Messico contro Call of Juarez: The Cartel

I bambini crescono "senza valori".

Alcuni politici messicani hanni chiesto al governo di proibire la vendita di Call of Juarez: The Cartel.

A differenza dei precedenti capitoli della serie, l'ambientazione del nuovo Call of Juarez è contemporanea, e mette in scena una storia "matura e immersiva" al confine tra Los Angeles, California e Ciudad Juarez, città dello stato del Chihuahua.

"Non stiamo cercando di nascondere i gravi problemi di criminalità che affliggono la nostra città", ha dichiarato Ricardo Boone Salmon, deputato dello stato del Chihuahua a MSNBC.

"Allo stesso tempo non dovremmo esporre i più piccoli a questo genere di scenari, in questo modo li facciamo crescere senza valori".

A Ciudad Juarez, tra il 2009 e il 2010 sono morte circa 6000 persone in una lotta intestina tra i cartelli della droga messicani.

"I bambini finiscono per trovarsi coinvolti in episodi criminali perché, tra le altre cose, durante la loro infanzia non controlliamo quello che vedono alla TV o i videogiochi che usano", ha dichiarato il leader del congresso Enrique Serrano.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza