Il Missouri propone una tassa sui videogiochi violenti

C'è ancora posto sul treno.

1
Ecco una classica scena violenta di The Sims 3.

Un rappresentante dello Stato del Missouri ha proposto una tassa sui videogiochi violenti, con una curiosa interpretazione del termine.

Il testo della proposta è il seguente: "Il termine 'videogioco violento' indica un videogioco che ha ricevuto una classificazione Teen, Mature o Adult Only dalla ESRB".

Una breve ricerca indica che la definizione include anche giochi come The Sims 3, EVE Online, StarCraft 2 e molti altri in cui la violenza su schermo è (almeno in alcuni casi) un concetto molto relativo.

La tassa dell'1% verrebbe utilizzata per finanziare programmi di aiuto per disordini mentali e misure di sicurezza volte a prevenire sparatorie incontrollate di massa. A differenza di iniziative in cui i videogiochi erano solo uno dei tipi di media coinvolti, stavolta l'industria videoludica è l'unico bersaglio.

Proposte simili sono già state avanzate in Oklahoma e New Mexico, senza venire poi approvate.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Company of Heroes 3 - prova

Il grande ritorno di un RTS leggendario.

Articolo | Total War: Warhammer III - prova

Una tranquilla escursione nel Regno del Caos.

Articolo | Age of Empires IV - anteprima

Tante nuove notizie sul franchise e sul quarto capitolo della serie.

Total War Warhammer 2 incontra...Henry Cavill

L'interprete di Geralt e Superman è protagonista dell'ultimo DLC.

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza