elencati in apertura, e anche il fatto che non ne ho mai dato uno in tutta la mia carriera. E poi, a voler proprio essere pignoli, qualche sbavatura c'è. Al tempo stesso dopo averci giocato un bel po', posso dire che Forza Horizon 3, per quanto mi riguarda, è il miglior gioco di corse di questa generazione. Da cui il bollino "Raccomandato".

ForzaHorizon3_Gamescom_LamboDamRoad_WM
La grafica di Forza Horizon 3 non lascia spazio a discussioni, anche se a occhio quest'immagine dev'essere della versione Windows 10.

Volendo tornare all'alba del giornalismo videoludico, e dunque alle mie origini, mi ricordo quando un gioco veniva valutato per presentazione, grafica, sonoro, giocabilità e longevità. Ebbene, il titolo dei Playground eccelle in ognuno di questi valori. A partire dalla stessa presentazione, parametro ormai fuori moda che qui però è presente con la telecamera che inquadra da vicino le macchine del gioco, mostrando un dettaglio degno di Forza Motorsport 6.

Quanto alla grafica, c'è poco da dire. Lasciando al Digital Foundry le analisi sulla risoluzione e sul frame rate, Forza Horizon 3 l'ho visto perdere giusto qualche fotogramma correndo a tutta velocità nella giungla tropicale, e quindi con davvero tante cose sullo schermo da calcolare. Ma si è trattato di rallentamenti appena avvertibili, per notare i quali ho dovuto distrarmi da tutto il resto. E tolto questo, siamo nell'ambito della mascella slogata.

L'audio c'è tutto: gli effetti sonori sono ben fatti mentre la musica, lo dicevo poco fa, spazia dal rock alla classica.

Quanto alla giocabilità, gli appassionati dei titoli corsaioli più tradizionali avranno sempre nel cuore Forza Motorsport, Gran Turismo e Assetto Corsa. Chi però è alla ricerca di una dieta più varia, ricca di prove su strada e su sterrato, con decine di competizioni diverse tra loro, sfide offline coi Drivatar e online contro altri giocatori, il tutto condito da un'atmosfera meno ingessata e più festaiola, in Forza Horizon 3 troverà un vero e proprio buco nero di tempo libero, capace di risucchiare ore e ore di svago.

ForzaHorizon3_E3PressKit_GorgeBuggies_WM_2
Non solo asfalto: Forza Horizon 3 offre una grande varietà di situazioni.

Dopo una settimana di gioco non solo ho completato una percentuale ridicola della campagna, ma ho la quasi certezza di non avervi raccontato in questa recensione proprio tutto quello che c'è da fare in Forza Horizon 3. Ad esempio non vi ho parlato del negozio delle abilità, che converte i livelli esperienza in bonus istantanei e in decine di perk coi quali diventare i piloti migliori in circolazione o gli organizzatori di festival più efficienti.

Potevo anche dirvi delle 'canzoni abilità', che mentre suonano alla radio raddoppiano il bonus alla guida, ma una trattazione completa di tutte le caratteristiche di Forza Horizon 3 richiederebbe un testo così lungo che non lo leggerebbe nessuno. E infine c'è quell'Xbox Play Anywhere che non può non entrare nell'equazione finale, grazie al quale Microsoft ci tenta con offerte da supermercato in stile 'paghi uno e porti a casa due'.

Ci sono però delle variabili che inducono alla prudenza. Il multiplayer che ho provato era aperto ai soli giornalisti e quindi in un ambiente protetto. E le ultime uscite di Microsoft su PC non è che abbiano brillato. Ecco, anche queste due ombre hanno concorso a dissuadermi da valutazioni più roboanti.

Ma si tratta di osservazioni conservative, all'insegna della prudenza. La verità è che in questi giorni mi sono interrogato sulle ragioni per cui non avrei dovuto dare un nove, e non ne ho trovate. Forza Horizon 3 non è solo un eccellente gioco di corse ma è uno spot delle potenzialità della One S. E con la sua grafica, l'HDR e il Play Anywhere, è anche un antipasto del futuro prossimo di Microsoft.

9 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (57)

Riguardo l'autore

Stefano Silvestri

Stefano Silvestri

Editor in Chief, EG.it

Il suo passato è costellato di tutto ciò che è stato giocabile negli ultimi 30 anni. Dal ’95 a oggi riesce a fare della sua passione un mestiere, non senza una grande ostinazione e un pizzico di incoscienza.

Contenuti correlati o recenti

RaccomandatoF1 2019 - recensione

Un aggiornamento di contenuti su una base già solida.

The Grand Tour Game - recensione

La fusione tra videogiochi e TV parte dai motori.

Dakar 18 - recensione

Come perdersi tra le dune (o cappottarcisi dentro).

Articoli correlati...

Commenti (57)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza