Sony spiega il lancio tardivo di nuove IP nell'attuale generazione

"Fa parte del ruolo del proprietario di una piattaforma", afferma Andrew House.

Sony è stata una delle poche grandi aziende ad annunciare una nuova IP all'E3 di quest'anno, con Beyond: Two Souls di Quantic Dream e una versione avanzata di The Last of Us di Naughty Dog.

Stando ad Andrew House, Sony crede che sia il dovere del proprietario di una piattaforma quello di continuare a offrire esperienze inedite con cui catturare nuovi utenti.

"[La creazione di nuove idee] è assolutamente cruciale", ha dichiarato a MCV.

"Ho sentito un pensiero abbastanza comune nell'industria, secondo il quale i primi due anni del ciclo vitale rappresentano l'unica possibilità di innovazione con un nuovo pubblico".

"Noi la vediamo in modo diverso", ha continuato House. "Fa parte del ruolo del proprietario di una piattaforma, il fatto di avere il coraggio di investire anche dopo un ciclo di vita di sei anni, periodo in cui un pubblico significativo può avere accesso alle nuove IP".

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza