Qualche dettaglio su Everybody's Gone to the Rapture

A che ora č la fine del mondo?

I The Chinese Room, menti pensanti dietro il particolarissimo Dear Esther, hanno rivelato alcuni dettagli sul loro progetto PC basato sul CryEngine 3: Everybody's Gone to the Rapture.

Il capo dello studio, Dan Pinchbeck, ne ha parlato ai taccuini diBeefjack, spiegando che ci troveremo di fronte a un gioco in prima persona con architettura open world, ambientato nella campagna dello Shropshire, un'ora prima della fine del mondo.

Tutto si svolgerà in tempo reale, in una mappa che richiederà approssimativamente 20 minuti per essere attraversata in diagonale. Tutto ciò che non riuscite a scoprire nei 60 minuti a disposizione può comunque essere trovato nelle partite successive.

A differenze di Dear Esther, potrete interagire con il mondo intorno a voi, e le vostre azioni influenzeranno l'ambiente, i personaggi e le loro azioni.

In tutto ci saranno sei personaggi, anche se definirli personaggi è forse riduttivo. "Sono più le memorie delle persone che vivevano in quel posto - spiega Pinchbeck - ma il modo in cui li rappresenteremo, e se li visualizzeremo come personaggi veri e propri o con qualcosa di più simbolico, dobbiamo ancora deciderlo".

Oltre a Everybody's Gone to the Rapture, The Chinese Room sta anche lavorando sul seguito di Amnesia, Amnesia: A Machine for Pigs, che uscirà per PC il prossimo anno. Anche Everybody's Gone to the Rapture è previsto per il 2013, ma per adesso l'unica cosa che possiamo apprezzare sono questi screenshot molto evocativi.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza