Kena Bridge of Spirits - Come sconfiggere tutti i Boss Principali

Ecco come sconfiggere tutti gli Spiriti di Kena.

In questa guida vi accompagneremo alla scoperta delle Boss Fight principali di Kena: Bridge of Spirits e come affrontarle al meglio.

Dopo avervi elencato tutti i Boss che incontrerete nel cammino verso la Sacra Montagna in Kena: Bridge of Spirits è giunto il momento di parlavi dei Boss che rappresentano appieno la missione della nostra Kena e la storia che li ha portati ad essere spiriti malevoli.

Taro

Il primo spirito è quello di Taro, il giovane ragazzo che non riesce a perdonarsi di non essersi preso cura dei suoi fratelli minori. Il dolore non riesce dunque a dare pace al povero giovane tanto che la sua anima continua ad aleggiare nei pressi del Villaggio seminando corruzione e distruzione. Le sembianze del Tano corrotto emulano uno strano incrocio tra scimmia e lupo, rendendolo agile e difficile da colpire quando è in movimento. Sfruttando la sua velocità si muoverà costantemente ed attaccherà all'improvviso.

Il metodo migliore per affrontarlo è dunque seguire i movimenti di Taro e non fermarsi mai per non rendersi un bersaglio facile. I punti deboli sono rappresentati da pustole di corruzione sul corpo, che una volta colpite andranno “pulite” grazie all'aiuto dei Rot. Una volta compiuto questo passaggio per tre volte potrete finalmente guidare il povero Tano verso la pace eterna.

Artigiana

Adira, l'anima in agonia della seconda area, riprende le sembianze, seppur in forma mostruosa, di quel che ha rappresentato il suo lavoro prima della precoce dipartita. Afflitta dalla creduta perdita della sua amata e incapace di poterla riavere tra le sue braccia, Adira è il secondo spirito che dovremo portare verso la luce.

Artisticamente, questo è uno dei migliori combattimenti a cui potrete assistere in tutto il gioco, il quale sfrutta inoltre meccaniche ben congeniate. Per avere la meglio sull'Artigiana dovrete colpire tre volte il grande perno che la tiene incatenata al centro dell'arena. Per poterle arrecare danno l'unico modo è colpirla con le Bombe Spirituali se il perno non viene distrutto. Alla metà del combattimento, dopo che lei lo avrà riparato con colpi che creano onde da evitare, il pilone centrale si distruggerà cambiando le strategie da mettere in campo per avere la meglio.

L'Artigiana in questa fase attaccherà lanciando bombe e continuando a creare onde insidiose, costringendovi a ricorrere ad attacchi rapidi e veloci schivate fino alla fine dello scontro.

Le Tre Vie

Prima di imbattersi nel Boss finale di Kena: Bridge of Spirits dovremo sconfiggere tre personaggi: Creatore di Maschere, Cacciatore e Guerriero. Il primo di questi è in sostanza un mago in grado di teletrasportarsi rapidamente schivando i vostri attacchi, obbligandovi a prediligere attacchi rapidi o la freccia intrisa di Rot. In più, il suo attacco principale vi bloccherà in un muro di energia, mentre lui si moltiplicherà intorno a voi, e per uscirne indenni dovrete bloccarlo con una bomba con il giusto tempismo.

Il Cacciatore invece è un abile e agile arciere che si sposterà velocemente per tutta l'area scagliando molteplici frecce. Fate molta attenzione, questi attacchi dovranno necessariamente essere schivati, e nascondersi infatti non servirà a niente dato che le frecce oltrepassano anche gli alberi. Come per il Boss precedente il miglior modo per contrastare gli attacchi è colpire il nemico quando la sua arma diventa viola, indicando che l'attacco è parabile. Schivate e colpite al momento giusto per avere la meglio sul Cacciatore.

L'ultimo è il Guerriero, un nemico temibile per la forza degli attacchi con il suo falcione ma facilmente contrastabile date le sue movenze in fase di attacco lente e vulnerabili. L'unico attacco in grado di mettervi in difficoltà è l'onda d'urto che in alcune occasioni questo nemico può sferrare. Rappresentando un moveset simile ai Boss intermedi, per poter portare a casa il risultato potrete intrappolare il Guerriero e colpirlo in quei secondi preziosi.

Toshi

Giunge il momento di incontrare finalmente il Boss per eccellenza, colui che ha portato così tanta devastazione nel Villaggio e così tanta rabbia da avvelenare una valle fino a poco tempo prima felice e meravigliosa. Finalmente potrete prendervi una rivincita su di lui, dopo essere stati rapidamente battuti nelle prima parti del gioco.

Toshi attinge potere e moveset dai precedenti Boss che hanno cercato di sbarrarci la strada prima di arrivare al suo cospetto, con una lancia affilatissima e onde d'urto da schivare. La prima fase quindi può essere giocata intrappolandolo e colpendolo da lontano per non subire danni, dato che un approccio ravvicinato rimane un rischio fin troppo alto.

A metà del combattimento però ci sarà un grosso colpo di scena e il nostro sfidante non sarà più lui ma i Rot piegati dal potere malevolo di Toshi. Questa mistica creatura, dopo aver combattuto qualche stage insidioso con nemici minori e platform a tempo, si paleserà in tutta la sua potenza. Un misto di attacchi a lunga gittata e onde d'urto vi metterà a dura prova, mettendovi nella posizione di sfruttare le poche finestre di opportunità di fare danno colpendo le frecce che si illumineranno di giallo sulla sua schiena. Cercate quindi di pazientare schivando gli attacchi finché i punti critici non saranno illuminati.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza