Ubisoft in perdita per 32,3 milioni di euro nell'anno fiscale

Ma conta di avere grossi rientri nel prossimo trimestre.

Ubisoft ha pubblicato il rapporto sulla prima metà dell'anno fiscale 2012, riguardante il periodo dall'inizio di aprile alla fine di settembre. I risultati, al netto delle varie spese di sviluppo, marketing e gestione, hanno rivelato una perdita di 32,3 milioni di euro pur calcolando introiti in aumento rispetto all'anno passato.

Yves Guillemot, CEO della società, spiega che le spese maggiori del periodo derivano dalle enormi campagne di marketing allestite per Assassin's Creed 3 e Cry 3.

1

Guillemot prevede anche un secondo semestre record, in virtù della vendite dei due titoli citati e della lineup Wii U che vedrà la luce nei prossimi mesi. Le stime sulle vendite totali previste per l'anno sono in effetti state aumentate, attestandosi nella forbice tra 1,2 e 1,26 miliardi di euro.

Vai ai commenti (4)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza