Diablo III: la caccia agli oggetti "non un end-game" valido

Blizzard sorprende e fa autocritica.

Blizzard ha ammesso che la caccia agli oggetti di Diablo III non è abbastanza attraente da considerarsi un end game valido.

"Bisogna ci sia qualcos'altro", secondo il community manager Bashiok, per mantenere alto l'interesse sul gioco, "e sappiamo di non averlo al momento".

"Riconosciamo che l'item hunt non è semplicemente abbastanza per un end-game sostenibile a lungo termine. Ci sono ancora milioni di persone che giocano ogni giorno e settimana, e giocano un sacco, ma prima o poi non avranno più cose da fare (se non hanno già smesso). Uccidere nemici e trovare oggetti è molto divertente, e pensiamo di avere i mezzi necessari per farlo funzionare, o almeno siamo sulla strada giusta con un paio di correzioni e tweak".

"Ma onestamente Diablo III non è World of Warcraft. Non riusciremo a sfornare nuovi sistemi e contenuti ogni due mesi. C'è bisogno di qualcos'altro che tenga la gente impegnata, e sappiamo di non averlo in questo momento".

Bashiok ha spiegato che, comunque, le prossime patch introdurranno nuove feature per i giocatori più esperti e un nuovo sistema di progressione per il quale ci vorrà ancora un po' di tempo.

Blizzard sta inoltre lavorando alle patch 1.0.4 e a quella, senz'altro più importante, 1.1 con le arene PvP.

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza